SportStato prima
Appellandosi alla CAS, il signor Rossi aveva chiesto l'annullamento o la modifica della decisione dei Commissari FIM pronunciata al Gran Premio Shell Malesia di Sepang

La CAS rigetta l’appello di Rossi

Come conseguenza di questa sentenza, al Gran Premio de la Comunitat Valenciana, ultima gara del Campionato del Mondo FIM, Rossi partirà dall'ultima posizione


Di:

Roma. La Corte Arbitrale per lo Sport ha respinto la richiesta avanzata da Valentino Rossi contro la penalità inflittagli dai Commissari FIM. Il 4 novembre 2015, si è tenuta l’udienza preliminare presso la sede della Corte Arbitrale per lo Sport (CAS) di Losanna tra Valentino Rossi e la Federazione Internazionale di Motociclismo (FIM), rappresentata dal suo direttore legale, Richard Perret. Dopo aver ascoltato le parti in causa, la CAS ha emesso un’ordinanza che respinge la domanda di sospensione della penalità presentata dal Sig. Rossi, in merito alla decisione del 25 ottobre 2015 dei Commissari FIM. La sentenza della CAS sulla richiesta di sospensione non è una decisione definitiva sul caso. Appellandosi alla CAS, il signor Rossi aveva chiesto l’annullamento o la modifica della decisione dei Commissari FIM pronunciata al Gran Premio Shell Malesia di Sepang, in cui erano stati assegnati dalla Race Direction 3 punti di penalità al signor Rossi, in seguito all’incidente verificatosi alla Curva 14. La FIM prende atto della sentenza della CAS. Come conseguenza di questa sentenza, al Gran Premio de la Comunitat Valenciana, ultima gara del Campionato del Mondo FIM, Rossi partirà dall’ultima posizione in griglia. (fonte: motogp.com)

La CAS rigetta l’appello di Rossi ultima modifica: 2015-11-05T15:41:30+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This