ManfredoniaRicordi di storia
A cura di Maria Teresa Valente ✍️

“Durante la caccia alle radio libere, da noi nasceva π—₯π—”π——π—œπ—’ 𝗠𝗔𝗑𝗙π—₯π—˜π——π—’π—‘π—œπ—” π—–π—˜π—‘π—§π—₯𝗒”


Di:

Il 7 giugno del 1976 il Ministero delle Telecomunicazioni iniziΓ² ufficialmente la guerra alle radio libere italiane che trasmettevano in aperta violazione del regime di monopolio concesso alla RAI. Ormai, perΓ², quell’ondata di cambiamento che solo pochi mesi prima aveva travolto la nostra nazione era diventata inarrestabile e, come uno tsunami di libertΓ , arrivΓ² anche a #Manfredonia.

Nella nostra cittΓ  una delle radio piΓΉ longeve Γ¨ Radio Manfredonia Centro, la cui avventura comincia proprio nell’era delle radio libere, in un giugno di poco piΓΉ di quarant’anni fa. A fondare quell’emittente, due ragazzi appena ventenni: Antonio Guerra e Vittorio de Filippo che, armati di grande entusiasmo ed entrambi appassionati di musica, decisero di percorrere la stessa strada.

Radio Manfredonia Centro fa parte ormai della storia della nostra cittΓ . Ogni volta che al mattino presto entro in auto non posso fare a meno di ascoltare Time Revival, ovvero gli anni del revival con quella musica anni ’60, ’70 e ’80 che ho imparato ad apprezzare fin da piccola proprio sulle frequenze di questa emittente.

In realtΓ  da bambina bisticciavo con mia madre che mi costringeva ad ascoltare musica β€˜antica’, ma quell’appuntamento quotidiano con Lucio Battisti, Raffaella CarrΓ , Bobby Solo, i Matia Bazar, i Cugini di Campagna e tanti altri, ha reso tutti questi cantanti praticamente di β€˜famiglia’. Le canzoni della trasmissione mi hanno accompagnata cosΓ¬ a lungo che ora riascoltarla mi emoziona, perchΓ© mi riconduce all’infanzia e all’adolescenza, con ricordi che si inseguono e si accavallano… finchΓ© mia figlia non mi riporta alla realtΓ  lamentandosi che la costringo ad ascoltare musica β€˜antica’. E sorridendo penso che anche questo ormai fa parte di una tradizione tutta β€˜sipontina’.

Numerosissimi sono stati negli anni i collaboratori, i dj e gli speaker di quella che per molti manfredoniani Γ¨ stata a lungo β€˜la radio’ per antonomasia.

Indimenticabili anche i tomboloni natalizi o la caccia al tesoro estiva, quest’ultima poi terminata sul finire degli anni ’90 per questioni di sicurezza.

Negli anni ’80 si pensava che la tv avrebbe soppiantato le radio e a tema c’è anche una famosa canzona dei Buggles, Video killed the radio star. Oggi c’è internet che incombe, ma l’auspicio Γ¨ che le radio, specialmente quelle locali, possano vivere ancora a lungo, con il loro senso innato di libertΓ  e con le trasmissioni β€˜storiche’ che suscitano emozioni e risvegliano ricordi.

Maria Teresa Valente

“Durante la caccia alle radio libere, da noi nasceva π—₯π—”π——π—œπ—’ 𝗠𝗔𝗑𝗙π—₯π—˜π——π—’π—‘π—œπ—” π—–π—˜π—‘π—§π—₯𝗒” ultima modifica: 2019-06-07T11:09:04+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarΓ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This