Eventi

Bike sharing, bonus per acquisto bici, le polemiche passate


Di:

Bike sharing

Bike sharing (immagine d'archivio)

Mobilità sostenibile, siglata la convenzione per l’assegnazione del bonus per l’acquisto di bici. 230mila euro per Foggia, Cerignola, Manfredonia e San Severo

Manfredonia – “DA oggi parte la grande azione di promozione di un modello di mobilità sostenibile nei grandi centri urbani della Capitanata. Un’attività che la Provincia di Foggia ha inteso avviare nella convinzione che incentivare l’uso della bicicletta sia uno dei più efficaci strumenti per combattere gli altissimi livelli di inquinamento delle nostre città”. Così Stefano Pecorella, assessore provinciale alle Risorse Ambientali, commenta la firma della convenzione, stipulata tra l’Ente di Palazzo Dogana ed i rivenditori di biciclette, finalizzata a disciplinare l’acquisto di bici con l’erogazione di un contributo da parte dell’Amministrazione provinciale.

Il tetto complessivo del finanziamento che l’assessorato provinciale alle Risorse Ambientali destinerà all’acquisto di biciclette ammonta a 229mila 900 euro e sarà distribuito sui comuni di Foggia (dove saranno erogati complessivamente 1300 bonus), Cerignola (dove saranno erogati complessivamente 333 bonus), San Severo (dove saranno erogati complessivamente 333 bonus), Manfredonia (dove saranno erogati complessivamente 333 bonus). In totale, dunque, attraverso il contributo economico della Provincia di Foggia sarà possibile ‘immettere’ in questi quattro grandi centri urbani oltre duemila biciclette. Ad ogni nucleo familiare residente nei comuni oggetto dell’intervento, infatti, sarà concesso un bonus fino a 100 euro. Ogni famiglia non potrà ricevere più di un contributo, cui avrà diritto prenotandosi con la compilazione di un apposito modello (predisposto dall’Amministrazione provinciale) che dovrà essere consegnato all’esercente convenzionato. L’incentivo all’acquisto sarà concesso esclusivamente per le biciclette prodotte dalle aziende elencate nel documento elaborato dal Ministero dell’Ambiente in occasione dei contributi erogati nel settembre 2009, nonché per quelle prodotte e fabbricate in ambito locale; per la tipologia ‘da passeggio’, per quella da trekking, city-bike e pieghevoli (dunque non sarà possibile usufruire dell’incentivo per l’acquisto di bici da corsa, ‘Bmx’ o mountain bike); per quelle bici dotate di parafanghi e sistemi di illuminazione integrati nelle biciclette, ovvero non aggiunti a posteriori; per quelle biciclette conformi alle normative di sicurezza in vigore e con marchio di qualità.
“Attraverso questo intervento – spiega l’assessore provinciale Stefano Pecorella – sarà possibile cominciare a costruire un sistema moderno di mobilità sostenibile urbana, che nei prossimi anni è nostra volontà potenziare ed ampliare. Questa prima azione che ci apprestiamo a mettere in campo è il frutto di un lungo ed intenso lavoro che la Provincia di Foggia ha condotto per migliorare il progetto ereditato dalla precedente amministrazione, cui nei prossimi mesi affiancheremo l’attivazione vera e propria del servizio di ‘bike sharing’”.

La campagna di adesione per l’ottenimento del contributo partirà alle 9.00 del 19 maggio 2010 e si concluderà alle 12.00 del 19 giugno 2010. L’Amministrazione provinciale, inoltre, si impegna ad aggiornare la lista delle prenotazioni ogni due giorni e, qualora l’afflusso delle richieste dovesse, ancor prima del termine ultimo prefissato, ragguagliare il tetto delle risorse messe a disposizione per uno o più centri, si farà carico di avvertire i singoli esercenti (che affiggeranno alla vetrina del proprio esercizio una apposita locandina in cui saranno riportate le condizioni per l’assegnazione del ‘bonus bici’) di sospendere le prenotazioni in esubero. “Proprio per promuovere l’uso della bicicletta nelle nostre città – annuncia Pecorella – domani, domenica 8 maggio, terremo alle 19.00 nel cortile di Palazzo Dogana una cerimonia nel corso della quale la Provincia di Foggia, nell’ambito della ‘Giornata nazionale della bicicletta’ organizzata dal Ministero dell’Ambiente, regalerà tre bici ai tre fortunati sorteggiati che avranno partecipato in mattinata alla ‘passeggiata ecologica’ nella città di Foggia”.

Di seguito la lista degli esercenti che hanno sottoscritto la convenzione con l’Amministrazione provinciale:
Bici Sport 2 (Foggia)
Bici Sport 3 (Foggia)
Euro Bici (Foggia)
Ipercoop Coop Estense (Foggia)
Bike&Co. (Foggia)
Del Grande Filippo (Foggia)
Due Ruote (Foggia)
World Bike (Cerignola)
Special Bike (Cerignola)
Antonio Biccari (San Severo)
M. Cataneo (San Severo)
Mondo Bici (San Severo)
G.M.G. (San Severo)
Mazzeo S.r.l. (San Severo)
Giovanni Spano (Manfredonia)
Giuseppe Buccino Ciclo e moto (Manfredonia)

LA SOTTOSCRIZIONE DEL PROGETTO, LE POLEMICHE A PALAZZO DOGANA -”L’attivazione del bike sharing in Capitanata è diventata materia più da campagna elettorale che da programmazione ambientale”. Lo aveva affermato Sergio Clemente, consigliere provinciale del PD, commentando la presentazione del progetto varato dall’assessorato provinciale all’Ambiente per l’utilizzo dei fondi regionali “stanziati essenzialmente a favore del Comune di Foggia, i cui cittadini hanno finito con l’ottenere fondi e mezzi percentualmente inferiori a quelli di Vieste”. “Se pure si volesse condividere l’impostazione dell’Amministrazione provinciale – aggiunge il capogruppo del PD, Antonio Prencipe – si fa difficoltà a comprenderne la ratio”. Per quale motivo, ad esempio, Lucera e San Giovanni Rotondo non sono tra i grandi centri che beneficeranno del servizio? Perché limitare la concessione del bonus ai soli cittadini dei Comuni in cui sarà attivato il bike sharing e non, magari, estenderlo all’intera Capitanata o riservarlo ad altri centri? A proposito del bonus, “annunciare in piena campagna elettorale il riconoscimento di un contributo in danaro senza precisare chi ne avrà diritto e come potrà utilizzarlo è molto più che inopportuno – riprende Sergio Clemente – a maggior ragione considerando che l’assessore all’Ambiente è candidato sindaco in una delle città a cui è stato esteso il servizio”. “A voler essere maliziosi – conclude Antonio Prencipe – verrebbe da pensare che solo per questa ragione Pecorella ha tenuto chiusi nel proprio cassetto i fondi stanziati dalla Regione oltre 2 anni fa e che, di questo passo, non produrranno effetti concreti per i cittadini prima di altri 2 anni”.

PER APPROFONDIMENTI: Capitanata, il bike sharing conteso: cifre, dati e invettive

Caos bike sharing, Pdl diserta commissione ambiente

Bike sharing, l’interrogazione di Lonigro

Bike sharing, bonus per acquisto bici, le polemiche passate ultima modifica: 2010-05-08T14:05:36+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Redazione

    L’avevamo già denunciato tempo fa . C’erano le elezioni regionali , promesse di qua promesse di là. La verità è che a tutt’oggi non è cambiato nulla. Cosa è successo?

    In molte città d’ Italia funziona il servizio di ” bike sharing “che consente a molti cittadini di muoversi nelle strade cittadine, sempre più intasate di traffico e inquinate ,usufruendo delle biciclette messe a disposizione dell’utenza pagando per l’utilizzo a tempo, una piccola somma.

    Il servizio è attivo a Bari, a Lecce senza andare troppo lontani dalla nostra regione.

    A Foggia e provincia non è possibile avere tale servizio, perchè litigano Provincia-Comune facendosi i dispetti, che poi sono dispetti fatti ai cittadini. Infatti degli 833 mila euro stanziati, sono già state acquistate biciclette per 230mila euro (bando approvato a tempo di record).

    Ma adesso nessuno sa niente. Si rimpallano accuse Provincia e Comune dimenticando che ai cittadini la pazienza non è infinita! Una cosa è certa, mentre in tutte le città del mondo si sviluppano per la circolazione mezzi alternativi al trasporto a motore, da noi si litiga e si rimane (con le biciclette ferme) al palo.

    100 biciclette a Foggia, 48 a Manfredonia, 60 a Vieste non sono state mai viste da nessuno.

    Qualcuno penserà che ci sono tanti altri problemi…ma è un ragionamento sbagliato in quanto sono soldi pubblici già stanziati ed in parte già spesi. Questo è solo un esempio di come vanno le cose e si capisce bene perchè la qualità della vita da noi è quella che è , cioè tra gli ultimi posti delle graduatorie nazionali.

    A nome dei cittadini un grazie all’On Pepe (Provincia di Foggia) e all’Ing Mongelli (Comune di Foggia).

    Foggia, 21 agosto 2010

    Salvatore Valerio
    Presidente Provinciale
    Associazione Culturale Destra Razionale sapere aude

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This