Cronaca

Pianto anticorruzione, Giannatempo: già individuato responsabile


Di:

Il sindaco di Cerignola Antonio Giannatempo (STATO@)

Cerignola – “LA Giunta Comunale di Cerignola ha già provveduto alla nomina del responsabile della prevenzione e repressione della corruzione e dell’illegalità nella Pubblica Amministrazione, ai sensi della legge 190 del 2012. Lo ha già fatto tre mesi e mezzo fa, il 21 febbraio, adottando la delibera n.70, su proposta dell’ assessore al Contenzioso Marco Merlicco.

Ed il responsabile è stato individuato nel Segretario Generale del Comune, la dottoressa Rosaria Claudione”. Così risponde il Sindaco Antonio Giannatempo al coordinatore provinciale di “Fratelli d’Italia”, Domenico Farina, che nei giorni scorsi aveva inviato una missiva allo stesso primo cittadino, agli assessori, ai consiglieri comunali ed al Segretario generale dell’Ente, riguardante l’adozione del Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione. Una lettera nella quale Farina stigmatizzava la mancata nomina, da parte dell’Amministrazione, del responsabile della prevenzione della corruzione nella P.A, aggiungendo: “il Comune di Cerignola non ha approvato il Piano Triennale, nonostante il termine sia scaduto ormai da oltre quattro mesi”.

“Prendo atto che lei ignora la delibera di febbraio – dice Giannatempo rivolgendosi a Farina nella lettera di risposta -. La sua nota presenta ulteriori inesattezze.

La Commissione Indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l’Integrità delle amministrazioni pubbliche, infatti, a seguito di numerose richieste sul tema, ha specificato che il termine per l’adozione del Piano triennale di prevenzione della corruzione va inteso come ordinatorio e non perentorio. Del resto la stessa Civit non ha ancora approvato il relativo piano nazionale, né si è ancora espressa sul punto la Conferenza unificata Stato-Regioni. Ciononostante, questo Ente sta effettuando le proprie valutazioni in merito all’opportunità di adottare un Piano provvisorio”.

Redazione Stato

Pianto anticorruzione, Giannatempo: già individuato responsabile ultima modifica: 2013-06-05T14:36:58+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Redazione

    La replica di Farina a Giannatempo.

    Il Sindaco di Cerignola per la prima volta risponde ad una mia nota.
    Sono felice per questo! C’è voluto un po’ di tempo, ma alla fine ci sono riuscito: il Sindaco mi parla e lo fa, ovviamente, nel peggiore dei modi.
    Egli, infatti, stizzito mi dice che la Giunta Comunale di Cerignola ha già provveduto alla nomina del responsabile della prevenzione e repressione della corruzione e dell’illegalità nella Pubblica Amministrazione e questo sarebbe avvenuto addirittura “tre mesi e mezzo fa”.

    Il problema, però, è che il termine per l’approvazione del piano triennale di prevenzione della corruzione risulta scaduto oltre quattro mesi e mezzo fa.

    Dunque ancora una volta il Comune di Cerignola arriva in ritardo, anzi non ha ancora raggiunto l’obiettivo; e mentre comuni come San Severo celebrano l’approvazione ed adozione del piano triennale, il nostro Sindaco si accontenta della nomina del responsabile, peraltro indicato dalla legge, e nulla di più.

    Contento Lei Sindaco, noti Le restituisco il lei datomi sprezzantemente.

    Ma Giannatempo, com’è sua abitudine, riesce a superarsi.Egli, dopo avermi accusato di essere disinformato, così si esprime: “La sua nota presenta ulteriori inesattezze”.

    Ancorché il Sindaco usi il plurale, l’inesattezza sarebbe una sola e cioè che il termine per l’adozione del Piano triennale di prevenzione della corruzione va inteso “come ordinatorio e non perentorio”

    E ci mancherebbe altro; vede Sindaco io non ho mai parlato di termine perentorio, Le ho semplicemente detto di sbrigarsi; posso anche aggiungere -e qua forse è Lei il distratto- che non v’è sanzione per la mancata adozione, ma questo, mi consenta, non significa nulla.

    Vede Sindaco qui il problema è più etico e d’immagine, che altro: rispetto a temi del genere, è sciocco trincerarsi dietro all’ordinarietá del termine o meno; il piano va approvato punto e basta e noi staremo a vedere quando ciò avverrà, sollecitandola costantemente,

    Ma la sua rinnovata loquacità e la Sua propensione al rispetto delle regole, mi dá la stura per chiederLe lumi circa la presunta incompatibilità del vice sindaco: forza Giannatempo, ci illumini, chiarisca il suo pensiero e, perché no, rimuova l’incompatibilità, perché anche questo, per noi umili mortali, significa rispetto delle regole!

    A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This