Foggia

Alta Capacità, Mongelli: ok by-pass limitata alle merci


Di:

Il sindaco di Foggia Gianni Mongelli (St)

Foggia – «NEL Contratto istituzionale di sviluppo sull’alta capacità ferroviaria, sottoscritto giovedì scorso, si stabilizza l’obiettivo per cui ha lavorato il Comune di Foggia assieme a tutto il sistema socio-economico e istituzionale provinciale». Il sindaco di Foggia, Gianni Mongelli, commenta così la nuova forma di accordo tra Stato ed Enti locali e il contenuto riguardante il capoluogo, «che è stato oggetto di un’attività da parte dell’Amministrazione comunale particolarmente intensa, proprio nelle ultime settimane di vigilia della firma». «Voglio – aggiunge il sindaco – ringraziare, in particolare, l’assessore alla Qualità e all’Assetto del Territorio, Augusto Marasco, che ha mantenuto incessanti contatti con Rete Ferroviaria Italiana e che ha istruito il “dossier” che è stato anche oggetto di discussione all’Assessorato regionale alle Infrastrutture strategiche e mobilità».

Il 24 maggio scorso, Marasco aveva formalizzato a RFI la richiesta che, sul raccordo ferroviario che si sta realizzando per collegare la Foggia-Bari e la Foggia-Caserta, si stabilizzasse l’opzione definitiva per il grande progetto di alta capacità ferroviaria, ritenendo «impensabile rimanere sul vago su una questione di tale rilevanza, nel momento in cui ci avviamo a definire le scelte del PUG». In una delle schede tecniche del Contratto istituzionale di sviluppo siglato lo scorso 2 agosto, circa la bretella che si sta ripristinando a Foggia, si evidenzia che «tale intervento consentirà di non far transitare, sostare e movimentare, all’interno della stazione di Foggia, i treni merci provenienti da Taranto e diretti verso Battipaglia».

Schema (st@) immagine con il confronto tra la tavola del Comune di Foggia (in alto) con la proposta del 24 maggio scorso segnata dalla linea tratteggiata rossa e la tavola (in basso) allegata al Contratto istituzionale di sviluppo sottoscritto 2 agosto scorso

«Non potevamo che tenere insieme – rileva il sindaco – le strategie della città capoluogo, in relazione al traffico passeggeri da potenziare nella nostra stazione, con quelle del Mezzogiorno e dell’Italia per uno sviluppo dell’economia. Come ha giustamente evidenziato il ministro per la Coesione territoriale, Fabrizio Barca, la nuova direttrice ferroviaria favorirà, prevalentemente, il collegamento tra i principali poli industriali del territorio, tra i quali il polo di Foggia Incoronata, che rappresentano il 55% dell’intero settore della meccanica nel Sud Italia, con oltre 60.000 occupati diretti».

«Rappresentando istanze ed elaborazioni espresse dal territorio negli ultimi sei anni – aggiunge l’assessore Marasco – avevamo la necessità di ottenere che le soluzioni bypass a servizio dell’alta capacità fossero utilizzate al fine di assicurare il solo transito delle merci, integrandosi con le attività già avviate per confermare la centralità della stazione passeggeri di Piazzale Vittorio Veneto e con le funzioni logistiche e di scambio intermodale che stanno concentrandosi su ASI Foggia Incoronata». «La conferma che il ripristino della bretella di raccordo fra le linee ferroviarie Foggia-Bari e Foggia-Napoli interessa il solo traffico merci – conclude Marasco – ci consente anche di precisare le strategie di sviluppo della mobilità nel Piano Urbanistico Generale».

Il by-pass merci in corso di realizzazione fu approvato dalla Giunta comunale il 24 settembre 2010, su sollecitazione avanzata anche dalla Prefettura di Foggia per l’entrata in vigore delle nuove normative di sicurezza dopo il disastro ferroviario del 29 giugno 2009 a Viareggio. «Da valutazioni scambiate con esperti – aveva aggiunto l’assessore – l’infrastruttura si caratterizza come più che sufficiente per il traffico dell’Alta Capacità ferroviaria. Stabilizzare questa opzione, prossima alla stazione centrale di piazza Vittorio Veneto, poco a sud del nuovo comparto direzionale della Fiera e funzionale al nuovo ampliato agglomerato industriale ASI Foggia Incoronata, consentirebbe di concretizzare gli impegni che, nel 2006, tutto il sistema politico-istituzionale ed economico-sociale riuscì a ottenere da Governo e Ferrovie dello Stato».


Redazione Stato@riproduzione riservata

Alta Capacità, Mongelli: ok by-pass limitata alle merci ultima modifica: 2012-08-07T16:36:35+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This