Edizione n° 5402

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Bari, abusava della nipotina di 11 anni: finisce in carcere lo zio-orco

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
7 Novembre 2023
Attualità // Stato prima //

BARI – Alle prime luci dell’alba del 6 novembre, la Squadra Mobile della Questura di Bari ha tratto in arresto, in esecuzione della misura cautelare emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Bari, su richiesta di questa Procura della Repubblica, un uomo di 66 anni della provincia di Bari, ritenuto responsabile, in base agli elementi acquisiti, accertamenti compiuti nella fase delle indagini preliminari che necessitano della successiva verifica processuale nel contraddittorio con la difesa, del reato di violenza sessuale aggravata.

I fatti risalgono, in base a quanto ricostruito dagli investigatori della Sezione Reati contro la persona, in danno di minori e reati sessuali della Squadra Mobile, con il coordinamento di questa Procura della Repubblica, all’estate del 2020. La vittima, appena undicenne, residente in provincia di Bari, raggiunge il paese vicino per far visita alla nonna. In quel paese vive anche uno zio della ragazzina, che la incontra per strada, la conduce in un luogo isolato e la costringe a subire rapporti sessuali.

L’anno successivo, in occasione delle festività natalizie, l’uomo insidia nuovamente la nipote, palpeggiandola nelle parti intime.

L’audizione “protetta” della minore, provata nel corpo e nella mente per quanto accaduto, ed i riscontri acquisiti con le investigazioni, anche attraverso le dichiarazioni dei testimoni, hanno consentito di delineare il quadro indiziario che, aggiunto alle esigenze cautelari, ha favorito l’emissione del provvedimento cautelare e quindi la carcerazione del 66enne.

Lascia un commento

“L'amore ha anche questo in comune con la poesia: che, quando ci si spiega, si è perduti.” MARIO ANDREA RIGONI

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.