Politica
“È evidente - continua la consigliera Di Bari - che voler procedere in questo modo per le assunzioni"

Concorso RIPAM, Di Bari: “Basta parole”

"Le assunzioni nella pubblica amministrazione devono avvenire solo e solamente a seguito del superamento del concorso"


Di:

Bari. In seguito all’incontro avvenuto ieri in regione, tra i capigruppo e il comitato “Idonei Ripam Puglia”, la portavoce M5S alla regione Grazia Di Bari dichiara: “Che il concorso Ripam, fosse stato bandito dalla scorsa amministrazione Vendola, per permettere anche la stabilizzazione dei precari, era chiaro a tutti fin dall’inizio. Non a caso per questa categoria erano stati previste delle agevolazioni, quali l’accesso diretto al concorso saltando la fase delle pre-selezioni nonché dei punteggi aggiuntivi per gli anni di lavoro svolto negli anni precedenti.” Nonostante ciò molti precari hanno deciso di non partecipare al concorso mentre altri che hanno partecipato non l’hanno superato. E di qui, secondo la consigliera pentastellata è partita tutta la pantomima della politica, che pur di far rientrare dalla finestra chi è uscito dal portone, ha prima ritardato la pubblicazione delle graduatorie, ed ora vorrebbe, non tener conto dell’esito del concorso, volendo assumere i vincitori, a seguire i precari e poi da ultimo gli idonei.

“È evidente – continua la consigliera Di Bari – che voler procedere in questo modo per le assunzioni, è un metodo che possiamo definire schizofrenico e lesivo dei diritti di chi ha studiato, si è preparato ed ha superato il concorso. L’assessore Nunziante, deve dar seguito a quanto già annunciato dal Presidente Emiliano durante l’illustrazione delle linee programmatiche: le assunzioni nella pubblica amministrazione devono avvenire solo e solamente a seguito del superamento del concorso”.

Redazione Stato Quotidiano.it

Concorso RIPAM, Di Bari: “Basta parole” ultima modifica: 2015-11-05T18:07:28+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This