CapitanataStato news

Apricena, rifiuti “tombati” scoperti dai NOE


Di:

Apricena – IERI mattina, i Carabinieri del Comando Provinciale di Foggia e del N.O.E. di Bari hanno effettuato un sopralluogo ad presso una Cava ubicata all’altezza della S.P. 37 in agro del Comune di Apricena.

Infatti durante la fase operativa dell’inchiesta Black Land era stato accertato che alcuni mezzi dopo aver prelevato rifiuti speciali nella zona Industriale di Battipaglia (SA) (presso la SELE AMBIENTE) ripartivano giungendo all’interno della cava in questione dove effettuavano le operazioni di sversamento del carico. Gli investigatori si erano recati sul posto dove avevano constatato che, effettivamente all’interno della cava, in stato di abbandono considerato che si presentava con libero accesso e priva di custodia, erano stati sversati e “tombati” rifiuti. Da un piccolo scavo effettuato manualmente erano emersi rifiuti riconducibili a quelli contraddistinti dal CER 191212 (rifiuti speciali non pericolosi).

Il nuovo sopralluogo è stato eseguito anche con la partecipazione di personale del Dipartimento dell’ARPA Puglia di Foggia alla presenza dei proprietari del terreno. Il sopralluogo, effettuato tramite scavi nel terreno, ha messo in evidenza la presenza di rifiuti del tipo “r.s.u. indifferenziati” che emanavano cattivi odori derivanti dal loro stato di decomposizione.

L’area estesa circa 3.000 mq è stata sottoposta a sequestro ai sensi dell’art. 260 D.Lvo 152/2006 (Attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti). Alla proprietà dell’area, una ditta con sede legale ad Apricena, è stato intimato formalmente di «attuare, nel più breve tempo possibile, ogni misura idonea alla messa in sicurezza d’emergenza del sito sequestrato, finalizzata alla diminuzione dei fattori inquinanti nel suolo».

Redazione Stato

Apricena, rifiuti “tombati” scoperti dai NOE ultima modifica: 2014-05-06T12:25:10+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This