Cronaca

Foggia, ‘la vittima e gli aguzzini’: tre arresti della Mobile


Di:

bullismo2

bullismo2

Foggia – SEQUESTRO, tentata estorsione e rapina: un 22enne di Foggia è stato sottoposto ad una serie di violenze, nel novembre del 2008, da parte di 4 giovani del luogo. Degli ‘aguzzini’ tre sono stati tratti in arresto, lo scorso 8 gennaio 2009, dagli agenti della Squadra Mobile di Foggia. I fatti: nel novembre del 2008, Ermenegildo (nome di fantasia, of course ndR) viene sorpreso da quattro ragazzi del luogo (tutti sotto i 30 anni) e portato in macchina. Una volta nell’automobile, i quattro aguzzini avrebbero intimato al giovane di consegnarli una somma di danaro pari a 2000 euro; in seguito la stessa vittima sarebbe stato prima maltrattata fisicamente (ma nessuna violenza di tipo sessuale è stata riscontrata sul giovane) e poi derubata del suo cellulare. Non soddisfatti della loro azione, i quattro giovani, avendo compreso di non essere riusciti nel loro intento: vale a dire quello di minacciare il giovane per farsi consegnare delle somme di danaro, si sarebbero rivolti ad un congiunto dello stesso ragazzo, un imprenditore del luogo, avanzandogli la pretesa fatta prima al giovane. In pratica, i quattro giovani, con a bordo la vittima 22enne, si sarebbero recati dal parente imprenditore del ragazzo, chiedendogli una forma di riscatto per il rilascio del giovane, così risparmiandogli ulteriori percosse. Proprio durante le ‘trattative’, il 22enne sarebbe riuscito a disivincolarsi, fuggendo in un portone nelle vicinanze. In seguito la chiamata agli agenti della Mobile, con l’arrivo e l’identificazione dei quattro uomini, deferiti all’autorità giudiziaria. Ieri, 8 gennaio, le tre ordinanze di custodia cautelare emesse nei confronti degli accusati del fatto, su disposizione del Gip di Bari, Jolanda Carrieri. Sono stati dunque arrestati dalla Mobile, con l’accusa di sequestro, tentata estorsione e rapina i foggiani: Marco Pio Carella, di anni 30, Luca Imbimbo, di anni 24, e Giuseppe Traiano, di anni 25. Le indagini della Mobile fanno come detto riferimento al 20 novembre del 2008, quando gli uomini dei vicequestore Antonio Caricato hanno sottoposto a fermo d’indiziato di delitto il pregiudicato Ivan Narciso,accusato di di sequestro di persona a scopo d’estorsione, rapina, lesioni personali e minacce in danno di un 22enne. Con le indagini effettuate sul pregiudicato, gli inquirenti sono risaliti alle 3 persone destinatarie dell’ordierna misura cautelare che, a vario titolo, e in concorso con Narciso, si erano rese responsabili degli stessi gravi reati nei confronti del 22enne. In verità il ragazzo sarebbe stato oggetto di un’altra violenza anche in precedenza (un fatto che renderebbe plausibile una conoscenza tra gli stessi giovani coinvolti nella vicenda, vittima e aguzzini): sempre nel novembre del 2008, prima della violenza terminata con le richieste al parente imprenditore della vittima, il 22enne sarebbe stato caricato nell’auto dei suoi aguzzini, dopo che lo stesso giovane era uscito dall’entrata della Stazione di Foggia, poiché tornato da un periodo di permanenza al Settentrione. Una volta in macchina, il ragazzo sarebbe stato trasportato in aperta campagna e qui derubato e poi spogliato. Anche in questo caso sul giovane non sarebbero state rilevati segni di violenza di tipo sessuale. Nell’occasione il giovane fu derubato di 200 euro. Le indagini degli agenti della Squadra Mobile di Foggia proseguono alla ricerca del quarto uomo accusato dei medesimi reati di cui si sono resi autori i 3 arrestati di ieri. Un quarto uomo probabilmente fuori il territorio locale. Mistero invece sulle cause reali alla base della persecuzione fisica, e morale, subita dal ragazzo, da parte dei 4 giovani.

Foggia, ‘la vittima e gli aguzzini’: tre arresti della Mobile ultima modifica: 2010-01-09T15:12:42+00:00 da Girolamo Romussi



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This