FoggiaScuola e Giovani

UniFoggia, parte l’era Ricci, subito ‘scogli’ turn over e tagli


Di:

Il Rettore prof. Ricci e il Prorettore prof.ssa Sinigaglia (st)

Foggia – DOPO aver partecipato alla manifestazione cittadina celebrativa del 4 novembre, il prof. Maurizio Ricci giunto in Rettorato ha dato il via alla giornata di insediamento con una serie di incontri istituzionali.

Tra i primi atti firmati questa mattina, nella nuova veste di Rettore, il decreto di nomina del Prorettore vicario nella persona della prof.ssa Milena Sinigaglia, Professore ordinario in Microbiologia agraria. La nomina, già annunciata dal prof. Ricci in occasione della conferenza stampa per il passaggio di consegne tenutasi lo scorso 31 ottobre, sarà seguita dalla designazione dei delegati.

La “squadra” di collaboratori rettorali per specifici settori, dalla ricerca scientifica, alla didattica, dall’edilizia al sistema bibliotecario, sarà presentata nei prossimi giorni. L’intenzione, come dichiarato dal Rettore, è quella di coinvolgere non solo i professori ordinari, ma anche giovani energie, rispettando un equilibrio di genere e di competenza nelle aree di maggiore rilevanza per lo sviluppo dell’Università.

Intanto domani, 5 novembre, il Magnifico Rettore ha convocato, alle ore 10,00 presso l’Auditorium Bruno Di Fortunato di Palazzo Ateneo (Via Gramsci 89 – Foggia), la prima conferenza stampa per presentare la mozione elaborata concordemente con i Rettori degli Atenei statali pugliesi e del Molise sul D. M. 9 agosto 2013 in materia di criteri e contingente assunzionale delle Università.

La mattinata di lavoro si è conclusa con un incontro con il personale tecnico e amministrativo afferente agli uffici di Palazzo Ateneo durante il quale il Rettore, nel ricordare la difficile situazione finanziaria in cui versa il sistema universitario italiano a causa dei continui tagli al FFO, ha auspicato un rinnovato impegno per la crescita dell’Università di Foggia.

“Come ho avuto modo di dichiarare a chi me l’ha chiesto all’indomani della pubblicazione dei dati, il fatto che l’Università di Foggia sia risultata dodicesima in Italia per la qualità della sua ricerca rappresenta, anzi deve rappresentare, soltanto una base di partenza: un trampolino, una piattaforma per il futuro. Su questo non ci devono essere dubbi. – Ha dichiarato il Magnifico Rettore Maurizio Ricci – La straordinaria performance consacrata dai recenti dati Anvur 2004-2010, da una parte, premia il grande lavoro svolto dai miei predecessori, i rettori proff.ri Antonio Muscio e Giuliano Volpe, e dall’intero Ateneo; da un’altra, ribadisce una constatazione di fatto: che nessuno, nemmeno noi, che ne osserviamo giorno dopo giorno il miglioramento e il radicamento nel territorio, conosce i reali margini di crescita di questo nostro Ateneo.

Non li conosciamo per il semplice fatto che questi margini rispondono unicamente ai comandi del talento, del sapere, della ricerca, della qualità delle sperimentazioni effettuate all’interno dei nostri laboratori, dell’intuito messo al servizio della scienza. Il nostro dovere sarà quello di fare in modo che questa bellissima stagione di grandi soddisfazioni ed eccellenti risultati duri il più a lungo possibile. Penso che il mio mandato da rettore dell’Università di Foggia nel periodo 2013-2019, il terzo mandato nella pur breve storia del nostro giovane Ateneo, si svilupperà sostanzialmente lungo due grandi direttrici: la certezza di avere ancora concreti margini di crescita e sviluppo e la consapevolezza che soltanto la ricerca può definitivamente “sdoganare” la nostra Università come una delle realtà accademiche più significative nel panorama nazionale e internazionale. È qui, a mio avviso, che si gioca la partita del futuro dei nostri ragazzi: in campo aperto, confrontandosi con le comunità accademiche di mezzo mondo, condividendo con loro e senza complessi di inferiorità l’affascinante sfida dei prodigi della ricerca al servizio dell’umanità. – Ha continuato il prof. Ricci – Con ogni probabilità, durante il mio mandato, l’Università di Foggia formerà quella che potrebbe essere la classe dirigente della nostra città, del nostro territorio. E questa eventualità, tutt’altro che remota, impone a mio avviso una nuova e sincera riflessione: alla Capitanata serve un nuovo slancio, una ripartenza per inserire, nel tessuto socio-produttivo della Capitanata, coloro che saranno chiamati a governare questo agognato rilancio: mi auguro che sia così, poiché l’identità di un territorio si misura proprio in occasioni come queste. Quando, dopo un periodo di grande depressione, si è chiamati a ricostruire (e la ricostruzione del pensiero viene decisamente prima di qualsiasi altra ricostruzione), questa emergenza ci pone indubitabilmente in prima linea.

L’Università farà la sua parte, senza risparmiarsi e al tempo stesso senza risparmiare critiche ai protagonisti della vita pubblica ma sempre in un clima di proficua collaborazione istituzionale. In un Ateneo che non sarà una fortezza inviolabile, ma luogo di dialogo, sarò il rettore di tutte le componenti del mondo universitario, ma soprattutto degli studenti, cioè degli uomini di domani, dei professionisti e dei padri del futuro, della classe dirigente e dei cittadini degli anni avvenire. Penserò a loro non come se stessimo formando i Foggiani del 2050, ma gli Italiani del Tremila: cittadini del mondo che si giocano chances alla pari, in uno stimolante scenario senza confini”.

Nelle prossime settimane il prof. Ricci incontrerà anche il personale tecnico e amministrativo afferente alle altre strutture intervenendo ai Consigli dei Dipartimenti di Ateneo.

Questo pomeriggio si terrà, invece, una riunione con i Direttori di Dipartimento tra questi il prof. Aldo Ligustro che subentra, a partire da oggi, al prof. Ricci alla guida del Dipartimento di Giurisprudenza.

Redazione Stato

UniFoggia, parte l’era Ricci, subito ‘scogli’ turn over e tagli ultima modifica: 2013-11-04T18:47:07+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • avv. Gegè Gargiulo

    Da: Avv. Eugenio Gargiulo ( eucariota@tiscali.it)

    Con l’insediamento del nuovo rettore Ricci, un giurista, anche l’avv. Eugenio Gargiulo, ora, “sogna” l’Università degli Studi di Foggia!

    Dopo la sorprendente e inattesa consacrazione sulla rete Internet, sancita dalla “Google Zeitgeist 2012, che ha proclamato l’avv. Eugenio Gargiulo di Foggia il legale italiano più “cliccato” sul web, giunge ora , altrettanto gradita, la ulteriore consacrazione di Google per il secondo quadrimestre dell’anno 2013 in corso, preludio, si spera, di un ulteriore successo previsto per fine anno, nella redazione della classifica più prestigiosa del web.

    Google ha, altresì, “inserito” il nominativo del giovane legale foggiano nella sua “funzione” di “completamento automatico” di “Google search”, sia per quanto riguarda il termine “avvocato eugenio gargiulo”, sia per la dizione “ avv. eugenio gargiulo”, così che , quando un utente di Internet “digita” l’inizio di tali nominativi sul “motore di ricerca” più famoso del web , il medesimo sistema provvederà a completare automaticamente tali termini lessicali ,e ad indirizzare il “navigatore” alle pagine web che si sono occupate in questi anni del noto giovane avvocato del Foro di Foggia.

    Davvero una bella ulteriore “sorpresa” per l’avv. Eugenio Gargiulo che, in appena quattro anni , è stato “citato” in oltre 450 mila “pagine web” e migliaia di differenti siti internet, grazie alla sua “copiosa” produzione di commenti a sentenze ed argomenti giuridici , pubblicati dalle più importanti testate di diritto e di settore on-line.

    Ora il giovane legale foggiano, con la recente nomina ed insediamento alla carica di Rettore dell’Università degli Studi di Foggia del prof. Ricci , noto giurista ( quindi in un certo senso “collega”), “sogna” in grande , ovvero “punta” ad un riconoscimento prestigioso della propria “meritoria” attività sul web di diffusione della cultura giuridica italiana, da parte dell’Università degli Studi di Foggia ed ,in particolare, della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università della propria “città-natale”, alla luce , altresì, delle collaborazioni in passato avute con l’Università/madre degli Studi di Bari ( con i proff. Gaetano Contento di “diritto penale” e Franco Cipriani di “procedura civile”) , oltre che con l’importante e famosa casa editrice universitaria “CEDAM” di Padova, per la quale , tra il 1998 ed il 2000, ha scritto sulla nota rivista di settore “Studium Iuris”.

    Nel 2000, va ricordato poi, che l’avv. Eugenio Gargiulo è stato il protagonista di un vero e proprio “fenomeno mediatico”, comparendo in TV sia al “Maurizio Costanzo Show” di Canale 5, sia ad “Uno Mattina” di Rai 1 , per aver “vinto” una selezione di un concorso pubblico e, nel contempo, essere stato “accantonato” , poiché risultato “sovradimensionato rispetto all’incarico da ricoprire”! Un eventuale “attestato accademico” da parte della Facoltà di Giurisprudenza di Foggia sarebbe, quindi la classica “ciliegina sulla torta” di un già di per sé brillante curriculum personale vantato dal giovane legale foggiano.

    “Nemo profeta in patria est” , dicevano i romani, ma nel caso specifico non sembra essere tanto “peregrina” l’ipotesi di un “riconoscimento cartaceo” dell’Università degli Studi di Foggia nei confronti di un proprio “figlio culturale” nonché di un vero “portabandiera” sul web della tradizione giuridica dauna . …. pertanto, “ Ad maiora!!!”.
    Foggia, 05 novembre 2013 Avv. Eugenio Gargiulo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This