Manfredonia
Durante la manifestazione l'attore Michele Trotta (Presidente dell'Associazione "Il Palcoscenico") declamerà alcune delle poesie contenute nel libro

“Alberi”, il Magistrato Giuseppe Pellegrino presenta a Manfredonia

"Perché nella storia dell'albero ritrovo quella dell'uomo - spiega Pellegrino - L'albero non è mai solo nelle campagne, vive e respira con altri che stanno attorno"


Di:

Manfredonia. Si chiama “Alberi” ed è, in ordine di tempo, l’ultima fatica letteraria del Magistrato Giuseppe Pellegrino che sarà presentata sabato 7 novembre p.v. alle ore 19 presso l’Auditorium “Cristanziano Serricchio” di Manfredonia. A prendere parte alla presentazione del volume – una raccolta di diverse decine di suggestive ed inedite poesie- pubblicato da “Edizioni del Rosone”, oltre all’autore, saranno Angelo Riccardi (sindaco di Manfredonia), Pasquale Caratù (Presidente del Nuovo Centro di Documentazione storica di Manfredonia), Falina Maresca (“Edizioni del Rosone”) ed Italo Magno. A moderare l’incontro il giornalista Matteo Palumbo.

Durante la manifestazione l’attore Michele Trotta (Presidente dell’Associazione “Il Palcoscenico”) declamerà alcune delle poesie contenute nel libro. L’autore Giuseppe Pellegrino, nato a Manfredonia , è stato Magistrato presso i tribunali di Vigevano, Lucera e Foggia, Presidente della Corte di Appello di Potenza, ed ha già pubblicato altre 17 opere, di cui ben tre di narrativa e poesia. Dal canto suo”Alberi” è un libro costituito da composizioni che mettono a nudo la vita nelle scelte fondamentali dell’esistenza ed evidenziano le esperienze principali effettivamente vissute. Quattro i temi fondamentali rappresentanti: la natura nelle varie forme, i ricordi, la realtà ed il sogno, i segni della fede.

Ma, perché “Alberi”? “Perché nella storia dell’albero ritrovo quella dell’uomo – spiega Pellegrino – L’albero non è mai solo nelle campagne, vive e respira con altri che stanno attorno… Anche dalle stesse radici nasceranno i giovani fusti pronti ad affrontare rigidi inverni e rigogliose primavere. Simile è la parabola esistenziale dell’uomo creato per relazionarsi con gli altri che diventano i destinatari della sua esigenza di amare senza nulla chiedere in cambio se non di essere riamato”.

“Alberi”, il Magistrato Giuseppe Pellegrino presenta a Manfredonia ultima modifica: 2015-11-05T09:58:34+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This