Regione-Territorio
Intrappolati ormai da 16 giorni nella grotta si Tham Luang, in Thailandia, un’intera squadra di calcio giovanile con il suo allenatore

Thailandia: un salvataggio che passerà alla storia


Di:

Siete pronti?” – “Siamo pronti”. In uno stato permanente di eccessiva tensione, dovuto all’elevato stress di queste due settimane, è partita alle 4 di questa mattina (11 ore italiane) una delle più grandi operazioni di salvataggio per provare ad estrarre i 12 ragazzi della squadra di calcio Moopa (Cinghiale) tutti di età compresa tra gli 11 ed i 16 anni e per il loro allenatore, il venticinquenne Ekapol Chanthawong, rimasti intrappolati il 23 giugno nella grotta di Tham Luang, in Thailandia.

Sono passate due settimane da quella gita esplorativa decisa dallo stesso coach, al ritorno da un allenamento, e finita male. Le forti piogge della stagione monsonica li hanno bloccati all’interno della caverna, impedendo loro qualsiasi possibilità di uscita. All’interno di un luogo, dove per 16 giorni sono stati sistemati cinque chilometri di tubazione per insufflare ossigeno, visto che la percentuale dal 21% limite minimo per la sopravvivenza, è scesa al 15%, si cerca adesso di correre contro il tempo perché con il passare delle ore, troppe, si rischia che si inneschi un micidiale meccanismo di morte per chiunque vi si trovi dentro, come è già successo ad un ufficiale della Navy Seal, il trentottenne Saman Kuman, che ha perso la vita durante un’immersione di ritorno al campo base.

Nella continua ricerca, in questi giorni, di una soluzione per estrarli tutti vivi, un gruppo di 18 sub, massimi esperti mondiali in situazioni estreme di salvataggio, li porterà fuori uno alla volta.

Due sub a disposizione di ogni ragazzo. Si stima ci vorranno circa 11 ore per ogni salvataggio.

Il punto più critico del percorso, 1,7 chilometri tra l’andare ed il venire, rimane un restringimento di circa 45cm di diametro. Divisi in gruppi, è già partito il soccorso per il primo bambino.
Se tutto dovesse andare secondo i piani, i ragazzi una volta fuori, saranno portati all’ospedale più vicino, circa 60km di distanza.

Evacuata la zona adiacente alla grotta, un raggio di circa 2 chilometri, per permettere ai soccorsi di agire in tranquillità. Fuori all’entrata della grotta ambulanze e sono stati messi a disposizione gli elicotteri se ci dovessero essere dei casi più gravi.

In questa fase delicata, dove le emozioni devono lasciare spazio alla concentrazione, le telecamere del mondo sono puntate sulla speranza che tutto si risolva per il meglio.

Francescapaola Iannaccone

Thailandia: un salvataggio che passerà alla storia ultima modifica: 2018-07-08T19:32:27+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This