Cronaca

A Campobasso a ‘simulare incidenti d’auto’: denunciati due foggiani


Di:

Immagine d'archivio traffico nel Molise

Immagine d'archivio traffico nel Molise

Foggia – MAI gancio fu più provvidenziale, specie se utilizzabile a ‘comando’. Due pregiudicati nativi di Foggia, M.A. e M.G., rispettivamente di 39 e 21 anni, sono stati denunciati a piede libero, lo scorso 4 gennaio del 2009, per tentata truffa ad una signora di Campobasso. I fatti: come abitudine consolidata, i due uomini, a Campobasso per ‘lavoro’, giravano per la città cercando di simulare dei falsi incidenti per così trarre in inganno degli automobilisti ‘malcapitati’ del luogo. La mattina del 4 gennaio, i due uomini simulano un incidente nel pieno centro della città molisana. Accertato il ‘finto danno’ alla loro auto, i due uomini avvicinano una signora di 81 anni chiedendole una somma pari a 200 euro per il danno che, secondo i due complici, sarebbe stata la stessa signora, con la sua auto, a provocare. Ma sul posto, ad assistere la scena, un carabiniere originario di Campobasso e tornato in vacanza nel capoluogo per le festività natalizie. Il militare, avendo compreso la situazione, ha tempestivamente chiamato i colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Campobasso che, giunti sul posto, hanno provveduto a bloccare i due pregiudicati, aiutati dallo stesso militare in vacanza. Una volta controllata l’autovettura, i carabinieri hanno accertato che il danno all’auto dei due uomini era ‘datato nel tempo’, così fermando i due uomini per ulteriori accertamenti. Durante i controlli, un uomo avrebbe anche detto ai militari intervenuti di essere un Sottufficiale dell’Aeronautica Militare, per così evitare ‘guai’ magigori. Una qualifica naturalmente false, come il presunto danno lamentato dagli stessi due complici. Gli accertamenti dei carabinieri sono proseguiti anche in caserma, dove la macchina dei due pregiudicati foggiani è stata ricontrollata, fino a scoprire che grazie ad un gancio un pezzo della stessa autovettura era tenuto in piedi, e, di conseguenza, era ‘smontabile’ a comando. Dalla banca dati dei militari di Campobasso è quindi risultato che i due uomini avevano compiuti altri tentativi di truffa, con lo stesso metodo e procedura, anche in provincia di Bari (fine novembre) e Teramo (primi di dicembre). Rivolto al tenente dei carabinieri di Campobasso, un uomo avrebbe confidato di essere stato costretto ad inscenare i falsi danni subiti alla sua autovettura come ‘espediente per continuare a vivere’. Possibilità di trovare lavoro a Foggia, città natale dell’uomo, ? “Giammai – si sarebbe giustificato uno dei due complici – per trovare certi posti nella città dauna bisogna essere dei pluripregiudicati”, come lo stesso invece non si sentirebbe in alcun modo. Per i due uomini il foglio di via obbligatorio, con l’immediato allontanamento dalla città molisana.

A Campobasso a ‘simulare incidenti d’auto’: denunciati due foggiani ultima modifica: 2010-01-06T12:52:05+00:00 da Girolamo Romussi



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This