GarganoManfredonia
"La madre della bambina, separata, aveva negato il consenso"

Appone lapide su loculo figlia, rimozione Comune, Tar ribalta


Di:

Bari – “(..) il potere del Comune di agire d’imperio per rimuovere dal cimitero epigrafi, copritomba o lapidi non corrispondenti a dette finalità, sottende certamente un potere discrezionale che, ai sensi dell’art. 21 octies l. 241/90, richiede – quando sia mancata la comunicazione di avvio del procedimento – la prova che non avrebbe potuto esserci diverso esito se pure l’interessato pretermesso vi avesse preso parte”. Con recente sentenza, il Tar Puglia di Bari ha accolto il ricorso di un privato contro un Comune del Gargano, e con l’intervento di ad opponendum di un altro privato, per l’annullamento di una passata determinazione dirigenziale emessa dal Comune con la quale si era ordinata “la rimozione immediata di una lapide” collocata sul loculo del cimitero cittadino, ritenuta apposta “in modo abusivo (..) ad opera di ignoti”.

Come riporta il Tar, il ricorrente aveva chiesto al Comune di essere autorizzato ad apporre una lapide con epigrafe sulla tomba di sua figlia. In seguito l’autorizzazione gli era stata negata “perché la madre della bambina, coniuge separato del ricorrente, aveva revocato il consenso, in un primo momento accordato (..) al rilascio di detta autorizzazione a nome del ricorrente, chiedendo invece che fosse rilasciata congiuntamente ad entrambi i genitori”.

In seguito, il padre ha posto sulla tomba, che per quanto detto fino ad allora ne era rimasta priva, una lapide (..). Quindi la determina del Comune che ne aveva ordinato, ai sensi di legge, la rimozione immediata. In seguito il ricorso e la richiesta di revoca del provvedimento di rimozione della lapide e il riesame dell’istanza già fatta al Comune, con diniego da parte dell’Ente.

Redazione Stato@riproduzioneriservata

Appone lapide su loculo figlia, rimozione Comune, Tar ribalta ultima modifica: 2014-06-05T22:04:19+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This