Manfredonia

Una ‘Rotonda agguerrita’: illuminazione artistica tricolore


Di:

Una ‘Rotonda agguerrita’: illuminazione artistica tricolore

GENTILI lettori, la ricorrenza della Festa nazionale e delle forze armate mi ha fatto balenare un’ispirazione artistica particolare. Di che si tratta? Di realizzare delle illuminazioni artistiche tricolore. L’illustrazione unita a questa pubblicazione rende direttamente tangibile l’idea proposta. Le rotonde tricolori possono rafforzare l’identità nazionale a tutto tondo, come solo l’arte sa fare. Per questo è immaginabile che i punti luce provengano da modellini di aerei Aermacchi MB-339 sostenuti da pali di diverso colore: verde, bianco, rosso ed azzurro, quest’ultimo colore come la maglia degli sportivi della nostra nazionale. Oltre all’aviazione, che con i suoi aeroplanini illumina le nostre vie, gli altri oggetti artistici della rotonda armata di colore e significazione sono: il cannone e l’ancora. Il cannone terrestre rappresenta l’esercito, che puntato in alto idealmente spara i colori dell’Italia su di una coccinella, che libra delle bande tricolore fin su un astronave.

C’è chi ipotizza che gli u.f.o. altro non sono che dei prototipi sofisticati dell’aviazione, però qualora si tratti di velivoli pilotati da esseri intelligenti provenienti da altri pianeti venuti per studiarci, chissà cosa potrebbero pensare degli umani quando osserveranno quanto proposto. Sicuramente che siamo agguerriti anche in fatto di originalità, comunicazioni e risparmio energetico. Pensate che da tale “astronave” si potrà ascoltare della musica spaziale, pardon speciale , grazie a degli stereo (colorati in nero) provenienti da una radio incorporata. Sempre da tale U.F.O. potranno giungere ulteriori luci (colorati di bianco) per poter meglio illuminarci con delle luci al L.E.D. risparmiando sui consumi energetici.

La Marina potrà essere rappresentata dall’ancora, ancora salda sulla strada, essa è in funzione della sicurezza. Sicuramente questi elementi uniti possono dare completezza e significato ad una rotonda, che probabilmente sarà gradita da tutte quelle persone che apprezzano il lavoro dei militari per la difesa della nazione, e da coloro che ne individueranno una fonte di lavoro civile. Immaginate un azienda che produca in serie gli elementi di questa rotonda dall’ancora all’astronave magari made in Manfredonia. La foto che potete osservare è un foto ritocco della rotonda di Mattinata, che si può ben adattare in ogni rotatoria del nostro territorio nazionale.

Un esempio potrebbe essere anche Piazza Marconi di Manfredonia ricordando il grande Nobel Guglielmo Marconi: scienziato-militare italiano le cui applicazioni della sua invenzione: la radio hanno trovato spazio pure in ambito militare oltre che civile, salvando tantissime vite umane abbreviando le distanze. L’ulivo ora in loco sulla rotatoria di Piazza Marconi può trovare migliore allocazione nella stazione campagna assieme alle querce, tanto per dare una boccata di ossigeno a chi su quest’area non sa ancora esprimersi. Ricordiamo ai lettori che la nostra Amministrazione spesso non si esprime sulle richieste legittime della popolazione, non ci sarà dietro mica il segreto militare?

N.B. Un’anteprima di questa iniziativa è stata protocollata al Comune di Manfredonia in data odierna, ora attendiamo una risposta nei tempi che impone una società moderna.

(Testo e illustrazione a cura di Benedetto Monaco – benacata@gmail.com)

Una ‘Rotonda agguerrita’: illuminazione artistica tricolore ultima modifica: 2013-11-04T23:59:24+00:00 da Benedetto Monaco



Vota questo articolo:
16

Commenti


  • lattepiu

    Non sono riuscito a leggere tutto l’articolo, mi perdonerai.Ma… sei serio quando scrivi queste cose


  • cittadino deluso

    In un paese cosi di sinistra dove sono riusciti a modificare un monumento storico come la Fontana Piscitelli (sostituendo all’apice della scultura il Fascio con un Murice segno di quanto sono duri di appremdimento)vuoi metterci il tricolore segno patriottico usato tanto da quelli di destra ,attendo ti potrebbero denunciare per istigazione al Fascismo


  • Emanuele M.

    L’iniziativa, a mio modesto parere, vuole essere più un’esaltazione delle armi e della guerra anzichè un rafforzamento dello spirito nazionale.
    Le piazze si adornano con le statue degli artisti e dei poeti che tutto il mondo ci invidia, le auguro di riuscire nella sua “impresa” tanto questo genere di iniziative trovano sempre terreno fertile, ma si ricordi che un popolo e una nazione non si costruiscono con il sangue e con le armi, ma con il senso civico e il rispetto per gli altri.
    PS
    facciamo tornare l’insegnamento dell’educazione civica nelle scuole per rafforzare lo spirito comunitario


  • domenico

    ma cos’è?????????…ma cerchiamo di esser seri per favore…


  • Michele

    Signori, le giostre si montano a fine Agosto in periferia…Per Piacere…


  • Vigoli dino

    Sig. Monaco,se ha scritto questo articolo sul Stato Quotidiano,vuol dire che accetti anche i commenti,positivi o negativi che siano.
    L’identità nazionale si può esprimere in vari modi,non per essere scortese per la sua idea,ma è un’idea brutta. Pensi agli equivoci che possano nascere dalla sua idea,”…non c’era più niente da mettere”,”..corsa agli armamenti in tempo di crisi,F35″,ecc.
    Rappresentare una rotonda con degli aerei militari,cannoni o altro,ci fa dimenticare l’art.11 della Costituzione “L’Italia ripudia la Guerra” non la promuove.
    Gli aerei e i cannoni o altro armamento bellico, che servono giustamente per la nostra difesa nazionale,devono stare negli spazi militari,come strumenti di difesa e non come strumenti di ornamento alle città,anche se rappresentati da modellini in scala.
    Giustamente Lei vuole rappresentare l’unità Nazionale con questa idea,ma perchè non usa questa idea con soggetti diversi?
    Ad esempio rotonde con soggetti rappresentativi di altre città del Nord,centro e sud? Un dammuso di Pantelleria con piante di capperi intorno,un trullo di Alberobello con un olivo secolare,Un orso di granito rappresentante Palau,una gondola per venezia,ecc.
    Tuttavia,l’arte è arte,va contro ogni logica.
    Auguri per il progetto.


  • cumper girill mlon

    ma sono sbarcati i marziani vedo un ufo nella foto


  • Corto Maltese

    lo dicevo io, mica tutto quello che ti passa per la testa è proponibile.


  • Mariangela

    Queste sono le proposte dei nuovi candidati ? Stiamo freschi


  • Redazione

    Precisazione; Benedetto non è un candidato politico ma unicamente pubblicato una propria idea, grazie, Red.Stato


  • az

    VIGOLI DINO L’ITALIA RIPUDIA LA GUERRA SULLA CARTA MICA NEI FATTI….CHE PROBLEMA C’E’ NEL RAPPRESENTARE LE FRECCIE TRICOLORE? NON SI INCITA DI CERTO ALLA GUERRA…ALTRIMENTI DOVREBBE ESSERE VIETATO QUALSIASI PROGRAMMA CON SCENE DI GUERRA E VIOLENZA, LE FORZE DELL’ORDINE DOVREBBERO ABBANDONARE LE ARMI, E TANTE ALTRE COSE…OGGI C’ERA IN STRADA UN RAGAZZINO DI 13-14 ANNI CON UN COLTELLO A SERRAMANICO DI ALMENO 20cm IN MANO E LO MOSTRAVA AGLI AMICI. LA GUERRA IN TESTA A QUEL BAMBINO GLIEL’HANNO MESSA I GENITORI NON CERTO LE FRECCIE TRICOLORE CHE SI E NO SAPRANNO COSA SONO..IO PREFERISCO QUALCOSA DI INNOVATIVO AL SOLITO MONUMENTINO DI QUALCUNO FAMOSO..E TUTTI IPOCRITI CHI ALLUDE A DESTRA,SINISTRA,CENTRO,SOPRA E SOTTO..ANCORA A LECCARE IL CULO STATE. VI HANNO MESSO NELLA MER.A TUTTI…


  • Michele

    proponiamolo all’agenzia del turismo….


  • Benedetto

    Probabilmente in questo paese c’è tanta diffidenza che si riscontrano minacce di guerra pure nell’espressione artistica. L’intento dell’illuminazione artistica tricolore vuole essere quello di valorizzare il lavoro di chi difende e sottolineo difende la sicurezza sul nostro territorio; inoltre essendo un opera che puo’ trovare riscontro in ogni rotatoria d’Italia prodotta in serie può divenire fonte di lavoro per tutti gli italiani che dedicheranno il proprio tempo al fare in modo costruttivo. Volendo fare una proposta burlona invece della “rotatoria inter-force” averei proposto una “linde trecce”, si la statua della più bella sipontina che dalla sua pulita chioma a trecce fa scoccare le frecce. La si potrebbe per questo chiamare “Freccia-Tina” (la scultura della “Freccia – Sipon- Tina” sarebbe senz’altro più gradita da quella parte del popolo sipontino festaiolo per antonomasia…


  • Donato

    Benedetto, ma p piaciòr.. Frecce azzurre e frecciatine.. É un idea bruttissima, un monumento orribile che non rappresenta la nostra cittá. Vada a proporre queste idee altrove. E non si faccia più sentire con roba militare, e statue dai nomi ridicoli. Faccia l’artista in casa sua senza coinvolgere l’intera cittá, chi apprezzerá la sua arte, vi verrá a trovare e comprerá le sue opere (Non scherziamo, Benedetto non vende opere ma propone solo idee, progetti, grazie,ndr). Non é giusto che i manfredoniani debbano sopportare ancora qualcosa che non é condivisa unitamente, smettiamola di deturpare il nostro territorio pieno di storia e soprattutto di arte —


  • Benedetto

    Caro Donato, considerando i tempi oscuri in cui viviamo e la mentalità da paese che persiste in alcuni sipontini, come simbolo della rinascita e crescita della nostra Città propongo una porta, magari aperta. Questo vuoi per rimarcare che siamo la porta del Gargano, vuoi per stimolare l’apertura delle vedute pure in “tricolor”. Ricordo inoltre che la scelta di una porta che si apriva, ad indicare la fine dei tempi bui di guerra ed il ritorno ad una rinnovata apertura agli scambi culturali internazionali era il primo simbolo del premio David di Donatello. Benedetto in arte detto Bene


  • Donato

    L’idea di una porta é giá più carina e decente, non a caso è stata giá utilizzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This