Manfredonia

Droga, arrestati madre e 3 figli residenti a Zapponeta


Di:

Carabinieri, controlli (archivio, atnws@)

Trinitapoli – I Carabinieri hanno tratto in arresto Pastore Andrea, classe 1983, Pastore Franco, classe 1972, entrambi già noti alle Forze di Polizia, Criscitello Gerardo, classe 1983 e Lo Muscio Savina, classe 1950, incensurati, tutti residenti a Zapponeta, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

A Trinitapoli i Carabinieri hanno notato la presenza di Pastore Andrea e di Criscitello a bordo di un’autovettura, non riconoscendoli per residenti in quel comune, hanno deciso di porre in essere un servizio di osservazione e controllo. Seguiti i due li hanno notati cedere una dose di sostanza stupefacente ad un assuntore e pertanto li hanno bloccati e perquisiti. Nelle loro disponibilità i Carabinieri hanno rinvenuto 7 dosi di cocaina del peso complessivo di 2 grammi. La perquisizione è stata estesa presso il loro domicilio nel Comune di Zapponeta con l’ausilio dei Carabinieri di quel comando Stazione.

Al termine delle attività eseguite presso i domicili di Pastore Andrea, di sua madre Lo Muscio Savina e del fratello Pastore Franco, sono stati rinvenuti ulteriori 10 grammi di cocaina, 138 grammi circa di hashish, della marijuana, un bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento dello stupefacente nonché la somma di 110,00 euro in contanti. La droga ed il materiale per il confezionamento sono stati sottoposti a sequestro così come la somma di denaro ritenuta provento di spaccio; i quattro terminati gli accertamenti, dichiarati in arresto.

Redazione Stato@riproduzioneriservata

Droga, arrestati madre e 3 figli residenti a Zapponeta ultima modifica: 2013-06-07T14:44:10+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
8

Commenti


  • deluso ma speranzoso

    Nessun commento.Di fronte a queste cose meglio non vedere, non sentire…non parlare. Muti! Ed è così che pian piano ci si diventa omertosi… e l’ omertà pian piano alimenta l’ illegalità fin quando quest’ ultima non diventa normalità.Una cosa così normale da insegnate o tramandare ai figli e posteri. Eppure mi hanno sempre raccontato di una Zapponeta umile, che lavorava con sacrificio, dove ci si aiutava,sempre unita contro la prepotenza e l’ ingiusto…una Zapponeta
    che con il passare del tempo ha deluso ma che si ama sempre a prescindere da tutto e che si spera torni ai suoi valori d’ origine.
    Solitamente l’ illegalità nasce e si sviluppa in quei posti dove c’è molto disagio sociale e tanta povertà.
    A Zapponeta, visto che grazie a Dio nessuno ancora muore di fame, la volontà
    di diventare delinquenti forse nasce solo dalla noia o dalla “Grascia”!
    Il nuovo Sindaco e la nuova Giunta mi auguro sentano l’ obbligo ed il dovere morale di dare il buon esempio ed avere il coraggio di mettere tra le priorità, anche al rischio di diventare impopolari,ogni forma di promozione del legale, perchè la dura realtà è che specie alle ultime generazioni nessuno si è preoccupato seriamente ad trasmettere l’importanza ed i valori della vita onesta.


  • Zapponetano

    Benissimo, ottimo intervento, hanno preso i pesciolini. Questo tipo di intervento non serve a niente! bisogna prendere il pesce grande che fornisce i pesciolini, il discorso e’ semplice, per estirpare il fenomeno bisogna colpire il pescecane. Saluti.


  • Zapponetano

    X DELUSO MA SPERANZOSO, BRAVO HAI DETTO BENE IL NOSTRO PAESE VIVE UN MOMENTO DI DISAGIO ECONOMICO NON INDIFFERENTE DI FATTI IL LAVORO E POCO ( CAUSA DELLA PRESENZA MASSICCIA DEGLI STRANIERI) chi lavora LO FA CON UNA PAGA RIDOTTA €38 gg. Lo ribadivo già in un altro commento che PIÙ AUMENTA LA POVERTÀ COSI DI PARI PASSO AUMENTA LA DELINQUENZA.


  • chiarezza

    NEL 2000 IL MIO PAESE O PICCOLO PAESE VIVEVA E A VOLTE SI SENTIVANO NOTIZIE DI CONTRABBANDO DI SIGARETTE..MA IL POPOLO TUTTO LAVORAVA ..E A VOLTE ANCHE DI PIU’ DEL NORMALE..ED ERA UN PAESINO INVIDIATO DA TUTTI BENESSERE E PIENO DI VITA..VENIAMO AD UNA NUOVA SVOLTA POLITICA DAL 2002 IN MANO AI NON POLITICI MA PERSONE DIVERSE DAL POLITICO..E NON DICO ALTRO..NEL FRATTEMPO IL PAESE ZAPPONETA ..SI TRASFORMA IN UN PAESE CHE CHIAMEREI BALOCCHI ..TRASCURANDO LE PROPRIE TRADIZIONI QUALI LAVORATORE DEI TERRENI O DIRE BRACCIANTE AGRICOLO..VEDENDO I NOSTRI FIGLI CRESCERE NELLA FANTASIE E TRASCURARE I VARI VALORI E SITUAZIONE DI ZAPPONETA STESSA…LA GUIDA E’ PIENA DI FANTASIE..FESTE E FESTICCIULE..AL DIRE QUANDO DOVEVAMO VEDERE QUESTE FESTE..E A LUNGO ANDARE CI SIAMO TRAVATI CON PIU’ DI 20 MILIONI DI EURO DI DEBITO COMUNALE..E IL BRACCIANTE AGRICOLO E LO STESSO PRODUTTORE ALLONTANARSI DALLA TERRA….FANTASIA ..IN PIENO EVOLVERSI…LO ZAPPONETANO INTANDO DIMENTICA LA REALTA’ SOCIALE DI VITA..LE AZIENDE RICORRONO A MANODOPERA STRANIERA A BASSO COSTO E IL PAESE ZAPPONETA RIDURSI LA VITA…IN DATA ODIERNA MI CHIEDO MA LA GIUSTIZIA TERRENA DOVE’????????VI E’ UNA LOGICA DEI FATTI(NON GIUSTIFICABILI IN NESSUN SENSO)LA TENDENZA A FAR CASSA IN TAL MODO..IN QUANTO MANCA LAVORO E CRESCITA DI DEBITO CONTINUO…LA REDAZIONE DA ME VIENE RINGRAZIATA PER LA POSSIBILITA’ DI FARCI SCRIVERE I NOSTRI SENTIMENTI.MA E AUTORITA’ NON POSSONO ABBANDONARE I NOSTRI PROBLEMI IL PERCHE’ DI TALE INDEBITAMENTO..E VEDERE IL SORRISO DI CHI CI HA PORTATO A TALE SITUAZIONE..CON PAROLE ALLA FACCIA VOSTRA..TANTO IO HO FATTO I FATTI MIEI ..UN APPELLO AL SENSO DELLA GIUSTIZIA VERA..IL MIO PENSIERO NON E’ ODIO ..MA VERO SENSO DI GIUSTIZIA..MEDITIAMO….


  • maurizio

    Il commento di tutti voi mi lascia interdetto quasi. Perché? Solamente perché tutti sanno a Zapponeta chi la procura o chi la porta, chi la smercia e chi la usa(ovvero,tra fumo e altrol’80% della popolazione tra i 14 ed i 50 anni)ma…tutti, nel contempo sono omertosi, anzi..OMERTOSI.Qualcuno si rivolge speranzoso al sindaco. D’accordo: ma si e’ accorto di chi frequenta la sede municipale e gli amministratori nuovi? E allora quale speranza puo’, questo qualcuno o gli altri di buona volontà, avere che qualcosa cambi? Zapponeta era una isola felice finche’ qualcuno non capì che i soldi si facevano anche trasportando sacchi di farina a Milano e Roma. Da allora…addio isola felice.
    Riflettendo però dobbiamo chiederci perché, dai nostri carabinieri, non ci dobbiamo attendere qualcosa? Zapponeta ha due,forse tre strade d’ingresso e quindi d’uscite, usate da forestieri e locali, ed ha due, forse tre discoteche e forse altrettanto esercizi tutti —–, frequentati dai locali e non——

    ——-. Mai che ci sia un controllo ma serio. Non basta farsi vedere una volta al mese o andarci a ballare. Bisogna anche che siano carabinieri esterni —–.. . I figli nostri ormai sono su una certa china ma i nostri nipoti possono ancora presi in tempo perché con i suoi tremila abitanti, dove tutti si conoscono e sono parenti, Zapponeta può ritornare veramente ad essere una isola felice. Basterebbe un poco di buona volontà, controllando ASSIDUAMENTE quelli che arrivano da Milano e da Roma con le Ferrari e con la farina. Scusate ma dovevo sfogarmi anche io


  • Zapponetano

    X Maurizio, capisco il tuo sfogo ma è la legge che dovrebbe fare il suo corso e non limitarsi a prendere i pesciolini, e come dire viene multato tizio per aver gettato un sacchetto di immondizia sorvolando su chi fa vere e proprie discariche. Saluti.


  • mimi

    scemo chi scende con la ferrari da milano scendera’ ancora per tante generazioni per il tuo dispiacere poi per il resto sono solo parole e a te che parli di omertosi perche’ non fai i nomi


  • gettami

    voi siete pazzi…questa e una cosa che non si puo piu togliere..perche come si dice a zapponeta muore un papà e si fa un altro..in questo paese siete diventati tutti infami ce un invidia fra la gente di zapponete e io di co che ognio cane che corre sa i —suoi..e de gli altri non se ne frega assolutamente la legge fa il suo lavoro e voi fate il vostro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This