Manfredonia

Futuro P.O. S.Camillo, sindaco e Giunta da direttore sanitario, arriva Gentile (VIDEO)


Di:

Foggia/Manfredonia – FUTURO Ospedale di Manfredonia: il sindaco del Comune sipontino Angelo Riccardi – alla presenza di tutti gli assessori: Pasquale Rinaldi, Michele Gallifuoco, Matteo Palumbo, Antonella Varrecchia, Leonardo Zingariello, Damiano D’Ambrosio e il consigliere comunale Raffaele Spagnuolo – ha presidiato stamani a sorpresa l’ufficio del direttore sanitario del P.O. San Camillo, dr. A.Totaro, per avere “informazioni e totale chiarezza” sull’attuale situazione della struttura ospedaliera. Presenti anche alcuni medici.

A FINE MARZO LA DISMISSIONE DEI REPARTI DI GINECOLOGIA E OSTETRICIA.
Lungo e animato il dibattito. In seguito a quanto disposto dal Piano di rientro e di riqualificazione del Sistema Sanitario Regionale 2010-2012 Modifica ed Integrazione al Regolamento Regionale 7 GIUGNO 2012, n. 11, di riordino della rete ospedaliera della Regione Puglia , Manfredonia era stata già interessata dalla dismissione dei reparti di ostetricia e ginecologia (sospesi dalla mezzanotte del 27 marzo 2013,ndr), con assicurazione dei ricoveri in day surgery per l’effettuazione di piccoli interventi di ginecologia e l’avvio dell’attività per l’interruzione volontaria della gravidanza con mantenimento di “tutta l’attività ambulatoriale fino ad ora espletata, comprensiva di controlli, visite ed esami strumentali”.

“MANCANO 5 PRIMARI SU 9 REPARTI” E MEDICI TRA L’ALTRO NEL REPARTO DI CARDIOLOGIAOra, a Giugno 2013 – con la “mancanza di primari in 5 reparti su 9” – la criticità emersa per il reparto di Cardiologia, dove sarebbero soltanto 7 i medici presenti (senza primario, ma diretti da un incaricato) sui 10 necessari.

Da raccolta dati, mancano primari nei reparti di cardiologia, pronto soccorso, laboratorio, radiologia, pediatria – dove sono presenti degli incaricati – con primari al contrario nei reparti di medicina, gastroenterologia, chirurgia, ortopedia. Il rischio – come emerso durante l’incontro – “è che l’ospedale civile di Manfredonia diventi una succursale del PO Tatarella di Cerignola o di altre strutture”. “Un ospedale dove di questo passo – ha detto un medico – funzioneranno solo il taxi e l’ambulanza” per il trasferimento dei pazienti in altre strutture (in primis Foggia e Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, chiamata “clinica privata” alla prese con una “situazione debitoria” – come altri Enti ecclesiastici – ipoteticamente “priorità per le scelte di riordino della Regione”). “IL PO San Camillo non è più una struttura intermedia e forse non lo sarà mai più“, ha detto un medico. “Da qui le criticità per il nostro ospedale. Esagerato parlare di chiusura? Non vogliamo usare questa parola? E allora diciamo prossima riconversione”.

DOMANI CONFERENZA STAMPA CON ELENA GENTILE E DG MANFRINI. Domani prevista una conferenza stampa dell’assessore regionale alle Politiche della Salute Elena Gentile e del Direttore generale della ASL FG Attilio Manfrini per fare il punto sulla situazione dell’Ospedale “San Camillo De Lellis” di Manfredonia. La conferenza si terrà domani mattina, alle ore 11.00, presso il nuovo consultorio di Manfredonia, adiacente all’Ospedale.

RICCARDI: NON VOGLIAMO CONCESSIONI O ELEMOSINE MA MASSIMA EFFICENZA PER IL NOSTRO OSPEDALE. Il sindaco Riccardi chiederà conferme e chiarezza ai referenti citati sul futuro dell’ospedale sipontino: “ci hanno detto: ‘vi lasceremo cardiologia‘. Cos’è una concessione? Mantenere nella sua massima efficenza l’ospedale di Manfredonia è un dovere. Come è un dovere la presenza di un Punto nascita. Cerchiamo di analizzare al contrario le spese effettuate per il personale in Provincia di Foggia e in Regione. Come sono state utilizzate?”.

LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE EX LOCALI GINECOLOGIA PER LUNGODEGENZA E RIABILITAZIONE.
Da fonti ospedaliere, la spinta e la volontà di ricevere rassicurazioni per la prosecuzione dei lavori di ristrutturazione degli ex locali di ostetricia destinati ad ospitare lungodegenza e riabilitazione (12+14 posti letto). Il sindaco ha manifestato tutte le proprie preoccupazioni per il futuro del presidio ospedaliero locale auspicandosi un celere intervento degli organi regionali e provinciali. Complessivamente la problematica andrebbe circoscritta in criticità di personale, reparti, risorse ma anche strategie di rilancio tout court della struttura che al momento sembrano essere state dimenticate.

g.defilippo@statoquotidiano.it


video




FOTOGALLERY



Disposizioni Piano di rientro e di riqualificazione del Sistema Sanitario Regionale 2010-2012Modifica ed Integrazione al Regolamento Regionale 7 GIUGNO 2012, n. 11, di riordino della rete ospedaliera della Regione Puglia

Redazione Stato@riproduzioneriservata

Futuro P.O. S.Camillo, sindaco e Giunta da direttore sanitario, arriva Gentile (VIDEO) ultima modifica: 2013-06-07T11:56:56+00:00 da Giuseppe de Filippo



Vota questo articolo:
14

Commenti


  • ANONIMO

    che sceneggiata —-! il sindaco si preoccupa dell’ ospedale non certo per i poveri cristi (nota, la funzionalità di un ospedale in una Città è basilare per la salute della comunità, ndr)


  • agguerrito

    E adesso vi siete accorti di questa situazione?


  • clan-destino

    quand sim pucchet… e il bello e che si fanno anche a credere ,ma una rivoluzione quando deve venire!!! a vedere tutta questa giunda (salvando solo 1 ) mi si e accapponata la pelle.AIUTOOOOO!!!!


  • WUAGLIO'

    MAMMA MIA— LA PRIMA FOTO E BELLISSIMA SI VEDE LA PREOCUPAZIONE SUL SUO VOLTO PER I PROBLEMI DELLA CITTA’.—— (moderazione,ndr)


  • Mauro Monaco

    E’ iniziata la campagna elettorale.


  • ilmalatoimmaginario

    Ma a che gioco stanno giocando i nostri politici? Davvero credono che qualcuno sia disposto a credere ancora nella propaganda? Allora è vero che ci considerano un popolo di pecoroni. Ma forse perchè gli abbiamo permesso tutto senza mai batter ciglio e accontantandoci solo di piccoli favori e grandi raccomandazioni. Peccato che oggi non possano fare più niente per noi caproni, non hanno più alcun potere perchè hanno perso ogni credibilità. La misura non è ancora colma ma quando lo sarà, loro per primi dovranno farne le spese. Compiango coloro i quali hanno creduto che questa amministrazione potesse migliorare qualcosa; abbiamo toccato il fondo e proprio la situazione della sanità locale deve essere da monito a chi tra due anni dovesse permettersi di ipotecare il futuro di questa terra generosa, confermando la fiducia a questi mezzi uomini (e donne ovviamente).


  • Ex operaio del contratto d'aria

    Allora non rimarrà niente in questa città.. via le industrie via l’ospedale, i porti non si sà come andranno , il mercato ste arruvnet, i pescatori stanno arruvnet, ce ma questi politici si rendono conto che NON VA PROPIO BENE NIENTE … ALMENO CERCATE DI NON FAR CHIUDERE L’OSPEDALE ,,, SE NO STIAMO NELLA M…..A


  • Pippomix

    La cosa che mi dispiace è che la dicitura “NATO A MANFREDONIA” non esisterà più!
    Questo mi rode tantissimo.
    Auguro a tutte quelle future mamme che durante il travaglio non li capiti nulla, altrimenti …. Non so cosa dire 🙁


  • gino

    questi signori devono risolvere i problemi di manfredonia!!!! ma ci facciano il piacere……..


  • Uno di Voi

    Il gesto che fa la giunta è doveroso e come dire un “tantinello” tardivo.

    Se si faceva a suo tempo, non era meglio, quando anche le pietre vi imploravano di farvi sentire????

    Ora quest’atto da prodi guerrieri serve per sciaccquarsi la faccia e sentirsi un giorno:

    “Abbiamo fatto di tutto per salvare il Nostro Beneamato Ospedale San Camillo De Lellis, ma non c’è stato nulla da fare, le forze oscure del male hanno prevalso sul bene di Noi cittadini, ma vi prometto che tutto ciò un domani non succederà più”.

    E tutti ad applaudire.

    Compreso me!!!


  • Uno di Voi

    Dichiarazione di Franco Ognissanti, riportata da Stato Quotidiano il 6 febbraio 2013:

    “Sta facendo (Gatta) solo campagna elettorale per il suo partito (PDL), un partito allo sbaraglio, e pertanto per cercare di guadagnare qualche voto in più, continua ad accusare il presidente della Regione Nichi Vendola e i suoi alleati sul declassamento del nostro ospedale, per fortuna mai avvenuto.

    Questa è l’ennesima e ultima dichiarazione che rilascio.

    L’Ospedale San Camillo de Lellis non subirà nessun taglio se non quello relativo al reparto di ostetricia-ginecologia che verrà chiuso per mancanza di numeri.

    Che colpa abbiamo noi se a Manfredonia le nascite sono notevolmente diminuite.(Capolavoro)

    Nessuno, però, parla del grande risultato che l’ospedale di Manfredonia ha ottenuto grazie al costante lavoro del sottoscritto e del sindaco Angelo Riccardi: il mantenimento del reparto di terapia d’urgenza”.

    A parte la mancanza di veggenza sul PDL all’elezioni, caro Sindaco perchè preoccuparsi tanto????

    Non dovresti,come dice il Nostro, gongolare sul “grande risultato” raggiunto???


  • nerone

    chiudete le porte al nostro paese e non fate entare piu nessuno vergognatevi parlate di sviluppo ma solo delle vostre tasche e noi poveri scemi li con la bocca aperta ad ascoltarvi e a votarvi svegliatevi gente ci stanno rovinando. manfredonia era una fiorente cittadina ma mi sa tanto che e apposita vergognate tutti ci avete ridotto sull astrico e piu andiamo avanti e peggio e sveglia manfredonia sveglia abbiamo dormito abbastanza e ora di ribbelarsi a tutti i —- che della giunta comunale e company ci sta proponendo


  • giiuanumunicip

    L’ultimo intervento di Uno di Voi…. spega coi fatti che certi politici conoscono solo il piatto in cui mangiano… e guai a chi lo tocca !!! Tutt’altro è solo pur parler e prenderwe in giro gli elettori che a quanto pare nel loro voto non mettono nessuna critica ma tanta speculata accondiscendenza e ignavia.


  • michele

    Basta elemosinare,Manfredonia non puo’ essere trattata in questo modo.
    Per la nostra posizione strategica e non solo Manfredonia ha bisogno di un ospedale con la O maiuscola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This