FoggiaLavoro
Una decisione che allarma concretamente i circa duemila lavoratori

Sofim, Damiani “Governo sostenga azienda d’eccellenza”

Il caso Sofim è la classica goccia che fa traboccare il vaso


Di:

Nota del vice commissario regionale di Forza Italia, il sen Dario Damiani.

“Il Governo non può voltare la testa dall’altra parte sul caso Sofim! Un’azienda d’eccellenza, in ascesa a livello mondiale, che da 40 anni produce motori per i veicoli commerciali delle migliori case automobilistiche che, nonostante queste credenziali, dovrà far fronte a un periodo molto critico in seguito alla decisione di Fca di ritirare le proprie commesse (che valgono circa la metà dell’intera produzione di Sofim) per produrre in proprio nella Sevel di Pratola Serra ad Avellino.

Una decisione che allarma concretamente i circa duemila lavoratori, indotto compreso, posti all’improvviso di fronte a una seria incertezza per il proprio futuro. Una doccia gelata per il territorio di Capitanata, per i nostri territori, in cui i livelli occupazionali sono già inferiori alle medie nazionali. Cosa intende fare il governo per evitare l’ennesimo collasso economico-produttivo in una zona del Sud? Finora, il disinteresse per le sorti delle imprese del meridione è stato totale, non avendo varato alcun piano ad hoc ma solo interventi fallimentari di assistenzialismo.

Il caso Sofim è la classica goccia che fa traboccare il vaso: su questa vicenda nei prossimi giorni presenterò un’interrogazione al Ministro dello sviluppo economico Luigi Di Maio, per conoscere quali determinazioni intenda assumere. Il governo ha il dovere di essere al fianco di un’azienda sana, leader nel suo settore, che merita tutto il sostegno possibile per l’insostituibile contributo di crescita e sviluppo che ha dato e dà ai nostri territori”.

Sofim, Damiani “Governo sostenga azienda d’eccellenza” ultima modifica: 2019-07-06T11:45:23+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Antonello Scarlatella

    “Cosa intende fare il governo per evitare l’ennesimo collasso economico-produttivo in una zona del Sud? Finora, il disinteresse per le sorti delle imprese del meridione è stato totale, non avendo varato alcun piano ad hoc ma solo interventi fallimentari di assistenzialismo.” Dice il Senatore Damiani.

    Senatore Damiani, ben svegliato. E lei cosa ha fatto fino ad ora? Ha atteso che FCA per non chiudere lo stabilimento di Pratola Serra decide di spostare il 50% della produzione in un altro stabilimento che dove i dipendenti non possono più stare in cassa integrazione e rischierebbero il licenziamento?

    Certo se la politica non avesse sottomesso, sfruttato, gli elettori della provincia di Foggia come in tutto il sud oggi non avremmo questo problema in quanto potremmo contare su altre realtà produttive.

    Io interrogherei invece i suoi colleghi politici del Sud degli ultimi 40 anni chiedendogli come mai la Capitanata, il granaio d’Italia il centro nevralgico per qualsiasi tipo di produzione agroindustriale, collegato con il tirreno via autostrada a meno di due ore, vicino a porti come quello di Salerno, Napoli….e oltre sul versante Adriatico, collegato con percorso autostradale con il Nord ma anche con i Porti di Taranto, Brindisi, Bari, e quello di Manfredonia (stendiamo un velo pietoso)…..come mai questo territorio è stra i più disastrati in Italia.

    Questo deve chiedere.

    Anche perchè caro Senatore se fosse stata Forza Italia al Governo lei pensa che FCA non avrebbe preso questa decisione????

    Mi creda io posso capire tutto ed accettare tutto ma che la politica continui a trattare il popolo come deficienti no. Su questo le dico avete rotto i coglioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This