Edizione n° 5174

BALLON D'ESSAI

MUSICA // Foggia, “I 100 anni della Disney”: concerto-evento al Teatro Giordano
4 Dicembre 2023 - ore  12:51

CALEMBOUR

FERMATO // Studente 15enne accoltellato da compagno fuori da scuola: è in fin di vita
4 Dicembre 2023 - ore  18:04
/ Edizione n° 5174

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

CARA, da oggi CRI. Ma esposto in Procura lavoratori: convenzione modificata (V)

AUTORE:
Giuseppe de Filippo
PUBBLICATO IL:
5 Febbraio 2012
Manfredonia //

CARA Borgo Mezzanone, protestano i dipendenti di Connecting People: "Croce Rossa ha diritto di assumerci" (ST)
Foggia/Manfredonia – CARA Mezzanone: domani ingresso ufficiale di CRI, il 3 febbraio esposto in Procura da una parte degli 80 lavoratori impegnati finora nel Centro.

A darne notizia a Stato sono gli stessi lavoratori, che si definiscono del CARA ma già alle dipendenze di Connecting People, lavoratori per i quali “dopo due anni di lavoro, per un colpo di mano della CRI ed una gestione poco trasparente della Prefettura di Foggia”, si ritrovano ora “fuori dal CARA, pur avendo contratti di dipendenza e a tempo indeterminato”.

GESTIONE CARA BORGO MEZZANNONE: LO SPECIALE DI STATO e L’intervista con il Commissario provinciale CRI avv. Raffaele Di Sabato


La vicenda.
Dopo una lunga vertenza giuridica (vedi link) il Consiglio di Stato di Roma – con sentenza n.3445/2011 del 21.12.2011- ha infatti stabilito che Connecting People era stata esclusa dalla precedente gara (della Prefettura di Foggia, nel 2009, con ingresso ufficiale nel CARA il 23.02.2010, dopo 9 anni gestione Croce Rossa, ndR) con relativa inefficacia dell’affidamento e di tutti i contratti in essere in seguito a tale aggiudicazione.


Prima dell’esposto gli interventi dei rappresentanti del PD, l’interpellanza parlamentare di Giuseppe Berretta.
Da segnalare che prima dell’esposto, del 3 febbraio, in Procura dei lavoratori recente è stata la pubblicazione dell’interpellanza del parlamentare Pd Giuseppe Berretta , nella quale si puntava l’indice sul ruolo del prefetto Michele Di Bari (nominato di recente prefetto di Vibo Valentia), che ha chiarito in seguito la sua posizione in una lettera inviata a Stato. Il parlamentare Pd Berretta ha chiesto all’attuale ministro Cancellieri di avviare “una nuova procedura di gara” per la gestione del Cara di Mezzanone. L’interpellanza di Berretta segue gli interventi – tutti targati PD – dell’onorevole Michele Bordo, del consigliere regionale Elena Gentile e del segretario Tommaso Pasqua.

L’ESPOSTO IN PROCURA DEI LAVORATORI. “Una parte degli 80 lavoratori del CARA di Borgo Mezzanone (Foggia) ha presentato in data 03/02/2012 esposto alla Procura della Repubblica per cercare di preservare il proprio posto di lavoro come sancito dalla legge che invece è messo in discussione dalla Croce Rossa Italiana, vincitrice di un ricorso al Consiglio di Stato e quindi prossima a subentrare al Consorzio Connecting People nella gestione del CARA stesso”.


“Numerose anomalie nella procedura: modificato l’articolo 5 della Convenzione”.
“La decisione di presentare l’esposto è stata determinata dalla presa d’atto della sussistenza di numerose anomalie nella complessiva procedura che, dopo la sentenza del Consiglio di Stato ha apportato alla sottoscrizione della convenzione con CRI. I lavoratori del CARA hanno specificato nell’esposto alla Procura della Repubblica tutti i fatti accaduti dall’inizio della diatriba tra Connecting People e Croce Rossa ma soprattutto quelli avvenuti dopo il pronunciamento del Consiglio di Stato, ovvero modifica dell’articolo 5 della Convenzione, modifica che avendo reso la convenzione diversa e difforme rispetto a quella prevista originariamente nel capitolato d’appalto ha acconsentito il colpo di mano della sostituzione integrale di tutti i dipendenti”.

“Il gruppo di lavoratori del CARA attende quindi un pronto intervento della Procura della Repubblica affinchè sequestri tutto il carteggio e tutti i documenti relativi alla gara ed ai vari ricorsi per fare chiarezza sul come sia stato possibile modificare il modello di contratto successivamente all’aggiudicazione”.

LA REPLICA DI CROCE ROSSA “Ricordo che non si può parlare di un subentro – da parte di Croce Rossa – nel CARA ma di un ingresso ex novo – aveva detto a Stato il commissario Cri R.Di Sabato – La norma alla quale fa riferimento il presidente di Connecting People Giuseppe Scozzari (art.4 ccnl) – spiegò Di Sabato – è relativa alle cooperative sociali e stabilisce che quando vi è subentro nella gestione di un servizio, il personale continua ad operare anche con il nuovo gestore. Ma ripeto: CRI non entra nel CARA tramite un subentro ma con un ingresso ex novo ed in forza di una nuova stipula (sottoscritta il 20 gennaio 2012, al 30^ giorno per l’adepimento della sentenza del Consiglio di Stato, con lo stesso Ministero degli Interni che – via fax – aveva tassativamente indicato di applicare quanto previsto nell’articolo 35 del D.lgs. 165/2001, ndR). Inoltre – continuò il commissario Cri – la norma alla quale fa riferimento Scozzari non è applicabile a Croce Rossa, Ente Pubblico, che per assumere personale deve far riferimento a quanto previsto dal D.Lgs. 165/2001. Da queste procedure un Ente pubblico non si può assolutamente separare. Ricordo che è pervenuto un parere dell’Avvocatura Generale dello Stato con il quale ci è stato chiarito che la norma di cui all’articolo 35 del D.lgs. 165/2001 è tassativa. La violazione della quale comporta la nullità degli atti prodotti”. Vale a dire di “tutti i contratti stipulati con i dipendenti”. Quindi “un ipotetico riassorbimento anche di un solo lavoratore originerebbe un contratto nullo. Non è una volontà politica, come strumentalmente detto, ma impossibilità giuridica. Ricordo che ho avuto 35 precari che sono stati licenziati da Cri – dopo l’ingresso di Connecting nel 2010 – proprio perchè avevo perso il Cara. Sembrerà strano ma oggi questi stessi precari, dunque chi già lavorava, non hanno alcun diritto di prelazione per la riassunzione. Loro – come tutti i cittadini italiani – devono fare una selezione in base a quanto previsto dall’articolo 35 del d.lgs.165/2011. Dalla graduatoria derivante si può dunque procedere alle assunzioni”.

Quindi nessuna possibilità per i dipendenti di Connecting ? “Giuridicamente – rimarcò l’avv. Di Sabato – non ci sono possibilità”. “Anche sulla polemica relativa ai corsi di formazione: ricordo che non posso assumere personale per il CARA attraverso corsi che durano 3 mesi e con personale ipotetico pronto ad aprile 2012. Oramai le assunzioni saranno state concluse. Ripeto: lo stesso Ministero dell’Interno – per la sottoscrizione della stipula – ha tassativamente fatto riferimento all’applicazione dell’articolo 35 del d.lgs. 165/2001. Nella nostra stipula non è presente l’articolo 5 che richiama l’articolo 4 del CCNL delle cooperative sociali cui fa riferimento il presidente di Connecting, perchè come Ente pubblico lo stesso non è applicabile. E’ una precisa statuizione giudiziaria”.

Sugli interventi dei politici, sulle combine. “Comprendo la preoccupazione per le sorti dei lavoratori, come lo sono stato io al tempo per i miei precari. Ma bisogna fare attenzione quando si parla di combine, accordi sottobanco, e notizie ai limiti della diffamazione. Ripeto: bisogna far riferimento a quanto stabilito dalla legge”. Nessuna possibilità dunque di riassumerli? “A pensarci l’avrei potuto fare ma violando le norme”.


La nuova gestione. Da domani 6 febbraio CRI operativa.
Come riferito a Stato dal Commissario Provinciale CRI, “il CARA sarà avviato dalla dottoressa Salvioni, già direttore del CARA di Mineo, sarà diretto dal vice direttore del CARA di Mineo, il servizi sanitario sarà affidato alla dottoressa Diodati, del servizio centrale, il servizio infermieristico sarà svolto dalle infermiere volontarie di Croce Rossa, su selezione del Comitato centrale, che valuterà il personale disponibile e proveniente da tutte le regioni italiane. Da parte nostra – come CRI FOGGIA – abbiamo previsto dei servizi per i bambini, oltre ad investimenti per allievare la permanenza degli ospiti nel CARA di Mezzanone”.


g.defilippo@statoquotidiano.it


LA VIDEO/INTERVISTA: DAL CONSIGLIO DI STATO ALLE NORME PER LE ASSUNZIONI, DAGLI INTERVENTI TARGATI PD ALLA NUOVA GESTIONE A MEZZANONE: I NOMI


g.defilippo@statoquotidiano.it

16 commenti su "CARA, da oggi CRI. Ma esposto in Procura lavoratori: convenzione modificata (V)"

  1. Si, ma avete intervistato solo il capoccia di CRI! E la controparte? Se i lavoratori hanno fatto un esposto, vuol dire che c’erano degli estremi e vorremmo sapere proprio in base a cosa hanno fatto questo esposto, no?!

  2. Avranno fatto l’esposto sotto consiglio di qualche avvocato o per mettere carne al fuoco.
    Una combine di un ente pubblico mi sembra poco fattibile.
    Diciamo che oggi si sta prendendo il vizio di fare esposti e denunce quando non si ha ragione su una cosa…. Tanto tutto poi finisce in prescrizione e anche il rischio della Calunnia. Però l’esposto può mettere paura.

  3. siete solo una banda di ………perchè non spiegate che agli ospiti toglierete tutto quello che fino ad ora per legge li era dovuto. non avranno più diritto a niente. la croce rossa e un ente che fa del bene solo alle loro tasche e quelle di qualche politico …….. buon lavoro nullafa….erchè questo avete fatto per 15 anni. we u fess

  4. Se perché quelli che stavano prima che facevano??? Non mi riferisco a Connecting ma prima vi assicuro che su 4 persone che lavoravano, altre 3 avevano stipendi senza andare mai al CARA… Ed erano parenti di amici e parenti di parenti…
    Ma per favore….

  5. Vorrei chiedere al presedente di CRI come mai c’è tanto accanimento nel voler gestire questo centro dove non credo ci sia il bisogno di aiuti umanitari, a me sembra più un comportamento di una multinazionale con scopi ben più alti di voler dare aiuto lasciando, anzi creando disoccupazione in un contesto dove il tasso di disoccupazione è gia alto. Quindi rifacendoci all’intervista del presidente Rocca di qualche giorno fa che (la CRI non è un associazione a scopo di lucro)……….!!!!!!! ma qui di lucro c’è ne eccome……..Direi quasi che sarebbe proprio il caso di sparare sulla CRI?

  6. ragazzi è inutile commentare ciò che è deciso tanto ciò che il potere decide è legge noi non contiamo niente .l’italia e nella merda per colpa di questa gente che avendo un posto fisso (prefetto)se ne frega di chi a problemi gravi cioè noi che li diamo la possibilità di avere il potere .il loro stipendio è preso dalle nostre tasche vi butta fuori e poi pretendono le tasse non avendo neanche il coraggio di incontrare noi che cerchiamo di guadagnare onestamente lo stipendio per pagare le tasse .che nazione di merda grazie per il vostro menefrechismo nei confronti di cittadini che vogliono vivere onestamente .

  7. A disposizione per qualsiasi integrazione video della controparte. La base dell’esposto è inserita nel testo, grazie, RED.

  8. >
    > Il 27/01/2012 19.58, Fernando COVELLI ha scritto:
    >> HO INVIATO NUMEROSE DI QUESTE E-MAIL AL CONSORZIO- NON MI HANNO MAI RISPOSTO-COSA SUCCEDE NON POSSO CREDERE CHE SIANO COSI SCORTESI.
    > PER ME E’ UNA QUESTIONE DI POCHI EURI PER LORO CI VA DI MEZZO LA DIGNITA’-
    >
    >>
    >> Oggetto: RICHIESTA TRIBUTO EQUITALIA
    >> Data: Tue, 20 Dec 2011 09:29:27 +0100
    >> Mittente: Fernando COVELLI
    >> Rispondi-a: fernando.covelli@poste.it
    >> A: consorzio@bonificacapitanata.it
    >>
    >>
    >> Alla cortese attenzione del Dott.TESTA
    >>
    >> SEGUITO ACCORDI TELEFONICI LE RINNOVO DI SEGUITO LA MIA ISTANZA NEI
    >> CONFRONTI DEL CONSORZIO CHE LEI RAPPRESENTA, SICURO CHE NE LEI NE IL
    >> CONSORZIO VOGLIATE FARE LA BRUTTA FIGURA DI INSISTERE SULLA RICHIESTA
    >> DI UN TRIBUTO CHE RITENGO DA ME NON DOVUTO IN QUANTO NON PROPRIETARIO
    >> DEL TERRENO IN QUESTIONE. POTREI FARE RICORSO ALLA COMMISSIONE TRIBUTARIA
    >> MA MI COSTEREBBE QUANTO IL TRIBUTO STESSO PERTANTO IL 5 FEB P.V.
    >> PAGERO’,MA VOI CERTAMENTE NON FARETE UNA BELLA FIGURA,
    >>
    >>
    >> APPUNTO :
    >>
    >>
    >>
    >>
    >> CON CARTELLA DI PAGAMENTO N: 12420110038279373, L’AGENZIA EQUITALIA DI
    >> VICENZA HA RICHIESTO IL PAGAMENTO DI UN TRIBUTO CONSORTILE PER L’ ANNO
    >> 2011 RELATIVO AD UN TERRENO DA ME VENDUTO NELL’ANNO 2010.
    >> SI TRATTA DI UN TERRENO INSCRITTO AL CATASTO DEL COMUNE DI APRICENA
    >> FOGLIO 72 PARTICELLA 1. LA CUI VENDITA E’ STATA DA ME SEGNALATA CON
    >> NOTA DEL 26 FEB 2011 E DA VOI VOLTURATA CON NOTA 18481 DEL 4 OTT 2011.
    >> POICHE’ LA MIA SEGNALAZIONE E’ ANTECEDENTE LA DATA DI SCADENZA DEL
    >> TRIBUTO PER L’ANNO 2011 E SOLO A CAUSA DI UN VOSTRO RITARDO NELLA
    >> VOLTURA CHE ATTRIBUITE AL SOTTOSCRITTO IL PAGAMENTO PER UN ANNO IN CUI
    >> NON ERO PROPRIETARIO DEL TERRENO:
    >>
    >>
    >> CHIEDO
    >>
    >>
    >> DI RICONSIDERARE LA RICHIESTA E DI ATTRIBUIRLA AL CORRETTO PROPRIETARIO
    >> DELLA PARTICELLA PER L’ANNO2011
    >>
    >>
    >> IN FEDE
    >>
    >> COVELLI FERNANDO
    >>
    >>
    >>

  9. cara redazione potete evitare di riportare sempre tutto ed essere essenziali focalizzando l’ultima notizia? grazie

  10. Gentile lettrice,
    altri utenti potrebbero non avere contezza della vicenda. In alto sono esposte le basi dell’esposto, c’è l’interpellanza parlamentare di Berretta, infine la replica della Cri. In ogni modo cercheremo di fare tesoro della Sua segnalazione, grazie, RED.

  11. grazie per la considerazione redazione! è più fruibile a mio avviso un articolo mirato con i link di riferimento per i richiami al passato o gli approfondimenti!

  12. da premettere che spiace molto per i lavoratori della connecting people,ma l’avv.Di sabato come scrive penso proprio che sia stato abbastanza chiaro, io penso che non si può scrivere meglio di così ,egli ha detto che lo impone la legge.
    Ora per quanto concerne l’esposto in procura fatevi consiglire bene onde evitare eventualmente di danneggiare la vostra tasca.
    Gli avvocati dicono : .
    grazie per l’attenzione.

  13. L’esposto può servire a capire come assumeranno i dipendenti visto che è un ENTE PUBBLICO e non possono “chiamare” i loro amici volontari.
    Questo deve essere chiaro per tutti e questo deve essere vagliato dalla procura.

  14. Ditemi se secondo voi è legale!!!!!!!!!!

    OPENJOBMETIS
    Agenzia per il lavoro

    Dettaglio annuncio
    Offerta 33535
    19/01/2012

    per azienda cliente ricerchiamo autisti soccorritori. I candidati ideali sono in possesso oltre che di patente B, abilitazione necessaria per condurre veicoli di soccorso ( ambulanza ), patente CRI ed attestato di BLS o BLSD, sono empatici ed in grado di lavorare in team.

    Filiale: FILIALE – Foggia

    Regione: Puglia

    Sede di lavoro: Foggia

    Settore: Altri

    Categorie: Infermieri professionali – Operatori socio sanitari – Medici – Fisioterapisti

    Tipo di contratto: Contratto a tempo determinato

    Mansione: Autista soccorritore

  15. C.R.I. – C.A.R.A. facciamoun po’ di conti

    dipendenti 100 x 1000,00 = 100000,00
    contrib. 100 x 500,00 = 50000,00
    tot 150000,00 al mese x 12 mesi=

    1.800.000,00stipendi
    2.000.000,00 alimenti ospiti 700
    1.000.000,00 vestiario e varie
    ____________
    4.800.000,00

    8.000.000,00 appalto 12mesi
    ____________
    3.200.000,00 ???????
    UMANITARI? ONLUS ?

Lascia un commento

"Ognuno ha una favola dentro, che non riesce a leggere da solo. Ha bisogno di qualcuno che, con la meraviglia e l'incanto negli occhi, la legga e gliela racconti".

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.