Cultura

Mea Culpa


Di:

(Ph: brasillivreedemocrata.blogspot.com)

Argomenti d’opinione sul comportamento etico dei politici, sul fatto che appaiono sempre più tendenti alla cura di interessi personali o di ceto, piuttosto che a salvaguardare l’equa giustizia tra i cittadini, rischiano di reiterare un luogo comune vecchio quanto l’umanità dal momento in cui questa aveva inventato il sociale.

A parte la scontata bontà della definizione greca di Politica, occorre invece riaffermare, ai fini di un auspicato risanamento, che essa, la politica, sia in democrazia sia in forme diverse, è costituita da cittadini condotti o sorretti da altri cittadini. Un’analisi questa frequentemente dimenticata o volutamente accantonata nelle discussioni avviate tra i primi e i secondi. Naturale dunque che i primi v’importino propri pregi e difetti, pertanto non è mai la politica quale istituzione a inquinare o a depurare la società, piuttosto è una progenie di cittadini che contamina o nobilita la politica; si spiegherebbe così un buon o cattivo andamento della classe politica conformemente alle generazioni degli elettori o sostenitori.

Naturale ancora che le portanti di tutto questo siano particolari frangenti di situazione sociale o economica, poiché favoriscono il raggiungimento degli obiettivi prefissati dai primi e suggestionano i secondi sulle scelte. Gli errori a capo di tutto, dolosi, in buona fede o per scarsa informazione che siano, quindi, sono da imputare ognora all’uomo della strada.

Questi, spesso plagiato da opportuni agenti intellettualoidi o mediatici, da capi-popolo o simili, va a rinfocolare il fenomeno con l’esprimere le preferenze in seno alle consultazioni. Preferenze elettorali assegnate agli astuti per proprio conto, agli ipocriti, ai mafiosi, purché vadano incontro alle richieste clientelistiche, direttamente o tramite liste secondo metodi più convenienti ideati dai politici per il loro mantenimento in carica.

(A cura di Ferruccio Gemmellaro, storico critico)

Mea Culpa ultima modifica: 2013-06-06T18:26:57+00:00 da Ferruccio Gemmellaro



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This