EventiManfredonia
La mostra sarà celebrata a New York presso la Federation Mola America il 27 Giugno

Michele Cassa “La magia del bianco e nero”

40 anni dalla sua morte : progetto curato da Michele Màngano e dall'Associazione La Bella Cumpagnie


Di:

Manfredonia, 06 aprile 2018. Oggi voglio ricordare il mio Grande Maestro Michele Cassa che le autorità locali non hanno mai preso in effettiva considerazione.

Forse non tutti i montanari sapevano e sanno ancora oggi di quanto in ogni parte d’Italia ed all’estero siano apprezzate le sue opere fotografiche e le tecniche originali da lui stesso inventate. Ho avuto il piacere di essere stato uno dei suoi allievi , e oggi sento l’obbligo, con la sensibilità tipica di un’artista amante delle belle arti , di esaltare tutti i pregi dell’artista defunto, al quale va assegnato giustamente una collocazione nella storia di Monte Sant’Angelo , in quanto la sua opera connette il passato al presente ed il presente al futuro, il futuro delle tante gente generazioni che continueranno a scendere nella sacra grotta alla ricerca di una parola di certezza, in mezzo al vortice negativo delle vicende umane.

Quest’anno voglio ricordare il Maestro Cassa a 40 anni dalla sua scomparsa con un progetto itinerante in Italia ed all’Estero; una mostra Fotografica tutta incentrata su San Michele Arcangelo che titolerò “ La Magia del Bianco e Nero “.

Per la prima volta in mostra ci saranno 30 fotografie in bianco e nero inedite che hanno come soggetto proprio “ Il Pellegrinaggio a Monte Sant’Angelo “.

Michele Cassa oltre a documentare la realtà con il suo obiettivo, si fermava a riflettere di fronte ai soggetti, cercando di raccontare quelle dicotomie tra sviluppo industriale e povertà, tra business e spiritualità, tra modernità e tradizione che pervadono i suoi scatti di un’atmosfera quasi neorealista.

Nato a Monte Sant’Angelo l’11 febbraio del 1911 e morto il 6 aprile 1978, figlio fiero della nostra terra. Michele è approdato alla fotografia dopo essersi dedicato in gioventù alla musica, prima come suonatore di clarino e poi di cornetta. Nel 1942 Michele cassa con il figlio Vittorio Cassa inventarono il “ Dispolux” (Sistema di illuminazione a lampade fluorescenti a luce artificiali).Medaglia D’Oro al 9° Salone internazionale della Tecnica di Torino nel 1959;Medaglia d’Argento al 9° Salone Internazionale degli inventori a Bruxelles nel 1960.

Salone della fotografia Mondiale a Parigi nel 1965 e la pubblicità delle sue invenzioni per tutto il Brasile ed il Sud America. Nonché altri ambiti riconoscimenti ,sono tappe significative del suo non lieve cammino. Altra tecnica messa a punto dal fotografo Michele cassa è quella su ceramica, con cui riusciva ad ottenere tutta la fedeltà dell’originale fotografia. Fra le tante opere ricordiamo: L’Ultima Cena , Il Redentore fra Angeli, La Serenata Antica, Scena Paesana, Lo Sposalizio Antico. La fotografia era per il Maestro Michele un’arte in cui esprimeva tutto se stesso. Nei suoi incontri con i bambini spiegava l’importanza della luce, dello spazio, delle linee ,della ripresa, dei piani , della messa a fuoco , dell’esposizione , dell’inquadratura. Le sue cartoline hanno fatto il giro del mondo, foto singolative animano le pareti della Scuola Elementare “G.Tancredi” e della Scuola Media Statale “V. Amicarelli”. La mostra sarà celebrata a New York presso la Federation Mola America il 27 Giugno e resterà esposta per quindici giorni e riguarderà il pellegrinaggio dei pellegrini al culto di San Michele Arcangelo.

Autore Foto: Michele Cassa – Copyright Michele Mangano 10 / 11/2000 – Art. 87 ed 88 legge 633/41).
Michele Màngano allievo del Maestro Michele Cassa.

Michele Cassa “La magia del bianco e nero” ultima modifica: 2018-04-06T21:59:09+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This