Edizione n° 5400

BALLON D'ESSAI

ANTIFASCISTE // Cerignola, il 25 luglio la “Pastasciutta antifascista” su Terra Aut
17 Luglio 2024 - ore  13:55

CALEMBOUR

TASK FORCE // Le ricerche di Antonio Draicchio, dopo 7 giorni, sono state interrotte come da prassi di legge
17 Luglio 2024 - ore  14:39

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

TEATRALI Natisone, ‘se soccorsi in tempo i ragazzi sarebbero vivi’

Petru aggiunge che quelle che sono in atto in questi giorni "mi sembrano ricerche molto teatrali"

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
8 Giugno 2024
Cronaca // Focus //

Se i soccorsi fossero partiti tempestivamente, ovvero nel momento in cui la povera Patrizia li ha richiesti, oggi i ragazzi sarebbero vivi e a casa con i loro genitori“.

E’ la durissima accusa lanciata in alcune interviste rilasciate questa mattina dall’avvocato Gaetano Laghi, legale della famiglia di Cristian Molnar, il 25enne disperso da venerdì scorso, dopo essere stato travolto dalle acque del Natisone. “Dopo aver fatto anche un sopralluogo nella località della tragedia, mi colpisce molto la sottovalutazione della situazione iniziale”, ha incalzato il legale.

Lo riporta l’Ansa.

Natisone, 'se soccorsi in tempo i ragazzi sarebbero vivi'
Natisone, ‘se soccorsi in tempo i ragazzi sarebbero vivi’

 

Come invece riporta Open, Petru Molnar è il fratello di Cristian, disperso dal 31 maggio dopo la piena del fiume Natisone che ha ucciso Patrizia Cormos e Bianca Doros. E sostiene che il fratello sia ancora «vivo, sento il suo respiro. Ma dobbiamo fare presto a salvarlo». Pompieri e Protezione Civile stanno cercando Cristian da ormai otto giorni. Petru vuole che si continui a cercarlo: «Lo voglio riportare a casa dai miei genitori. Mi hanno riferito che da domani diminuiranno il numero dei ricercatori: guai solo a pensarlo! Anzi chiedo ufficialmente all’Italia di intensificarli perché più passano i giorni e più servono», dice oggi al Corriere della Sera. Intanto nelle indagini è emerso che il telefono di Cormos funziona ancora: l’analisi del cellulare sarà decisiva per capire se ci sono stati errori nel piano dei soccorsi.

Lascia un commento

“L'amore ha anche questo in comune con la poesia: che, quando ci si spiega, si è perduti.” MARIO ANDREA RIGONI

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.