Manfredonia

Prefettura: Italo Magno sarà convocato per il prossimo Coord. Forze Polizia

Accertamenti in corso del Comando provinciale dei Carabinieri, ricordando come al momento non sia stata diramata l'ufficialità dell'atto intimidatorio per i fini indicati


Di:

Foggia/Manfredonia. AL di là di fonogrammi, pec e segreterie, il consigliere comunale di ‘Manfredonia Nuova’, prof. Italo Magno, dovrebbe essere convocato e dunque ascoltato la prossima settimana nell’ambito della riunione del Coordinamento provinciale delle Forze di Polizia. La precisazione segue una prima comunicazione del consigliere Magno che ha messo in evidenzia la mancata convocazione ad una medesima riunione svoltasi in Prefettura a Foggia, alla presenza tra l’altro del vice-sindaco del Comune di Manfredonia in qualità di rappresentante della P.A.. “Si è trattato di un disguido; inutile parlare di altro, – dice a Stato Quotidiano la Dr.ssa Carmela Aponte, Capo di Gabinetto della Prefettura di Foggia – “difatti il consigliere Italo Magno sarà ascoltato nel corso della prima convocazione del coordinamento; dunque il problema non sussiste”.

Da ricordare come le riunioni relative al Comitato provinciale per l’ordine, che a sua volta si divide in riunioni per l’Ordine e la sicurezza pubblica e riunioni del Coordinamento provinciale delle Forze di Polizia (alla presenza dei vertici della Questura, Guardia di Finanza, Arma dei Carabinieri, Corpo Forestale) hanno solitamente cadenza settimanale – “anche se non sono mancate più riunioni in determinati casi”, aggiunge la dr.ssa Aponte – e sono convocate per la discussione di diversi punti.

Non c’è ancora certezza dell’atto intimidatorio proteso a “tappare la bocca” a qualcuno. Da ricordare come l’associazione ‘Manfredonia Nuova‘, rappresentata in Consiglio comunale dal prof. Italo Magno, aveva comunicato il 28 ottobre 2015 che “dopo i proiettili e le frasi minatorie del febbraio scorso, un nuovo atto delinquenziale contro il prof. Italo Magno, che ha messo a soqquadro gran parte degli arredi esterni della sua casa di campagna (nel territorio di San Giovanni Rotondo,ndr). La città di Manfredonia ne rimane ferita. Si è deciso di colpire il nostro Consigliere comunale per la sua intransigente lotta a difesa degli interessi economici, sociali ed ambientali della nostra terra. Vogliono colpirne uno per intimidirci tutti. Ci vogliono togliere la libertà di decidere democraticamente del nostro futuro. Manfredonia non rimanga inerte, perché la lotta di Italo Magno è sempre stata a difesa della democrazia e del diritto della cittadinanza all’autodeterminazione. Hanno paura delle parole, soprattutto quando esse parlano il linguaggio del coraggio e della verità. Se viene tappata la bocca a Italo Magno verrà tappata a tutti. Cittadini, occorre protestare, liberamente e democraticamente, contro chi vuole far precipitare Manfredonia nella barbarie. Tutte le associazioni ed i partiti si uniscano, perché solo con l’unità la città può difendere la libertà ed i propri diritti”.

Accertamenti in corso del Comando provinciale dei Carabinieri, ricordando come al momento non sia stata diramata l’ufficialità dell’atto intimidatorio per i fini indicati. Emersi comunque emersi importanti ai fini dell’indagine.

g.defilippo@statoquotidiano.it

Prefettura: Italo Magno sarà convocato per il prossimo Coord. Forze Polizia ultima modifica: 2015-11-05T14:45:56+00:00 da Giuseppe de Filippo



Vota questo articolo:
7

Commenti


  • L'anticristo si è fermato a Manfredonia

    Prof. Magno Dio è con te.


  • antonella

    Purtroppo a manfredonia non c’è solo un clima di intimidazione e di sopraffazione,
    I cittadini che si fermano a leggere le comunicazioni a cura del CONSIGLIERE MAGNO, affisse davanti alla sede di MANFREDONIA NUOVA sita in piazza Duomo, subiscono aggressioni fisiche e verbali da facinorosi,che avvicinandosi alle porte della sede, orinano loro o fanno orinare i loro cani, prendendo a male parole i cittadini che vogliono leggere, proprio stamattina , una cittadina è incorsa in un facinoroso che ha fatto orinare sulle scarpe della malcapitata,e poi l’ha presa a male parole perché leggeva tali comunicati. Il prefetto deve sapere che ormai la questione è davvero paradossale, urge prendere dei provvedimenti, esistono le telecamere perche’ non si usano per punire questa gentaglia . Vogliono incutere timore, spaventare, minacciare chiunque la pensi diversamente da loro. A manfredonia ci sono persone che non vogliono ci sia un opposizione.


  • svolta

    Ecco a cosa serve la diplomazia e la scienza politica…. ha messo una pietra sopra alla questione, però nelle menti di chi l’ha vissuta/letta lascerà indelebili ricordi di un fatto che sinceramente non volevamo sentirne parlare ad iniziare dalle azioni malavitose esperite nei confronti del rappresentante cittadino in seno al consiglio comunale di Manfredonia, il Prof. Italo MAGNO, persona che rappresenta degnamente una parte della città non commistionata col malaffare ed interessi particolari di lobby.


  • Vincenzo

    Io inizio a convincermi che qui vige un clima intimidatorio…


  • Loggia Scaloria

    Dicono in giro che i poteri forti sono molto preoccupati la situazione complessiva gli sta sfuggendo di mano.


  • Wu Ming 189°

    a manfredonia come nel resto dell’italia, comanda la criminalità organizzata.


  • Cittadino onesto

    A fatto bene Manfredonia nuova a tappezzare la città con due manifesti diversi di denuncia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This