ManfredoniaSport

Delfino Manfredonia: lo sport davvero per tutti, ma restano pregiudizi


Di:

Associazione disabili Delfino Manfredonia (statoquotidiano)

Manfredonia – LO sport per tutti, soprattutto per chi pensa di non poterlo fare, come mezzo di aggregazione e integrazione. All’inizio di una stagione che si preannuncia intensa e ricca di novità, Stato ha incontrato volontari, allenatori e ragazzi dell’Associazione Sportiva Dilettantistica per disabili Delfino.

“L’associazione nasce nel 1989 dalla volontà di promuovere a Manfredonia la pratica dello sport, in quanto diritto inalienabile ed universale, anche da parte di persone svantaggiate, in particolare diversamente abili.”- esordisce Vincenzo Di Staso, presidente dell’associazione. “Ma la Delfino organizza anche convegni, manifestazioni ed attività sociali in genere, in favore della disabilità e per la tutela dei suoi diritti”.

Le discipline sportive praticate sono in particolare: atletica leggera, calcio (a 5 a 7 e a 11), tennis, tennis tavolo, pallacanestro, ginnastica ritmica, scherma e da poco anche tiro con l’arco, il tutto senza alcuna spesa da parte degli atleti associati, ad oggi 45. Sin dall’anno della fondazione l’associazione partecipa alle attività organizzate a livello nazionale dal comitato paralimpico, in particolare dalla FISDIR (Federazione Italiana Sport per la disabilità Intellettuale e Relazionale) e dallo Special Olympics, organizzazione che si occupa dello sport per disabili gravi.

La stagione 2013/2014 sarà molto intensa per i ragazzi della Delfino: li attendono i campionati regionali di atletica leggera (in cui da circa 20 anni si confermano campioni), i campionati regionali di calcio (sono attualmente campioni regionali di calcio a 5) ed i campionati regionali di ginnastica ritmica. Inoltre parteciperanno agli Special Olympics nazionali di atletica leggera e di calcio (nel loro palmares anche una coppa Italia di atletica ed un titolo di vicecampioni nazionali di calcio a 5) e ci sarà anche chi si cimenterà nei campionati di settore di tennis, tennis tavolo e scherma. Nello svolgimento delle attività sportive gli allenatori ed i volontari della Delfino si avvalgono della collaborazione di altre associazioni sportive manfredoniane come l’ASD Basket Angel, l’ASD Tennis Tavolo, l’Accademia di Scherma Re Manfredi, e l’insegnante Maria Grazia Gramazio per la ginnastica ritmica. “Ciò per dare un valore aggiunto alla preparazione atletica dei nostri ragazzi- afferma l’allenatore Luciano Armiento, facendo in modo che non ci siano differenze fra il loro modo di praticare sport e quello dei cosiddetti normodotati”.

La “differenza” sta per chi allena questi ragazzi (a titolo rigorosamente gratuito) nella “gioia immensa” che si prova nel vedere i propri atleti, allenarsi anno dopo anno e riuscire anche solo a raggiungere il traguardo, indipendentemente dalla vittoria. La “differenza” sta nella vitalità incontenibile di Michele, socio della Delfino da 20 anni, che in associazione pratica atletica, calcio a 5, pallacanestro e tennis tavolo. Per lui fare sport significa fare nuove amicizie, ma anche “diventare più bravo” ed invita tutti i ragazzi a conoscere la Delfino.

“Dopo quasi 25 anni di attività, la nostra associazione è una realtà forte e presente a cui gli sportivi, manfredoniani e non solo, si sono abituati- aggiunge il presidente Di Staso– certo, non sono mancate occasioni in cui abbiamo dovuto, e dobbiamo tuttora, combattere contro pregiudizi e barriere morali, ma in linea di massima la cittadinanza e le istituzioni si mostrano molto sensibili e positive di fronte alla nostra attività.

“Tuttavia quest’anno la Delfino non sarà solo sport-racconta con entusiasmo Luciano– in occasione del venticinquennale dell’associazione, che ricorre il prossimo anno, si è pensato di organizzare diversi laboratori. Questo mese infatti partiranno il corso di acconciatura in collaborazione con l’hairstylist Monica Di Benedetto ed il corso di pasticceria con Raffaella Fariello. Per i prossimi mesi invece sono in preparazione laboratori di dizione e lettura, dog therapy, decoupagee danze popolari. Vogliamo che i ragazzi si cimentino in ogni campo –continua Armiento- vogliamo abbracciare tutta la loro vita, perché purtroppo per molti di loro, l’associazione costituisce l’unica possibilità di uscire di casa e trascorrere del tempo fuori dall’ambiente familiare.

La soddisfazione è percepibile negli occhi del presidente, degli allenatori, dei ragazzi, ma si può sempre fare di più: “I progetti per il futuro sono tantissimi,-chiosa Di Staso- ma per realizzarli occorrono fondi, invito gli enti pubblici, gli sponsor privati e le persone di buon cuore a ricordarsi della nostra associazione e delle nostre attività e a venire incontro alle nostre esigenze.”

(A cura di Annapina Rinaldi – aprinaldi@alice.it)

FOTOGALLERY

Delfino Manfredonia: lo sport davvero per tutti, ma restano pregiudizi ultima modifica: 2013-11-05T14:37:53+00:00 da Annapina Rinaldi



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • francesco

    È possibile avere indicazioni per i corsi di tennis? Grazie


  • Annapina Rinaldi

    La sede dell’associazione è in Via delle Cisterne 45. Soprattutto di mattina trovi sempre qualcuno che può darti informazioni. Buona Serata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This