EventiTeatro

Pietramontecorvino, La Formica: “Povera la mia Chiesa”


Di:

Compagnia teatrale ''La Formica" (Mp)

Pietramontecorvino – La compagnia teatrale “La Formica” porta in scena nei giorni 8 e 9 giugnoal Nuovo teatro Comunale di Pietramontecorvino, la prima commedia musicale in tre atti dal titolo “Povera la mia Chiesa”. Commedia nata anni addietro dalla penna di Alfonso Piccirillo, poeta, autore e regista locale che impreziosita da testi e musiche di Pier Luigi Del Mastro è diventata un musical.

Il dramma si caratterizza per il tono satirico e grottesco con cui mette in scena una sorta di tribunale Divino, in un aldilà figlio dell’immaginario cristiano, tripartito su tre porte che danno nei tra regni danteschi, Inferno, Purgatorio e Paradiso. Giudice celeste è San Pietro (nella persona di Ernesto Faeta) che rivela la natura della Giustizia Divina, giustizia ben diversa da quella terrestre, fatta di bontà e misericordia che capovolge le gerarchie, docile con gli ultimi, i peccatori, severa con quelli che comunemente si crede abbiano un posto sicuro in Paradiso.

Messo alla berlina in primis è il clero, insospettabili peccatori, vescovi e arcivescovi cedono alle tentazioni umane, forse più dei laici. L’ambizione, la vanità, l’avarizia non fanno distinzioni di genere, ad essi non sfuggono tanto Don Fauci (Giuseppe D’Arcangelo) quanto Monsignor Magnifico (Francesco Beccia), nomi parlanti che evocano i vizi che hanno condannato i personaggi all’Inferno. Essi si vedono sorpassati da peccatori di ogni sorta, o per meglio dire quelli che in terra erano ritenuti tali, un mentecatto (Giovanni Borrelli), una prostituta (Tonia Carpinelli), un ateo (Pier Luigi Del Mastro) e così via.

(prima versione di ''povera la mia chiesa'')

Rispetto alla prima versione si aggiunge un terzo atto, un dubbio morale si insinua nell’opera e nell’autore, non hanno forse tutti la possibilità di salvarsi? Nessuno si arroga il diritto di giudicare gli altri e anche l’arte concede spazio alla redenzione, sebbene nella sfera dell’immaginazione e della finzione teatrale.

Personaggi e interpreti:
Don Fauci, Giuseppe D’Arcangelo
Monsignor Magnifico, Francesco Beccia
San Pietro, Ernesto Faeta
Lucifero, Antonio Conte
Angelo Speranza, Raffaella Gambatesa
Michele Misero, Agostino Tosques
La Peccatrice, Tonia Carpinelli
Il Manager, Filippo Torella
Sorella Solerzia, Lucia Cardillo
Il Comunista, Pier Luigi Del Mastro
Il Matto, Giovanni Borrelli
Cherubino, Fabio Piccirillo
Aiutante di Lucifero, Agostino Tosques

Corpo di ballo: Pina Piccirillo, Morena Cuorpo, Arianna Mucciaccito, Ida Tozzi, Ida Colucci, Valentina Clemente, Giusy De Matteis, Adele D’Amore, Marta Antonacci.

Coreografie di Anna Lucia Torella

Luci e musiche a cura di Giovanni Borrelli, Gina Mastroianni

Scene di Alfonso Piccirillo, Giuseppe D’Arcangelo

Regia di Alfonso Piccirillo

(A cura di Mari Piccirillomaripiccirillo@hotmail.it)

Pietramontecorvino, La Formica: “Povera la mia Chiesa” ultima modifica: 2013-06-07T21:58:56+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This