Cronaca
Il presidente dell’Ordine Di Gioia: “Dopo le cure mediche non bisogna sottovalutare l’assistenza psicologica"

Incidenti braccianti, psicologi Puglia a disposizione per assistenza

Di Gioia fa sapere che i servizi territoriali della provincia di Foggia sono attivi


Di:

Bari. L’Ordine degli Psicologi della Puglia collabora con la Sipem (Società Italiana di Psicologia dell’emergenza), accreditata dalla Regione per interventi specialistici, che è a disposizione delle istituzioni e di tutte le persone direttamente e indirettamente coinvolte nelle tragedie che si sono verificate negli ultimi giorni nel foggiano. “Le cure mediche vengono chiaramente al primo posto”, sottolinea il presidente dell’Ordine, Antonio Di Gioia, “ma nei giorni a seguire non bisogna sottovalutare i disturbi d’ansia, disturbi del sonno, attacchi di panico, depressione, disagi conclamati e causati dai momenti traumatici vissuti, in particolare da chi è sopravvissuto a questi drammatici eventi.

Penso al conducente del camion che si è scontrato con il furgoncino a Lesina, ai due braccianti sopravvissuti, ma penso ad esempio anche al coraggioso poliziotto di Copertino che ha evitato tanti morti sull’A14 e a tutti gli operatori che hanno effettuato le operazioni di soccorso.

Queste persone, ma anche le loro famiglie, vanno assiste psicologicamente ed è un invito che rivolgo anche a chi se ne sta prendendo cura dal punto di vista sanitario. Le tragedie vengono elaborate anche a distanza di molto tempo e le reazioni possono essere le più diverse. Per questo è anche necessario che ognuno venga assistito singolarmente o in gruppo”.

Di Gioia fa sapere che i servizi territoriali della provincia di Foggia sono attivi. E’ possibile contattare il numero 333.4698723. “Siamo pronti ad intervenire con gli psicologi formati per interventi come questi in qualunque momento, anche in questi giorni particolari dell’estate”, conclude Di Gioia.

Incidenti braccianti, psicologi Puglia a disposizione per assistenza ultima modifica: 2018-08-08T14:57:21+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This