Cronaca

Molfetta, lei lo lascia, lui la perseguita, arrestato


Di:

Carabinieri, controlli (archivio, atnws@)

Molfetta – NON si è rassegnato alla fine della relazione sentimentale intrattenuta con una 40enne e perciò le ha reso la vita impossibile, ossessionandola con continui appostamenti, inseguimenti, tentativi di approcci, telefonate e messaggi continui. Ieri l’epilogo della vicenda, dopo l’ennesimo appostamento ed aggressione è stato rintracciato dai Carabinieri in una casa di campagna di un amico, ove aveva tentato di nascondersi.

Per questo motivo, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Molfetta hanno tratto in arresto un 46enne del posto con l’accusa di atti persecutori.

La decisione maturata un anno fa dalla donna di troncare la relazione durata tre anni ha indotto l’uomo ad assumere comportamenti persecutori, divenuti col tempo ossessivi per continui appostamenti e pedinamenti in diverse ore della giornata, telefonate e messaggi che sfociavano in insulti e molestie.

Tutto questo ha reso la vita della malcapitata impossibile, ingenerando in lei uno stato di ansia e timore di ripercussioni del’uomo nei suoi confronti.

Durante l‘ultimo episodio, mentre la donna percorreva a piedi via Capitano De Candia, dopo essere stata seguita, è stata fermata, strattonata ed ingiuriata. La telefonata al 112 ha fatto sì allontanasse dalla vittima, sino a quando più tardi è stato rintracciato in agro di Molfetta e tratto in arresto.

Su disposizione della Procura della Repubblica di Trani, è stato poi associato presso la locale casa circondariale.

Redazione Stato

Molfetta, lei lo lascia, lui la perseguita, arrestato ultima modifica: 2013-06-08T15:58:27+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This