FoggiaPolitica
Di Mauro: “Serve una marcia nuova nel partito, mi auguro non si riduca a battaglia personale”

Vitali a Roma con Toti: “Sbagliato ridurre convention a manifestazione folcroristica”

L’incontro dei forzisti per chiedere primarie aperte, meritocrazia, radicamento territoriale


Di:

Foggia, 08 luglio 2019. “E’andata molto bene la convention di Giovanni Toti, a dimostrazione che quello che diciamo da mesi  non è un capriccio ma risponde all’esigenza di partecipazione, di sentirsi importanti, decisivi, di sentirsi rappresentati. Eravamo oltre 2mila persone che, con 40°, sono arrivati da tutta Italia”. Il senatore Luigi Vitali, ex coordinatore di Forza Italia in Puglia, è  tornato da Roma dove il forzista, attuale governatore della Liguria, ha lanciato la sua “rivoluzione d’ottobre”, cioè primarie aperte a tutti, scongiurare lo “zero assoluto”, confrontarsi con i risultati elettorali della Lega. “Le scelte vengono dall’alto, cosa che poteva andare bene quando si era al 30%, oggi non più, e noi dobbiamo fare qualcosa anche per ripagare Berlusconi di quello che ha fatto  in 25 anni.”

Il ‘Giornale’ dopo l’incontro a Roma,  ha titolato: “Toti perde tempo”, e Berlusconi: “Non c’è spazio per questa roba”.  “Sbagliato derubricare tutto questo a una manifestazione folcloristica- prosegue Vitali-  15 giorni fa Toti e Carfagna sono stati nominati coordinatori pro tempore, se poi questi non hanno potere..”. Sul gruppo di pugliesi presenti, Vitali dice: “Con me il sindaco Franco Landella, il sindaco di Avetrana e di Erchie. Se ci saranno  le primarie lo si saprà martedì, giorno in cui è stato convocato il tavolo dei saggi: capiremo se questo progetto avrà un futuro o no. Berlusconi non può temere le primarie, quelli intorno lui ci hanno fatto inanellare una serie di sconfitte. Noi non mettiamo in discussione lui ma vicepresidente del partito, ufficio di presidenza, coordinatori regionali, vogliamo si adottino criteri di radicamento, di meritocrazia. Molti hanno abusato della sua fiducia. Le primarie, che non mi fanno impazzire, sono uno strumento, il meno peggio. La Lega ha trovato un leader giovane che risponde ai suoi elettori, Berlusconi è stato protagonista della 2° Repubblica, se potesse andare in giro come fa Salvini saremmo al 30%, probabilmente”.

Vitali aggiunge che per le regionali si è costituito il tavolo pugliese ma le decisioni sono state rimandate a quello nazionale, “cosa che fa il gioco della Lega, che alle europee ha ottenuto il 25% in Puglia”.

Toti, Carfagna e la “galassia” pugliese

Gli orientamenti del partito in Puglia sono ancora tutti da verificare. Oltre agli eletti vicini al governatore della Liguria, la galassia comprende sintonie con Gasparri, con Tajani, probabilmente con i rappresentanti forzisti in Campania, il coordinatore Mara Carfagna in particolare.

Sulla questione di come i vari big siano schierati, a parte i riferimenti nazionali del territorio già noti, Raffaele Di Mauro, coordinatore provinciale, si dice “poco appassionato” a questo tipo di dibattito: “A me non appassiona il chi sta con chi quanto Fi  che idee ha per il futuro, sui temi etici, economici, valoriali che linea politica vuole tenere. Quando in un partito viene meno un voto di leadership si sopperisce con un voto di struttura. Fi si deve organizzare, in Capitanata ha circoli, persone che la rappresentano, elettori che non votano Berlusconi, tranne quando si presenta lui stesso. Qui Fi sono Landella, Gatta, al Comune di Foggia, dove abbiamo ottenuto il 14%, ogni candidato  ha sfiorato o superato i 700 voti. Questo deve avvenire in tutto il territorio.  Ben vengano personalità che affiancano Berlusconi, ma chi ha consenso e sa fare politica non teme alcun sistema di scelte, primarie,  tessere, a contare  è la rappresentanza e il radicamento”. A proposito di Toti e di come il partito possa riorganizzarsi rispetto a scelte future, rimane cauto: “Serve una marcia nuova, il mio auspicio è che non si disgreghi Fi ma la si rafforzi. Mi auguro che quella di Toti non si riduca ad una battaglia personale ma sia uno stimolo per far crescere il partito”.

A cura di Paola Lucino,

Foggia 08 luglio 2019

Vitali a Roma con Toti: “Sbagliato ridurre convention a manifestazione folcroristica” ultima modifica: 2019-07-08T10:05:12+00:00 da Paola Lucino



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This