Manfredonia

Su barca nel mare di Manfredonia: ecco cosa rischiamo di perdere con le pale (VIDEO)


Di:

Bruno Mondelli, 2 novembre 2013, su barca al largo del Golfo (statoquotidiano)

Manfredonia – “SPERIAMO di non dover ricordare – il 2 novembre 2014 – la morte anche del nostro mare“. E’ l’appello di Bruno Mondelli, – stimato imprenditore del centro, impegnato nella ristorazione e nella grafica pubblicitaria – stamani su una barca a largo delle acque del Golfo. L’appello è chiaro: “non ammazzateci il nostro mare, no all’eolico offshore nel Golfo, la città punti sul turismo, le istituzioni non svendano inopportunamente il territorio”.

VIDEO

———————————————————————
FOCUS A CURA DI STATO QUOTIDIANO@

EOLICO OFFSHORE, SINDACO DI MANFREDONIA: SI’ AD UN PROGETTO SU 3 MA SOLO CON BENEFIT Oggi la nota stampa: sì ad un solo impianto ma solo con benefit per la Comunità;
Da ricordare anche le frasi dalla seduta del Consiglio comunale: “se fermiamo anche l’installazione di impianti di energia alternativa ci resta solo la candela“

Nota Parco del Gargano

Interrogazione regionale Giandiego Gatta

Interrogazione comunale Scarano

Interrogazioni M5STELLE

Eolico offshore, pescatori: nessuno ci ha informato di nulla (VIDEO-FOTO)

IL DOCUMENTO SOTTOSCRITTO DAL COORDINAMENTO DELLE ASSOCIAZIONI PROVINCIALI

Focus progetti energia da fonti rinnovabili Manfredonia – Cavidotto Manfredonia/Albania
MACCHIA ROTONDA, L’IMPIANTO JASMINE
MACCHIA ROTONDA, PROGETTO WIND FARM
PROGETTI ENERGY SISTEM E WINDARIA
MACCHIA ROTONDA, Cavidotto Manfredonia/Albania, rilievi marini della Biopower. Il progetto

g.defilippo@statoquotidiano.it

VIDEO ASSEMBLEA PUBBLICA 19.10.2013

VIDEO/strong>

Su barca nel mare di Manfredonia: ecco cosa rischiamo di perdere con le pale (VIDEO) ultima modifica: 2013-11-04T10:54:12+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
8

Commenti


  • porto turistico senza barche

    Sign. Sindaco a che serve l agenzia del turismo con le pale che girano?


  • Vigoli dino

    x redazione annulli il mio commento si è contrapposto a un vecchio documento


  • Vigoli dino

    ll.mo Signor Sindaco,

    come Lei sa, le società WPD offshore solutions GmbH con progetto denominato “Parco Eolico Marino Gargano Sud” e la Trevy Energy s.p.a., installeranno impianti eolici off shore per 100 Kmq nel Golfo di Manfredonia su cui la Regione Puglia ha già espresso parere sfavorevole, purtroppo solamente “consultivo” e quindi non vincolante.
    Infatti,la Trevy Energy è ricorsa al tribunale amministrativo regionale,annullando il parere sfavorevole perche gli impianti superiori a 5 MW,le autorizzazioni al valutazioni di impatto ambientale spettano al Ministero dell’Ambiente.Di conseguenza la WPD Offshore Solutions GmbH si è accodata alla sentenza.

    Ci sembra quantomeno inopportuno che l’attuale Amministrazione, da Lei guidata Signor Sindaco, non sembri prestare sufficiente attenzione al caso.

    Attualmente, le due società aspettano il decreto attuativo dal Ministero dell’Ambiente del territorio e del Mare che dovrà esprimersi dopo il parere favorevole del comitato tecnico di valutazione impatto ambientale dello stesso ministero, entro sei mesi.Prima di tale periodo,si possono sollevare opposizioni e segnalazioni di problematiche da parte della Vostra amministrazione e delle associazioni cittadine, il Ministero potrebbe ignorare il “parere favorevole del CTVIA” e rigettare tale parere.

    Purtroppo siamo costretti, ancora una volta, a prendere atto che le scelte passano sulla testa dei cittadini, in barba a ogni principio di trasparenza e democrazia partecipata, senza coinvolgerli in questioni di portata rilevante.

    Non siamo disposti a tacere su questioni che possono condizionare irrimediabilmente le scelte delle future generazioni: gli interrogativi sono tanti.

    Ci poniamo a sostegno di tutte quelle iniziative volte a rendere partecipi i cittadini nelle scelte che si vanno a determinare sul proprio territorio, compreso quello marino;
    Lei ha scritto che è disposto ad accettare un solo Parco eolico,cioè quello della Trevy, non senza aver prima valutato le condizioni/opportunità per il territorio.
    Allora la domanda nasce spontanea,anzi due:
    Perchè la Trevy e non la WPD?

    Dopo che hanno istallato il primo mega impianto offshore,chi ci assicura che altre società non istallano il loro parchi eolici? “…che la Trevy è meglio di me?”.

    Ora Signor Sindaco, esiste ancora la possibilità di porre rimedio a una situazione che potrebbe causare possibili contestazioni future.
    Questo lo si può realizzare anche coinvolgendo l’intero comprensorio del Golfo del Gargano con Barletta, Margherita di Savoia e Cerignola che, oltretutto, hanno espresso parere sfavorevole. In caso di pareri discordanti, per evitare contrapposizioni e inutili lacerazioni tra i cittadini, esiste uno strumento previsto dallo Statuto Comunale: quello di indire un referendum tra i cittadini, in modo che le scelte vengano fatte democraticamente ed in maniera partecipativa.
    Entro il 25 dicembre,sempre se non si esprime il Ministro Orlando con un decreto attuativo,di indire un referendum popolare cittadino,primo per sentire la cittadinanza, e se proprio la cittadinanza preferisce i benefit all’ambiente,allora si chiede di prendere contatti con le due società e stipulate una convenzione,dove si predilige una distanza che non sono visibili dalle nostre coste (12 Miglia marine)e che non disturbano le rotte turistiche e di pesca;
    Pretendere una royalty che rimane su territorio,se pensi che in 25 anni solo la Wpd fatturerà 2,5 Miliardi di euro,nel comune di Manfredonia con una royalty del 3%, ogni anno entrano 3 Milioni di euro;
    Visto che abbiamo un’autorità portuale che non riesce a proporre un’investimento,pretendiamo insieme all’autorità portuale l’assemblaggio dei piloni/torri, che siano assemblati nel porto industriale di Manfredonia e con manodopera locale;
    Evitare che nelle zone dei parchi ci sia il divieto di pesca;
    E soprattutto far rilasciare una fideiussione per lo smantellamento delle pale a fine vita delle pale.
    In questi giorni faccia un’assemblea pubblica a Palazzo Celestini è invita tutte le associazioni coinvolte.
    Forse è un’inizio per porre rimedio.


  • Vigoli dino

    grazie redazione


  • Redazione

    Grazie per i tuoi interventi Dino, ciao, Red.Stato


  • anto

    Per vigoli.. bravo ottime le proposte. Sindaco accetti i suggerimenti avuti.


  • Sa dire solo io ti denuncio

    ha avuto una bella “ciambotta”


  • anto

    “Ciambotta” sta per un bel pacco di euro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This