Edizione n° 5312
/ Edizione n° 5312

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

“Oggi ti devo ammazzare”, minacce e lesioni dopo fine relazione. 38enne garganico assolto da tentato omicidio

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
5 Aprile 2022
Gargano // Manfredonia //

StatoQuotidiano.it, 04 aprile 2022. Con recente provvedimento, il Tribunale di Foggia in composizione monocratica, giudice dr. Ronzino, ha assolto dal reato di tentato omicidio  Antonio Melchionda, nato a San Giovanni Rotondo il 18.05.1984, condannandolo a un anno e 6 mesi per altri reati, riconoscendo le attenuanti generiche.

stalking; un arresto (st - IMMAGINE D'ARCHIVIO, NON RIFERITA AL TESTO - google image)
stalking; un arresto (st – IMMAGINE D’ARCHIVIO, NON RIFERITA AL TESTO – google image)

I fatti.

Da atti relativi alla fissazione del giudizio, l’uomo “con più azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso, con condotte reiterate minacciava di morte e molestava P.F. e L.F.W.” in particolare: “seguendo nei suoi spostamenti P.F., minacciandola di ucciderla qualora avesse intrapreso una nuova relazione sentimentale, attendendola nei pressi della sua abitazione, aggredendola il 28.01.2017 con calci e pugni, afferrandole i capelli e scaraventandola sul letto, quindi continuando a colpirla al fianco, all’addome, alla testa e al collo“.

Inoltre, “il 23.05.2017 raggiungendo F.P. e L.F.W. che erano seduti una panchina, brandendo al loro indirizzo un coltello (..) e tentando ripetutamente di colpirli”, l’uomo avrebbe detto all’indirizzo di L.F.: “Oggi ti devo ammazzare” (non riuscendo a colpire i predetti per la pronta fuga posta in essere”.

Inoltre, il 04.06.2017, “sopraggiungendo, a bordo una vettura del tipo BMW a forte velocità sul marciapiede su cui stavano passeggiando la P.F. e il L.F., investendo la donna frontalmente e scaraventandola a terra, minacciando di motte le due vittime, tanto da cagionare alle stesse un grave e perdurante  stato di ansia e paura e da ingenerare in loro timore per la propria incolumità” (…) con l’aggravante di aver commesso il fatto ai danni di una persona (P.F.) che era stata legata ad esso da una relazione affettiva e con l’aggravante di aver commesso il fatto con l’uso di un’arma“.

I fatti sono stati “commessi dal 28.01.2016 al 04.06.2016 (data dell’arresto)”.

L'avvocato Innocenza Starace (VERDI MANFREDONIA)
L’avvocato Innocenza Starace (foro di Foggia)

Il citato Melchionda, difeso dall’avvocato Innocenza Starace del foro di Foggia, era stato anche accusato di aver portato senza un giustificato motivo fuori dalla propria abitazione un coltello con una lama pari a 11,5 centimetri, utilizzandolo peer l’offesa alla persona (P.F.).

Da evidenziare come, durante l’udienza nel procedimento penale, la parte offesa ha ritirato la querela in seguito alla riconciliazione tra le parti.

Lascia un commento

“I coraggiosi agiscono, i pavidi desistono.” Luigi Giuseppe Bruno D'Isa

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.