ManfredoniaStato news

Piano riordino, Pellico-Usppi-Cisnac: Manfrini non ottempera


Di:

Manfredonia – “ANCORA una volta dobbiamo sottoporre all’attenzione dei cittadini l’inottemperanza, di cui di certo non si sorprenderanno, del direttore generale, ing. Attilio Manfrini, circa il Piano di riordino ospedaliero. Sicuramente, il popolo garganico ricorderà i nostri comunicati stampa, e non solo, pubblicati sulle varie testate giornalistiche. Ebbene, a distanza di oltre due anni dall’approvazione del Regolamento Regionale di riordino della rete ospedaliera della Regione Puglia nonché della Delibera del D.G. Manfrini, n. 77 del 13 febbraio 2014 di recepimento del Regolamento suddetto, nella quale viene dichiarato il provvedimento immediatamente esecutivo al fine di ‘consentire la conseguente riorganizzazione dei servizi e delle UU.OO.’, a tutt’oggi tutto tace o, forse, qualcuno pensa che il nostro silenzio sia da considerarsi assenso?!

Il Direttore Generale non ha assolutamente controllato se la sua delibera fosse stata rispettata. Forse perché era anche inutile, visto che il Regolamento è stato approvato dalla Regione Puglia e, per di più, il Presidente della Giunta Regionale, Vendola, in data 28/12/2012, nel regolamento afferma: ‘il presente Regolamento è dichiarato urgente ai sensi e per gli effetti dell’art. 44, comma 3, e dell’art. 53 dello Statuto ed entrerà in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e farlo osservare come Regolamento della Regione Puglia.’

A questo punto chiediamo all’ing. Manfrini quale significato dia alle dichiarazioni del Presidente Vendola. Chi deve essere denunciato per la mancata ottemperanza del Regolamento Regionale? Il Direttore dia risposte concrete e non cerchi di utilizzare come arma costante sempre e soltanto “non c’è la copertura economica”, visto che continuano ad aprirsi servizi presso altri nosocomi dell’ASL! Cari politici svegliatevi! I controlli devono essere effettuati anche da voi!

Alla Regione cosa fate? Volete collaborare con noi per far sì che il nostro nosocomio ritorni a essere di livello intermedio e che tutto il piano di riordino venga eseguito integralmente? O forse state aspettando che la campagna elettorale entri nel vivo per fare promesse che poi saranno, puntualmente, disattese? Dateci risposte e, soprattutto, Fatti. Di sicuro noi non ci fermiamo fino a quando non vedremo attuato il Piano di riordino!
Cittadinanzattiva-Tribunale per i Diritti del Malato, Avv. Eleonora Pellico
Segreteria USPPI
Segreteria CISNAC
Movimento “ La rosa per l’Italia”

Redazione Stato

Piano riordino, Pellico-Usppi-Cisnac: Manfrini non ottempera ultima modifica: 2014-05-05T22:02:32+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
4

Commenti


  • Banana in c......

    Cara Eleonora c’è da lodare il tuo impegno ma la realtà è un’altra a nessuno importa delle sorti del nostro ospedale in primis al nostro amato primo cittadino che parla bene e razzola male. Che dire poi del nostro governatore e del suo degno assessore regionale alla sanità che sicuramente non ha simpatia per Manfredonia ed i suoi cittadini? Al caro direttore ing. Manfrini ( solo in Italia accade che un ingegnere sia a capo di un Ente Sanitario) consiglio l’evacuazione della poltrona, fare il direttore di un Ente così importante per la comunità implica prese di responsabilità ed una oculata gestione delle risorse ( già esigue per loro conto). Ai cittadini di Manfredonia raccomando di eleggere l’Asssssss… alla comunità Europea così da levarcela dalle p…e una volta per tutte. Cara Eleonora sei una ragazza encomiabile ma ancora ingenua, tuttavia mi auguro che tu vada avanti nelle tue battaglie per il giusto riconoscimento dei diritti delle persone che soffrono. Se mi permetti vorrei darti un consiglio, non contare sulla politica e soprattutto sui ” Nostri POLITICI”, per loro i malati sono, quando serve, solo voti elettorali poi possono anche morire. Viva l’Italia …….viva la Repubblica…….. poveri noi……


  • Di tutta l'erba...

    Mah, mi pare di leggere un po’ di qualunquismo…

    Capisco il vento “grillino” che soffia forte (siamo sicuri sia davvero così forte come vogliano farci credere), ma fare di tutta l’erba un fascio mi pare un errore.

    Un “certo” Giandiego Gatta ha fatto delle battaglie ecomiabili per il nostro ospedale, perché non se ne parla??? E’ inutile, finché si parlerà solo del male e mai di quanto di buono c’è, le cose non potranno cambiare…


  • banana in cu......

    Caro di tutta l’erba di casa mia…. sono stato molto titubante a risponderti ma poi quando é troppo é ………..
    mi sembri alquanto coinvolto con il cons.regionale. Onestamente non ho visto grandi lotte dal consigliere citato, poi….. se qualcuno si sente toccato, pazienza vuol dire che un pizzico di verità c’é e non si tratta di grillino ovvero cavalletta è solo questione di dire la verità. Sono tutti attaccccccccccati alla poltrona. Viva l’Italia……viva la repubblica……. poveri noi……..


  • Filippo

    Ciao Banana e Di tutta l’erba,
    credo di condividere entrambe le vostre visioni.

    Sono convinto che molti dei politicanti (che non sanno neanche parlare un italiano corretto! 🙁 ) locali siano interessati solo alla poltrona, tuttavia ritengo esistano delle eccezioni… l’avv.Gatta credo sia una di queste. E non lo dico per partito preso… andate a vedere cosa è successo nei mesi scorsi, basta scrivere “Ospedale” e cercare all’interno del sito di questo giornale.

    E’ giusto criticare, ma fare “di tutta l’erba” un fascio (scusa se ti copio il nickname! 🙂 ) penso sia sbagliato.

    Saluti,

    Filippo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This