Manfredonia

Intesa per Basilica ‘sempre aperta’. Gli interessati: noi all’oscuro


Di:

BasilicadiSiponto (www.reti.comuni.italiani)

BasilicadiSiponto (www.reti.comuni.italiani)

Manfredonia – APERTURA per tutta la settimana della Basilica di Siponto (ad  esclusione del martedì) dalle ore 9 alle 12 e dalle 15 alle 19. E’ uno dei punti principali del protocollo d’intesa fra il Comune di Manfredonia e la Rettoria della Basilica Santa Maria di Siponto per una “stretta e fattiva” collaborazione fra i due enti, per così consentire al Comune di “sostenere” la Rettoria “nella gestione della Basilica”. Fine principale dell’intesa: “garantire una buona fruizione del sito da parte dei fedeli”. Dunque, tramite questa intesa, il Comune potrà sostenere le spese della Rettoria della Basilica locale. Dalla nota emessa, si mette in evidenza come “l’intervento dell’amministrazione pubblica sarà utile per colmare una carenza nella fruizione della Basilica-monumento fortemente avvertita e spesso denunciata” dalla stessa comunità locale. Il documento è stato sottoscritto dal sindaco Paolo Campo e dal Rettore della Basilica padre Mario Marchiori (dunque firmatario dell’intesa) così “rafforzando l’intervento della civica amministrazione a vantaggio della gestione di quel santuario caro ai manfredoniani per essere il riferimento storico religioso e dunque affettivo di collegamento tra l’antica Siponto e la nuova città che da quella è derivata”. Va segnalato in ogni modo che gli interventi a Siponto, nonostante dei finanziamenti passati, tardino ancora ad arrivare, così come i piani di reastauro annunciati già a febbraio ma ancora prossimi all’ultimazione. Prima dell’intesa stabilita, il Comune interveniva nella gestione della Basilica di proprietà del Capitolo Arcivescovile, e dell’area immediatamente circostante, condotta dalla Rettoria della Basilica, con un contributo annuale risultato nel tempo “insufficiente a coprire le spese di gestione ordinaria della Basilica e delle aree annesse”, nonché dell’utilizzo di un custode addetto all’apertura della chiesa e all’accoglienza dei pellegrini, visitatori e  turisti. Di qui la decisione di rendere la partecipazione del Comune più consistente “in considerazione – ha spiegato il sindaco Campo – del luogo di culto carissimo alla popolazione di Manfredonia, della sua valenza storico-artistica al centro di un’area archeologica di inestimabile pregio e dell’interesse che suscita nei cultori dell’arte e della storia, e non per ultimo a riguardo dell’interesse della Pubblica amministrazione di sostenere la giusta tenuta della Basilica e del sito archeologico e turistico collegato di alto valore culturale e sociale”. Il Comune si è pertanto impegnato “nei limiti della disponibilità del Bilancio comunale, ad erogare contributi straordinari e un contributo economico annuo soggetto a rendicontazione finalizzato ad assolvere gli oneri della gestione della Basilica di Siponto e aree annesse; di collaborare con la Rettoria per la gestione della Basilica nelle più ampie forme di intervento al fine di garantire la piena funzionalità e fruibilità dell’edificio sacro e delle aree annesse”. Si è infine stabilito che Comune e Rettoria “potranno individuare forme di collaborazione e di progettazione comune per migliorare la fruibilità della Basilica e delle aree connesse, con l’obiettivo condiviso di promuovere la crescita sociale, turistica e culturale della comunità locale”. Fin qui tutto in regola, peccato però che lo stesso rettore della Basilica, padre Mario Marchiori, firmatario del protocollo d’intesa, dello stesso protocollo non ne sappia “assolutamente nulla”. Contattato da Stato, padre Mario ha detto infatti di “non essere a conoscenza” dell’accordo stabilito fra Comune e Rettoria. Inoltre va considerato che uno dei responsabili della custodia del sito, il signor Aldo Caroleo, ha detto Stato che “il servizio di apertura della Basilica era comunque garantito già in precedenza e per tutta la settimana”. Difatti, un “gruppo di volontari” consentirebbe la fruizione della Basilica, da parte dei fedeli, anche nella giornata di martedì. Il custode del sito, sostenuto nelle spese dalla stessa Rettoria, gode naturalmente di un giorno di ferie settimanale, un’assenza coperta tramite le opere di volontariato di alcuni manfredoniani. Il Comune ha comunque detto che l’intesa stabilita con la Rettoria, tramite l’apertura settimanale del sito, sarà utile per le spese di sostentamento della stessa Rettoria. Resta una esclusività nell’apertura del sito in verità mai esistita, dato che l’apertura della Basilica, nelle parole di Rettoria e custodi, era garantita già prima. Compreso il martedì. Resta in ogni modo un protocollo firmato, dato che si tratta di un atto ufficiale comunicato dallo stesso Comune, per “favorire il sostentamento della Rettoria della Basilica di Siponto”.

Intesa per Basilica ‘sempre aperta’. Gli interessati: noi all’oscuro ultima modifica: 2009-12-07T21:11:50+00:00 da Giuseppe de Filippo



Vota questo articolo:
3

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This