Regione-Territorio

Palese: Pd confuso. Verdi: coalizione forte o si perde. La video-lettera di Nichi


Di:

VendolaBari – ATTACCO frontale a Vendola da parte del capogruppo di Forza Italia-Pdl in Consiglio regionale, Rocco Palese, in primis sulla confusione in seno alla dirigenza del Partito Democratico:“Ci meravigliamo di come il governatore della Regione non abbia ancora revocato tutte le deleghe agli assessori del Pd e consenta agli assessori e ai consiglieri di quel partito di farsi campagna elettorale a sue spese”. Per Palese “lo sdoppiamento di personalità del Pd pugliese è sintetizzato alla perfezione dal capogruppo consiliare del partito. Il collega Maniglio nei giorni scorsi ha detto chiaramente di essere tra quelli che nel suo partito non vogliono la ricandidatura di Vendola, che chiedono discontinuità e che considerano perdente un’alleanza del centrosinistra intorno a Vendola. Maniglio, quindi, scarica Vendola. Intanto in Giunta gli assessori del Pd approvano il Bilancio e oggi il capogruppo del Pd Maniglio assume in capo al suo partito il merito di aver ‘abbassato’ le tasse. Dovrebbe in primo luogo ricordare che sono stati Vendola e il Pd nel 2006 ad aumentare le tasse per colpa dei loro debiti nella sanità, quindi oggi non è che abbassano le tasse ai pugliesi, ma semplicemente diminuiscono i loro stessi aumenti. Sempre riservandoci nei prossimi giorni e dopo attenta lettura delle carte un dettagliato commento sul Bilancio di previsione del 2010, sta di fatto che il Pd ha approvato il Bilancio in Giunta e il Bilancio, come si sa, è un atto politico per una maggioranza. E Maniglio definisce oggi quel Bilancio uno strumento di ‘portata innovativa’. Per Palese,”mentre il Pd cerca in ogni modo di scaricare Vendola per liberarsi dall’ingombro, i suoi assessori restano attaccati alle poltrone della Giunta e si fanno anche campagna elettorale, contro Vendola, dall’interno della stessa Giunta regionale da lui presieduta. Vivono da separati in casa non potendo divorziare perché uniti da 5 anni di fallimenti e da provvedimenti che continuano ad approvare

Rocco Palese (Pdl)

Rocco Palese (Pdl)

insieme anche in questi giorni.Ma ci meravigliamo di come il povero presidente Vendola non si renda conto che così facendo il Pd allunga ogni giorno di più il testo del suo necrologio”. Prima il futuro della Puglia poi le candidature, le priorità è l’allargamento della coalizione di governo sulla base della condivisione di punti forti ambientali. Sono i segnali lanciati invece dai Verdi alle forze oltre il centrosinistra. Ad illustrare appello e metodo sono stati il numero uno della Federazione nazionale, il presidente Angelo Bonelli, ed il capogruppo in Consiglio regionale Mimmo Lomelo, in una conferenza stampa in via Capruzzi, a Bari. “Ci appelliamo”, hanno insistito, a  senso di responsabilità dei vertici del PD e del governatore nei confronti della Puglia e dei pugliesi, perché mettano da parte prese di posizione e investano su una coalizione allargata, intorno a punti programmatici chiari. “Acqua, energie rinnovabili, no al nucleare, tutela del territorio”, ha anticipato Lomelo. Quelli non negoziabili sono stati indicati da Bonelli: ribadire che le risorse idriche sono un bene pubblico non privatizzabile; l’impegno al  risanamento dell’area tarantina, fortemente compromessa dall’Ilva; considerare la Puglia “off limits” rispetto a qualsiasi centrale nucleare; uno “stop al consumo del suolo” con leggi urbanistiche di tutela del paesaggio; puntare con decisione sulle energie rinnovabili. I Verdi suggeriscono a Vendola di aprire un tavolo per ridefinire una coalizione, chiamando al confronto quanti, oggi non in maggioranza, sono interessati alla creazione di uno schieramento che possa battere la destra, che certamente avvierebbe politiche di privatizzazione delle risorse e di aggressione dell’ambiente. “Consensi e rotture” sui programmi non sulle persone: “siamo per un allargamento che non snaturi i temi forti programmatici”, hanno ribadito Bonelli e Lomelo. “Non si tratta di Vendola sì Vendola no, tutti siamo importanti ma nessuno è insostituibile di fronte ad un progetto che potrebbe far crescere la Puglia, vale anche per me nel mio ruolo alla guida della federazione”, ha osservato Bonelli.Se non si rafforza la coalizione del 2005 si perde, per Lomelo non ci sono dubbi. Il no è a corse solitarie che “non vogliamo e non faremo”, il sì è ad accordi elettorali allargati su basi programmatiche condivise, passando dalla ricostruzione dell’alleanza che cinque anni fa ha vinto le regionali, con il contributo determinante dei Verdi alla candidatura di MimmoLomeo (l'informatore.it)Vendola.La posizione espressa nella conferenza stampa è quindi quella ufficiale dei Verdi, rappresentata non a caso dal massimo livello della Federazione italiana.In sede locale, Mimmo Lomelo (“dobbiamo costruire una coalizione vincente, non impiccare i piccoli”) ha confermato che continuano gli incontri per rivedere lo sbarramento al 4% previsto dalla legge elettorale regionale. L’appoggio alla ricandidatura di Nichi Vendola è arrivato anche dai vertici regionali di Psi, Prc, Sd, Mps, Comunisti-Sinistra Popolare e Unire la Sinistra. Dal segretario nazionale Bersani è arrivato invece un monito: “Senza Udc e Idv – ha detto – il Pd pugliese rischia di perdere alle prossime elezioni”, così riconsegnando la regiuone alla destra. Anche il segretario regionale Pd, Sergio Blasi, è arrivato un invito a Vendola per “rinunciare all’autocandidatura” per così “ricercare un candidato che possa consentire l’allargamento dell’alleanza del centrosinistra a Udc e Idv”.

Palese: Pd confuso. Verdi: coalizione forte o si perde. La video-lettera di Nichi ultima modifica: 2009-12-07T18:31:00+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This