Manfredonia

Manfredonia, scuole dell’infanzia aperte fino al 29 giugno


Di:

Scuola infanzia (statoquotidiano)

GIUGNO è un mese che ci fa venire in mente il termine della scuola. Non tutti, però, sanno quando terminano le lezioni nelle scuole dell’infanzia ed è il caso di ricordare poche, ma precise, indicazioni che sono utili per avere una maggiore cognizione dell’argomento di specie.

Il calendario scolastico per l’anno 2012/2013 è stato approvato dalla Giunta Regionale con la Deliberazione n.907 del 15 maggio 2012, pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 82 del 6 giugno 2012. Le attività educative nelle scuole dell’infanzia si concluderanno il 29 giugno 2013.

Nel caso di assenza della refezione scolastica, inoltre, ogni scuola dell’infanzia ha l’obbligo di garantire 25 ore settimanali sino alla data indicata dalla Regione Puglia.

L’Assessore all’Istruzione del Comune di Manfredonia, Antonella Varrecchia, aggiunge che “Osserviamo con estrema attenzione e vigiliamo affinché vengano tutelate le famiglie, in maggior specie quelle che vedono i genitori impossibilitati a prendersi cura dei propri figli per impegni di lavoro e resterebbero così penalizzati dalla chiusura repentina, ed al di fuori di ogni regola, delle scuole dell’infanzia. Se dovesse capitare di sentirsi dire che il proprio bambino non potrà frequentare sino al 29 giugno prossimo diamo il suggerimento di ricordare ai referenti scolastici cosa prevedono le normative, facendo valere i propri diritti. Se persistessero ulteriori impedimenti invito i genitori stessi a segnalarci la cosa. Non esiterò a contattare il Provveditorato agli Studi, che prenderà i provvedimenti del caso nei confronti di chi non si attiene ai propri doveri”.

Ufficio Stampa e Comunicazione – Comune di Manfredonia

Manfredonia, scuole dell’infanzia aperte fino al 29 giugno ultima modifica: 2013-06-06T18:39:08+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
7

Commenti


  • Venere

    CI rendiamo conto di cosa ha scritto il nostro assessore senza “se” e senza “ma”, forse ha dimenticato questo passaggio importante della circolare N. 907 del 15/05/2012:”Per la Scuola dell’Infanzia, nel periodo successivo al 12 giugno 2013, può essere previsto che,
    nell’ambito delle complessive attività individuate dal Piano dell’offerta formativa, funzionino le sole sezioni ritenute necessarie in relazione al numero dei bambini frequentanti, sulla base delle effettive esigenze rappresentate dalle famiglie”


  • Nino Murgo

    Funzionano appunto


  • squib

    Caro assessore, belle parole ma i fatti dove sono. Alla scuola d’infazia ———————- (con il commento – naturalmente – non c’è prova o ammissione di inefficienza,ndr)


  • pino prencipe

    Caro venere, non far finta di non aver compreso. Il problema che solleva l’assessore è che la scuola pone fine alle lezioni e non i genitori


  • Matteo cotrufo

    Caro squib diglielo a Venere che si permette di scrivere “ci rendiamo conto di cosa ha scritto il ns. Assessore”
    I genitori non sono stupidi e a quanto pare nemmeno l’assessore.


  • VENERE

    L’assessore, allora, doveva rivolgere il suo monito alle scuole dell’infanzia che non fanno il loro lavoro e non un monito generale. Non ho mai detto che i genitori sono stupidi non mi permetterei mai. Nella mia scuola abbiamo dato i moduli ai genitori che dopo il 12 giugno e non l’8 giugno, intendono far frequentare i loro figli fino al 29 giugno.Quindi non facciamo di tutta l’erba un fascio.


  • Pino Murgo

    Venere ma cosa dici? L avviso é per i genitori!!! Cosa c’entra il monito alle scuole, tutt’ erba un fascio?
    L avviso é chiaro ed é rivolto a chi subisce: cioè alle famiglie in difficoltà, a chi sente dirsi che dopo la recita (di solito 8 giugno) non si va più a scuola! se nella tua scuola questo non succede perché prendersela allora!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This