Edizione n° 5400

BALLON D'ESSAI

ANTIFASCISTE // Cerignola, il 25 luglio la “Pastasciutta antifascista” su Terra Aut
17 Luglio 2024 - ore  13:55

CALEMBOUR

TASK FORCE // Le ricerche di Antonio Draicchio, dopo 7 giorni, sono state interrotte come da prassi di legge
17 Luglio 2024 - ore  14:39

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

INCENDIO San Nicandro Garganico: scoppia incendio al mercato settimanale, panico tra gli ambulanti

Un incendio di sterpaglie è scoppiato vicino allo spazio utilizzato da oltre un anno per il mercato settimanale del venerdì.

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
8 Giugno 2024
Cronaca // Gargano //
Ieri mattina, intorno alle 13, si sono vissuti momenti di tensione nell’area mercatale di San Nicandro Garganico, in piazza Caduti di Nassiriya. Per cause ancora in corso di accertamento da parte dei carabinieri intervenuti sul posto, un incendio di sterpaglie è scoppiato vicino allo spazio utilizzato da oltre un anno per il mercato settimanale del venerdì. Le fiamme e, soprattutto, il fumo hanno generato panico e sconcerto tra gli ambulanti, costringendoli a smantellare rapidamente le loro postazioni e ad abbandonare l’area. I volontari dell’Avers, in convenzione con il Comune, sono intervenuti prontamente per spegnere l’incendio e bonificare l’area.

La collocazione periferica dell’area mercatale aveva già suscitato proteste da parte degli ambulanti dell’Ana-Ugl, rappresentati dal presidente Raffaele Cristianzano. Solo una settimana fa, Cristianzano aveva espresso il malcontento degli ambulanti, dichiarando: “Siamo figli di un dio minore e questo non va bene” (documentato dai colleghi di Voce del Gargano).

Dopo l’incendio, il sindacato ha commentato: “Solo un miracolo ha impedito un disastro e danni a noi. Ecco le condizioni in cui lavoriamo”.

Nel frattempo, il consigliere comunale d’opposizione Antonio Berardi, nonché consigliere provinciale, ha pubblicato un post su Facebook chiamando in causa l’assessore con delega al Commercio: “Prenda atto di quanto accaduto oggi. Bisogna rivedere il tutto, oggi si è sfiorata una vera tragedia!”.

Anche il sindaco Matteo Vocale è intervenuto rapidamente, dichiarando: “Ho denunciato subito l’accaduto alle Forze di Polizia competenti, affinché compiano tutti gli accertamenti del caso, atteso che l’incendio è stato verosimilmente di natura dolosa e sembra strano che nessuno abbia visto nulla”.

Il primo cittadino sulla questione, controbatte: “Approfitto per rilevare un comportamento intellettualmente disonesto di alcuni di costoro, atteso che la nuova collocazione del mercato, oltre un anno fa, è stata frutto di confronti e incontri numerosi, inclusi sopralluoghi e che abbiamo sempre cercato di soddisfare le istanze della categoria, come testimoniato dai verbali, Abbiamo anche preso l’impegno di rivedere alcune collocazioni delle bancarelle, questione oggetto delle modifiche al Documento Strategico del Commercio approvate dal Consiglio comunale venti giorni fa e in via di applicazione a seguito dell’ennesimo incontro con la categoria. Sentir dire che l’amministrazione non ascolterebbe nessuno, è quantomeno da persone in malafede”.

Matteo Vocale non le manda a dire: “Qualcuno non si rassegna ancora al fatto che il mercato dove stava prima non si può più fare, non perché non voglio io o chissà chi ma per motivi di sicurezza. Dovevamo spostarlo in zona del tutto periferica, come in tutte le città normali, invece abbiamo adottato una soluzione intermedia per favorire il più possibile tanti cittadini anziani. Intanto aspettiamo ancora che certuni, invece di fare i piagnoni e polemici a prescindere, a favor di social e in piena campagna elettorale, facessero qualche altra proposta. Possibilmente realistica e seria”.

Lo riporta FoggiaToday.

SAN NICANDRO GARGANICO, UNA TRAGEDIA SFIORATA MA ANNUNCIATA
SAVINO MONTARULI (CASAMBULANTI): “SOLAMENTE CHI NON VOLEVA VEDERE NON VEDEVA”

Tragedia sfiorata nell’area mercatale di San Nicandro Garganico: fuoco e fiamme hanno provocato scene di panico tra gli operatori che si sono visti lambire pericolosamente in uno scenario infernale. Dopo le esternazioni dei Rappresentanti dell’Associazione ANA-Ugl, è stato il Presidente CasAmbulanti, Savino Montaruli, a dichiarare: “con gli amici delle altre Sigle di Rappresentanza avevamo già da tempo e per tempo nutrito fortissime preoccupazioni per l’allocazione del mercato in un’area assolutamente inadeguata e pericolosa. Una situazione che si verifica anche in altri comuni ma che, a San Nicandro Garganico ha superato ogni limite di sopportazione. Anche in questa circostanza è davvero mancato poco che si verificasse l’irreparabile e questo ci ha scossi moltissimo. Stare sul posto di lavoro con il terrore che da un momento all’altro ci si possa trovare avvolti nelle fiamme alimentate anche dal vento, visto che l’area in questione è sovraesposta, rappresenta anche un’umiliazione che, probabilmente, al comune le autorità locali continuano a sottovalutare. Invitiamo l’Amministrazione comunale a convocare con la massima urgenza le Sigle di Rappresentanza così come invitiamo S.E. il Prefetto ad approfondire quanto accaduto ricercando anche eventuali responsabilità e soprattutto eventuali comportamenti omissivi per la messa in sicurezza del luogo pubblico”.

Anche il Presidente di G.O.I.A. – Fe.NA.P.I., Rosario Cicciotti, dopo aver interloquito con il Presidente Montaruli, ha condiviso le preoccupazioni degli Ambulanti invitando l’Amministrazione ad un immediato ed urgente incontro.

1 commenti su "San Nicandro Garganico: scoppia incendio al mercato settimanale, panico tra gli ambulanti"

  1. MA DOVE VEGLIANO GLI AMMINISTRATORI
    PENSO SOLO ALLA BUSTA PAGA
    E GLI ITALIANI PAGANO-SVEGLIATEVI- PREVENZIONE-

Lascia un commento

“L'amore ha anche questo in comune con la poesia: che, quando ci si spiega, si è perduti.” MARIO ANDREA RIGONI

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.