Cronaca

Candela, Freda, su ambiente Gatta ha perso ennesima occasione


Di:

Il sindaco di Candela Nicola Gatta (ST)

Candela – “LA miseria di una cultura politica democratica, seppur con sterili tentativi di disponibilità al confronto, conduce, inevitabilmente, il sindaco verso l’unico contraddittorio che conosce e che ha ereditato: la rissa e l’offesa dell’avversario politico”. E’ quanto dice il segretario del PD di Candela Rocco Freda dopo che nei giorni scorsi, con un comunicato a mezzo stampa, il sindaco di Candela ha accusato il PD locale di “terrorismo mediatico”.

“All’accusa di essere persone che non lavorano rispondiamo che, a differenza di soggetti a lui vicini, che hanno fatto della politica il proprio “mestiere”, il PD candelese è formato da lavoratori, pensionati e studenti che ogni giorno fanno il proprio dovere. Ad esso appartengono anche tanti giovani che hanno visto sfumare il proprio futuro e che vedono impoverirsi culturalmente e socialmente il proprio paese”. “La responsabilità di tale fallimento ricade su chi ha amministrato il nostro comune negli ultimi anni, svendendo le risorse del proprio territorio, centrale Edison ed eolico, senza che questo comportasse un reale rilancio economico ed occupazionale. Un’ulteriore precisazione ci sembra doverosa: a decidere chi è maggioranza e chi opposizione è il corpo elettorale e non certo il sindaco”.

“All’accusa di non leggere gli atti amministrativi replichiamo che, proprio perché prediligiamo una politica basata sul confronto dei fatti e non delle chiacchiere, nell’ultimo consiglio comunale abbiamo assunto una posizione ben precisa riguardo l’ampliamento della rete di teleriscaldamento della centrale Edison. Chi ci accusa di terrorismo mediatico si spera abbia letto lo schema di convenzione che ha approvato. La convenzione contempla una serie di compensazioni ambientali a fronte di “eventuali impatti in tale ambito territoriale in relazione a emissioni in atmosfera, ai corpi idrici, al suolo e sottosuolo, a rumore e vibrazioni, a vegetazione, flora, fauna, ecosistemi ed al paesaggio”.

La posizione del PD candelese si è indirizzata, prevalentemente, in tre proposte:
1. Una verifica congiunta dei rischi ambientali paventati nella stessa convenzione e contestuale incarico ad una ditta terza dei controlli ambientali;
2. L’apertura di un tavolo congiunto tra Comune, Edison, gruppo Ciccolella (utilizzatore finale) e parti sociali affinchè tale ampliamento sia il presupposto per creare nuova occupazione e per stabilizzare quella esistente;
3. Destinazione dei benefici della compensazione ambientale con ricadute concrete sull’intera collettività candelese mediante contratti vantaggiosi dell’energia elettrica e con l’eliminazione dell’IMU sulla prima casa”.


“Non nutriamo eccessive speranze sulla capacità di ascolto del sindaco Gatta ma vogliamo tranquillizzarlo sul fatto che il PD continuerà ad incalzarlo e non si accontenterà delle solite promesse-annuncio a cui, molto spesso, non seguono fatti concreti”, termina il segretario del PD di Candela Rocco Freda.


Redazione Stato

Candela, Freda, su ambiente Gatta ha perso ennesima occasione ultima modifica: 2012-08-05T13:27:08+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This