CronacaStato news

Dedicata a Walter Distaso la sala al sesto piano del Consiglio regionale


Di:

Bari – “ERA leale, di intelligenza brillante e aveva una sola parola, con lui si poteva stare certi che in politica avrebbe onorato i patti. Walter Distaso era una persona perbene”. Con queste parole, il presidente del Consiglio regionale della Puglia, Onofrio Introna, ha dedicato la sala riunioni al sesto piano del palazzo consiliare di via Capruzzi all’avvocato barese che ha presieduto l’Assemblea dal 21 giugno al 27 ottobre 1985, quando dovette lasciare l’incarico al liberale Nicola Di Cagno, in ragione degli equilibri tra le forze politiche dell’epoca, prima di cedere ad una grave malattia appena due mesi dopo, il 22 dicembre, a 52 anni.

Ricordare “in maniera spontanea, davanti alla famiglia, un vero amico, che ha dato molto alla politica con la sua coerenza”, è stato un “atto molto sentito” per Introna, che ha già dato appuntamento ad una ulteriore cerimonia, nella prima vera sede del Consiglio regionale, in costruzione nel quartiere Japigia, su via Gentile. A Walter Distaso, nel nuovo palazzo, sarà “riconosciuta una sala ancora più prestigiosa”.

Un tributo dovuto alla memoria del professionista, del rappresentante delle istituzioni, dell’uomo, marito e padre. E del politico a lungo militante nella Democrazia Cristiana, in cui ha rivestito incarichi organizzativi e dirigenziali, di segretario cittadino a Bari e regionale.

Il figlio Antonio ha ricordato la dedizione alla politica come servizio, la ricerca costante del confronto per conseguire il bene comune. Qualità di famiglia, visto che anche il fratello Salvatore, scomparso improvvisamente nel 2008, è stato ai vertici della Regione, presidente della Giunta in un quinquennio 1995-2000 importante e travagliato, ma ricco di successi, che ha portato la Puglia all’ammirazione del Paese per la vitalità e la politica di accoglienza nei confronti dell’esodo epocale dall’Albania.

Sulla targa dedicata a Walter Distaso nella sala, campeggia la regola del giurista romano Eneo Domizio Ulpiano, ripresa in molti tribunali: Honeste vìvere, àlterum non ledere, suum cuìque tribùere (La giustizia consiste) nel vivere in maniera onesta, nel non violare i diritti degli altri e nel riconoscere a ciascuno il suo.

Con Introna e l’on. Antonio Distaso, il capogruppo FI-PDL Ignazio Zullo e molti consiglieri regionali di tutti gli schieramenti, sono intervenuti il presidente della Provincia di Bari Francesco Schittulli e i familiari dell’avv. Distaso: la moglie, la cognata Maria Pia, il nipotino Walter primogenito di Antonio, che porta il nome del nonno e ha scoperto la targa.

Redazione Stato

Dedicata a Walter Distaso la sala al sesto piano del Consiglio regionale ultima modifica: 2014-05-05T18:25:44+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This