Manfredonia

Biogas Agrispes,Comune: rifacimento non modifica potenza termica


Di:

ENERGIA elettrica da biogas da biomassa vegetale grazie a un impianto in costruzione a Manfredonia, a nord della DI/46 (stato@)

Manfredonia – IL “rifacimento non modifica la potenza termica e la fonte rinnovabile utilizzata rispetto al progetto accolto”. Con recente determina, presa d’atto, del dirigente dell’Ottavo settore del Comune, della “variante non sostanziale” apportata all’impianto di produzione di energia elettrica a biogas da biomassa vegetale della Agrispes sarl, sito nella zona industriale d3e ex di46 – comparto 2 (Agevolazioni ministeriali, Agrispes: Investimento ammesso 4.956.185,56, Contributo C/impianti 896.000,00, Finanziamento aqevolato 930.000,00, agevolazioni totali 1.826.000,00).

Come risultato dalla recente determina dirigenziale, il 16.02.2012, il sig. Antonio Ippedico, legale rappresentante della società agricola Agrispes a r.l. ha presentato “Procedura Abilitativa Semplificata”, per la realizzazione di un impianto di produzione di energia elettrica a biogas da biomassa operante in assetto cogenerativo della potenza elettrica inferiore ad 1 MWe e di potenza termica inferiore a 3MWt da localizzare nella zona industriale di Manfredonia, in zona omogenea D3E ex DI46 comparto 2.

Sulla base dell’istruttoria effettuata, della vincolistica del sito, del certificato di destinazione urbanistica allegato alla richiesta e tenuto conto di quanto previsto dalla legge è stata convocata una Conferenza di servizi, con invito esteso all’Arpa Puglia, ASL, Comando provinciale di Vigili del Fuoco, Provincia di Foggia, Autorità di Bacino Puglia. Il 20.06.2012, in conclusione della conferenza di servizi è stata adottata la Determina dirigenziale n.898 di conclusione positiva del procedimento.

Il 28 settembre 2012, per quanto prescritto con la determina n. 898/2012, la società Agrispes ha trasmesso gli elaborati scritto-grafici di dettaglio integrativi (progetto esecutivo) tenuto conto di quanto previsto dalla Determina del Dirigente della Regione Puglia del settore Ecologia della RegionePuglia n.21 del 4/02/2003, nonché delle indicazioni e prescrizioni di cui alla nota del settore urbanistica prot. n. 22194 del 14.09.2012.

LE MODIFICHE APPORTATE ALL’IMPIANTO. L’11.10.2012 il progettista comunicava la modifica al layout dell’impianto (modifica non sostanziale) e solo per la parte attinente il processo di produzione di biogas e comunque non incidente sulle condizioni e prescrizioni dettate dai vari Enti; in particolare con la comunicazione si dava atto delle modifiche apportate al sistema tecnologico tramite la realizzazione di un solo digestore in luogo di due e modificando il sistema di pretrattamento dell’insilato. Alla comunicazione veniva allegata planimetria riportante il nuovo layout, nonché dichiarazione da parte del progettista in ordine alla modifica apportata, da ritenersi non sostanziale, “trattandosi di un rifacimento che non modifica la potenza termica e la fonte rinnovabile utilizzata rispetto al progetto accolto con determina n. 898 del 20.06.2012”, come indicato dal dirigente comunale.

In seguito, l’08.01.2013 la società Agrispes presentava gli elaborati progettuali di dettaglio, ad integrazione della documentazione trasmessa l’11.10.2012 con allegata dichiarazione a firma del tecnico progettista conformemente a quanto previsto dalla legge.

Dunque la presa d’atto del Comune considerato che ”per gli impianti a biomassa, bioliquidi e biogas non sono considerati sostanziali i rifacimenti parziali e quelli totali che non modificano la potenza termica installata e il combustibile rinnovabile utilizzato ”. “La modifica risulta compatibile con gli strumenti urbanistici approvati e i regolamenti edilizi vigenti” e “non altera il rispetto delle norme igienico-sanitarie nonché tutte le caratteristiche progettuali oggetto di valutazione nella conferenza di servizi.”

IMPIANTO BIOGAS AGRISPES, LE RIFLESSIONI DEL MEC: competenza urbanistica di competenza Consiglio; RISPOSTA “Niente Forsu o Cymodocea nodosa. L’impianto si servirà delle colture derivanti dai 400 ha circa presenti in un raggio di 15-18 km, con suoli anche in affitto della società. NOTA DEL DIRIGENTE ING.LORUSSI: IMPIANTO COMPATIBILE CON DESTINAZIONE D’USO PRGC

‘L’ALTRO’ IMPIANTO DI COMPOSTAGGIO: 3 MILIONI DI EURO DALLA REGIONE PER IL COMUNE DI MANFREDONIA


g.defilippo@statoquotidiano.it

Biogas Agrispes,Comune: rifacimento non modifica potenza termica ultima modifica: 2013-06-05T18:16:47+00:00 da Giuseppe de Filippo



Vota questo articolo:
4

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This