Edizione n° 5339

BALLON D'ESSAI

AL VOTO  // Sostenibilità a tutto tondo. L’idea di paese per Filippo Barbano
17 Maggio 2024 - ore  15:14

CALEMBOUR

MATTINATA // Gianfranco Prencipe assolto da ricettazione targhe di nazionalità tedesca. Virale dopo videoclip
15 Maggio 2024 - ore  11:07

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

PREFETTO “Codice interno”, Picaro: “Intreccio mafia e politica, chiesta audizione di Emiliano e Decaro”

"Anche del prefetto e del procuratore"

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
7 Marzo 2024
Bari // Cronaca //

Bari. “La recente inchiesta giudiziaria denominata “Codice interno” ha disvelato un allarmante intreccio di rapporti tra mafia e politica, tali da minare la salute della democrazia, della trasparenza e della legittimità amministrativa”.

Inizia così la richiesta di audizione che il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Michele Picaro, ha inviato questa mattina alla Commissione regionale di studio e di inchiesta sul fenomeno della criminalità organizzata in Puglia.

Il consigliere Picaro evidenzia: “Oltre alle 135 le misure cautelari emesse nei confronti dei vertici dei clan baresi ed esponenti politici locali, anche Amtab (azienda municipalizzata dei trasporti) è stata sottoposta ad amministrazione giudiziaria per infiltrazione mafiosa.

Un quadro giudiziario complesso da cui emerge un dato politico altrettanto allarmante: Amtab è stata completamente sottratta al controllo e alla vigilanza che competevano per delega al sindaco Decaro. Per cui oggi non basta dichiarare sui social di aver denunciato la compravendita dei voti, se per Amtab si è voltato dall’altra parte ignorando il controllo sistematico che la mafia assumeva sulla stessa. Pertanto, al netto delle responsabilità penali che saranno eventualmente accertate dalla magistratura, sulla quale si ripone la massima fiducia, ritengo che la politica sia chiamata a collaborare fattivamente con le istituzioni per stimolare la riprovazione sociale nei confronti del fenomeno mafioso, promuovere e rafforzare la cultura della legalità in ogni apparato pubblico, sociale ed educativo.

Ed è nel pieno rispetto dell’operato della magistratura che ho chiesto di audire in Commissione Regionale Antimafia il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, il sindaco del Comune di Bari, Antonio Decaro, il prefetto di Bari, Francesco Russo, il procuratore della Repubblica di Bari, Roberto Rossi e il procuratore aggiunto e coordinatore Direzione Distrettuale Antimafia Bari, Francesco Giannella al fine di attivare tutte le azioni di verifica, vigilanza e ispezione necessarie sul Comune di Bari che evidentemente sta pagando un prezzo troppo alto per l’incapacità gestionale dell’amministrazione Decaro”.

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.