Regione-Territorio

Nicastro, protocollo Ilva: “da lunedì si farà sul serio”


Di:

L.Nicastro (st - ambienteeambienti Ph)

Bari – “I tasselli del mosaico pare si stiano ricomponendo per cominciare a mettere mano alla situazione di Taranto: dopo il decreto emesso dal Consiglio dei Ministri e l’apertura collaborativa mostrata dall’Ilva di Taranto adesso non rimane che avviare i lavori della Cabina di regia creata dal protocollo di intesa del 26 luglio scorso in seno alla Regione Puglia. Il primo incontro, come noto, si terrà lunedì mattina per cominciare a dare seguito agli obiettivi fissati dal Protocollo”. Così l’Assessore alla Qualità dell’Ambiente Lorenzo Nicastro. “Va detto, tuttavia, che la visione complessiva del problema rispetto alla necessità di condivisione di una strategia di bonifica del sito di Taranto, allo sviluppo di interventi infrastrutturali complementari, alla tutela dei livelli occupazionali, all’incentivazione nell’uso delle migliori tecnologie per la protezione ambientale negli stabilimenti insediati nell’area investe l’intera area e coinvolgerà tutti i soggetti presenti sul territorio.

Dal canto nostro – prosegue Nicastro – abbiamo le idee chiare sulle misure da adottare e su quello che chiederemo all’Ilva in termini di impegni concreti sugli interventi che dovrà effettuare”. “Il momento storico che viviamo, le condizioni che si sono create offrono lo spunto per voltare pagina: ci sono tutti i presupposti per mettere nero su bianco una strategia da attuare in tempi certi e contingentati che dia respiro all’area di Taranto per il futuro. Ciascuno nel rispetto dei ruoli e delle proprie specifiche funzioni dovrà procedere sulla via degli interventi – conclude Nicastro – avendo ben chiaro che non si deve sprecare questa occasione. Con questo spirito, lunedì mattina, ci siederemo al tavolo tecnico della Cabina di regia”.


Michele Rizzi.Vergognose denunce ai danni dei lavoratori tarantini. Le lotte non sia arrestano
. “Le 41 denunce ai danni di lavoratori tarantini che giovedì stavano manifestando liberamente i loro dissenso nei confronti del padronato e dei sindacati concertativi rappresentano una scandalosa nuova edizione della caccia alle streghe antioperaia. L’obiettivo è quello di intimidire chi si sta opponendo con fierezza alle politiche concertative di un sindacato confederale ormai screditato e alle politiche di Riva che da anni sfrutta i lavoratori e distrugge l’ambiente tarantino”.

“Alternativa comunista si schiera a fianco dei lavoratori denunciati senza sè e senza ma! Se si viene denunciati per essere contro Riva e i sindacati venduti al padrone, allora denuncino anche il sottoscritto! Per questo noi siamo tutti “operai Ilva” perchè le lotte non si arrestano!”: lo dice in una nota Michele Rizzi – Coordinatore regionale di Alternativa comunista e già Candidato Presidente della Regione Puglia.

Ilva; Ordine giornalisti chiede atti

Redazione Stato@riproduzione riservata

Nicastro, protocollo Ilva: “da lunedì si farà sul serio” ultima modifica: 2012-08-04T20:03:21+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This