Edizione n° 5401

BALLON D'ESSAI

METEO // Caldo: oggi bollino rosso in 14 città, venerdì saranno 17
18 Luglio 2024 - ore  08:46

CALEMBOUR

TARANTO // Ex Ilva: Morselli indagata, associazione delinquere per inquinare
18 Luglio 2024 - ore  14:10

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Errore titolo nella domanda per l’inserimento nelle GPS, accolto ricorso

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
8 Agosto 2023
Lavoro // Manfredonia //

Foggia – Il Tribunale di Foggia Sezione Lavoro ha accolto il ricorso presentato dall’Avv. Marco Dibitonto nell’interesse di una iscritta UIL SCUOLA che aveva sbagliato ad inserire un titolo nella domanda per l’inserimento nelle GPS.

E’ un precedente importante – affermano il Segretario Provinciale di Foggia UIL SCUOLA Nicola REGA ed il legale convenzionato del nostro Sindacato – per il fatto che la docente, pur avendo ammesso di aver sbagliato inserendo un titolo nella sezione sbagliata della domanda per l’inserimento nelle GPS e nonostante la richiesta di rettifica amministrativa, non vedeva corretto il suo punteggio da parte dell’USP per cui agiva in Tribunale reclamando l’attribuzione del corretto punteggio.

Il Tribunale stigmatizza la posizione assunta in giudizio dall’Amministrazione Scolastica che ritiene di non poter modificare le graduatorie (GPS). In applicazione del principio del soccorso istruttorio, che obbliga ogni Amministrazione dello Stato a intervenire in presenza di un errore materiale emendabile se il titolo esiste e non è in contestazione la sua validità, il Giudice del Lavoro di Foggia ha accolto il ricorso ed ha statuito l’obbligo per l’USP di modificare il punteggio ridotto attribuito all’amministrato (docente).

Grazie a questa decisione la docente con punteggio corretto è riuscita a salire in graduatoria e ottenere dal 1^ settembre di quest’anno l’agognato ruolo!!

Qui uno stralcio della sentenza. (nota stampa).

Lascia un commento

“L'amore ha anche questo in comune con la poesia: che, quando ci si spiega, si è perduti.” MARIO ANDREA RIGONI

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.