ManfredoniaMonte S. Angelo
Puntata del 3 novembre 2015

‘Ballarò’, collegamenti con lavoratori Manfredonia Vetro (PUNTATA INTEGRALE)

A Manfredonia (Fg) i 400 lavoratori del vetro sono senza lavoro e senza ammortizzatori sociali da ottobre 2014 a causa della chiusura dello stabilimento Sangalli Vetro, produttore di primo piano nel settore in Italia


Di:

CLICCA QUI PER RIVEDERE LA PUNTATA INTEGRALE DI BALLARO’ – 3.11.2015

Manfredonia. IERI sera, martedì 3 novembre alle 21.05 su Rai3, è andata in onda la nona puntata di Ballarò, il talk di approfondimento condotto da Massimo Giannini. Oltre ai fatti della stretta attualità politica, dall’addio di Ignazio Marino al Campidoglio al percorso della legge di stabilità la puntata di Ballarò ha aperto tre finestre su altrettante emergenze che stanno scuotendo il Paese. In Aspromonte tra le province di Catanzaro, Vibo Valentia e Reggio Calabria, piogge straordinariamente intense unite a forti mareggiate hanno provocato una serie di esondazioni che hanno devastato interi paesi. A Manfredonia (Fg) i 400 lavoratori del vetro sono senza lavoro e senza ammortizzatori sociali da ottobre 2014 a causa della chiusura dello stabilimento Sangalli Vetro, produttore di primo piano nel settore in Italia. A Bagheria (Pa), per anni feudo e rifugio, in latitanza, del padrino di Corleone Bernardo Provenzano, 22 boss ed estorsori sono sotto custodia cautelare grazie alla denuncia di trentasei imprenditori che hanno ammesso di avere pagato il pizzo per anni.

FOTOGALLERY

Redazione Stato Quotidiano.it @ riproduzioneriservata

‘Ballarò’, collegamenti con lavoratori Manfredonia Vetro (PUNTATA INTEGRALE) ultima modifica: 2015-11-04T21:22:35+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Matteo

    X vigile . Wallio aspetto ancora che ti firmi.


  • le bugie hanno le gambe corte

    continuate cosi che non andrete lontano .
    dire che è un anno che si dorme sulle panche cìè ne vuole .


  • Zio Mario

    Ancora una volta, in trasmissioni televisive, si presentano politici, come quello di questa trasmissione, che non ricordo il nome, per giustificare la chiusura della Sangalli, da’ tutte le colpe alle infrastrutture locali.
    Dalle sue dichiarazioni, si intuisce che non conosce ne’ i veri problemi della chiusura e, ne’ il territorio dove risiede.
    Infatti, la zona di detto sito industriale sta allo sbocco di una superstrada, che per le sue caratteristiche, e’ paragonabile a tanti tratti autosttradali italiani, per il suo percorso rettilineo, ed e’ una delle piu’ sicure d’Italia.
    Inoltre vi e’ la presenza di una linea ferroviaria e di un porto industriale, in una posizione geografica strategica.
    Pertanto, se deve doveva dire cazzate, era meglio che non si presentava, tanto i veri motivi sono quelli che gli IMPRENDITORI sono diventati PRENDITORI DI FINANZIAMENTI statali, e si spostano li’ dove ci sono limoni da spremere, di portare il lavoro in una zona non gliene freca niente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This