Cronaca

Decoro urbano, l’avviso di Savino ai cittadini


Di:

San Severo (statoquotidiano)

San Severo – LA tutela ed il miglioramento del “decoro urbano”, inteso come integrità e pulizia delle strade, piazze, marciapiedi, elementi di arredo urbano, edifici pubblici e privati, giardini pubblici e privati, parchi, monumenti e fontane, rappresenta un obiettivo strategico e prioritario dell’Amministrazione Comunale, assumendo un valore speciale per la Città di San Severo.

Il raggiungimento di una maggiore qualità del “decoro urbano” non può prescindere da una assidua azione di contrasto dei fenomeni più diffusi di degrado ambientale, tra cui l’abbandono sconsiderato di rifiuti di vario genere, lo sporcare le aree pubbliche gettandovi rifiuti ed oggetti vari, nonché la trascuratezza negligente di proprietari di fabbricati ed aree scoperte pertinenziali in stato di abbandono e privi di qualsiasi intervento di manutenzione.

Tali indecorosi comportamenti sono causa di scadimento della qualità urbana, con riflessi negativi per la salute, la sicurezza e l’incolumità dei cittadini.

Si ricorda alla popolazione che, per evitare e/o ridurre situazioni di pericolo per la salute pubblica e per l’ambiente con possibili rischi di incendio e proliferazione di animali ed insetti nocivi alla salute umana, sono state emesse l’Ordinanza Sindacale n. 87 del 09/07/2001 e l’Ordinanza Sindacale n. 147 del 20/07/2010.

L’Ordinanza n. 87 del 9 luglio 2001 impone:

<a tutti i proprietari di aree private, ricadenti nel centro urbano, di porre in essere tutti quegli accorgimenti necessari (recinzione, manutenzione, eliminazione di vegetazione spontanea, disinfestazione, disinfezione e derattizzazione) ad evitare danni alla salute pubblica e all’ambiente>.

L’ Ordinanza Sindacale n. 147 del 20 luglio 2010 impone:

<A tutti i proprietari di beni immobili pubblici e privati, siti nell’abitato o nelle aree immediatamente adiacenti, e a tutti i titolari di diritti equipollenti, nonché a tutti gli amministratori immobiliari, di attuare ogni necessario accorgimento di prevenzione al fine di scongiurare la proliferazione di insetti, ratti etc provvedendo costantemente alla pulizia di cave, intercapedini, giardini, spazi esterni, etc. ed alla loro derattizzazione, disinfestazione e disinfezione;

-A tutti i proprietari e/o affittuari di immobili e terreni, in ambito urbano e periurbano, temporaneamente non utilizzati, di provvedere:

  1. alla loro adeguata manutenzione in modo da impedire l’accesso ai locali interni e la conseguente formazione di focolai di infestazione,
  2. al taglio costante dell’erba e/o delle specie vegetali infestanti negli spazi scoperti di pertinenza e/o nelle aree incolte, evitando i depositi permanenti o temporanei di materiali e cose che possono concorrere a creare situazioni di rischio igienico-sanitario,
  3. alla esecuzione periodica di interventi di sanificazione utilizzando prodotti regolarmente registrati presso il Ministero della Salute che garantiscano la minore tossicità per l’uomo e per gli animali domestici,
  4. alla esposizione di cartello o simile nell’area interessata alla derattizzazione, disinfestazione e disinfezione per tutta la durata dell’intervento,

disponendo:

-che il coordinamento degli interventi è affidato all’AREA VI, Ambiente e Sviluppo Sostenibile, trattandosi di materia attinente l’igiene e il decoro urbano,

-che il Comando di P.M. provveda alla vigilanza sull’esecuzione, all’accertamento e verbalizzazione della violazione ed alla diffida ad adempiere,

-che le violazioni alle disposizioni dell’Ordinanza medesima comporteranno l’immediata applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da € 25 a € 500, prevista dall’art. 7 bis del T.U. 267/2000, secondo la procedura stabilita dalla L.689 del 24.11.1981 e s.m.i. e la correlata diffida ad ottemperare a quanto accertato dagli operatori di P.M. incaricati entro 15 giorni dalla notifica del verbale di violazione;

-che il mancato rispetto alla diffida comporterà l’emissione di specifica ordinanza, da parte dell’Area VI, al proprietario e/o detentore dell’immobile oggetto del verbale di violazione con l’assegnazione di un termine non superiore a 15 giorni per l’effettuazione degli interventi e la presentazione di autocertificazione dell’avvenuta pulizia e sanificazione dell’immobile e/o area,

-che la mancata ottemperanza alla specifica ordinanza, accertata dal Comando di P.M., comporterà la comunicazione all’Autorità Giudiziaria ai sensi dell’art. 650 c.p. e la successiva trasmissione degli atti all’Area VI che provvederà alla eventuale esecuzione d’ufficio dell’intervento in danno del trasgressore>.

Per quanto innanzi si confida nel buon senso e nella collaborazione degli interessati al fine di evitare l’applicazione delle sanzioni previste per legge. Di contro il Comune sta provvedendo per le aree di propria pertinenza.

IL SINDACO

f.to Avv. Gianfranco Savino

Redazione Stato

Decoro urbano, l’avviso di Savino ai cittadini ultima modifica: 2013-06-06T09:00:12+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This