Cronaca
Nota di Franco Cuttano, componente del Comitato Pro-Iriip

Campi Diomedei, F.Cuttano: “Una ‘cambiale’ regionale per Foggia”


Di:

Foggia. ”Bell’affare ha fatto Foggia e l’intera Daunia! I nostri due assessori dauni Raffaele Piemontese (Bilancio) e Leo Di GIoia (Agricoltura) si sono lasciati magistralmente ‘infinocchiare’ dalla Regione Puglia (dei Peucezi/baresi e dei Messapi/leccesi-tarantini) che ha consegnato loro una bella CAMBIALE trentennale da consegnare al Comune di Foggia. Un Comune che ha già grossissimi problemi di bilancio lasciati soprattutto da quell’amministrazione Ciliberti che per mano del suo assessore senza idee, fu ideatrice e promotrice dell’irresponsabile e nefasto progetto: “Campi Diomedei” nato, appunto, da un concorso d’idee molto discutibile (che fine abbia fatto il “Progetto Pro-IRIIP” per ben due volte presentato NON SI SA!!! Il secondo consegnato direttamente nelle mani del dirigente-capò ing.Paolo Affatato il 28.04.2011 protocollo n. 46232 – Ufficio Urbanistica). Un lasciato penoso bilancio che con affanno si dedicò il subentrante sindaco Gianni Mongelli per migliorarlo riuscendo ad evitare il commissariamento.

Tutti i foggiani ricordano come Mongelli fu politicamente pugnalato alle spalle (gli fu impedito di riproporsi per il secondo mandato). Al tradito Sindaco uscente (vistosamente stimato ed apprezzato dall’attuale Sindaco Landella) fu ingiustamente negata la possibilità di poter vantare ed amministrativamente godere quei risultati che arrivarono grazie al suo brillante lavoro certosino. I “pugnalatori-traditori” di Mongelli preferirono quell’Augusto Marasco (..) e sono gli stessi che incoronarono sindaco il disastroso Ciliberti. Il Marasco è noto per il suo insistente interessamento al progetto “Campi Diomedei” come è anche noto essere un ingegnere di professione che sa progettare ponti anche per i Parchi prediligendo quelli che s’ispirano a Diomede.

Bene, il COMITATO pro-IRIIP che rappresento dal lontano 1996, ha attenzionato anche a mezzo stampa, (oltre Teledauna e video YouTube) l’Amministrazione del Sindaco Franco Landella sui gravissimi e nefasti risultati che potrebbe riservarci la messa in opera del sinistroso progetto “Contesti” Campi Diomedei. Tocca alla Regione Puglia, come per il Gino Lisa, preoccuparsi e spendere soldi per rilanciare l’IRIIP (Istituto Regionale Incremento Ippico Pugliese) e far rivivere quel Parco Equestre di 23 ettari che, come dal condiviso “Progetto-Pro IRIIP” (scaricabile on-line – supportato da oltre 10.000 firme e condiviso e sottoscritto da più di 30 Associazioni di rilievo) deve essere aperto a tutti i cittadini per goderselo a piedi, di corsa, in bici e/o a cavallo e all’occorrenza utilizzato per eventi di qualsivoglia natura non in conflitto con i cavalli e con le funzioni istituzionali dell’IRIIP.

Così anche si legge negli antichi atti di consegna del vasto suolo “Pila e Croce” all’allora Ministero della Difesa che accettò il dono e il sacrificio finanziario foggiano ma anche le condizioni che pose il nostro Comune per costruire a Foggia il richiesto “Deposito Cavalli Stalloni” oggi IRIIP, dal 1977 passato per legge alla Regione con le stesse condizioni). Tutta la città (posso dirlo grazie alle firme e alle condivisioni citate, che i dirigenti-capò dell’Urbanistica non possono vantare) insieme al Comitato Pro-IRIIP, auspica che il Sindaco Franco Landella e i suoi assessori, ma anche tutti i membri del Sovrano Consiglio comunale, non cadano nel tranello dell’esosa trentennale “Eco-CAMBIALE” della Regione, la quale procurerà la bancarotta del Comune di Foggia già in affanno (per i tagli governativi) nel chiudere le pericolose buche delle nostre strade. “CREARE per DISTRUGGERE” è una PAZZIA!!!”.

(Foggia, 05.11.2015 – Franco Cuttano, componente del Comitato Pro-Iriip)

Campi Diomedei, F.Cuttano: “Una ‘cambiale’ regionale per Foggia” ultima modifica: 2015-11-05T20:46:58+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This