Politica
"Ma la Legge di Bilancio Nazionale potrebbe rallentarne la stabilizzazione"

Leo “Prorogati gli LSU fino ad ottobre 2019”


Di:

Bari. “Nelle more del completamento delle procedure di stabilizzazione, le Convenzioni in atto per i Lavoratori Socialmente Utili in servizio presso le Pubbliche Amministrazioni pugliesi sono prorogate fino ad ottobre 2019. Tuttavia, la Legge di Bilancio Nazionale del 2019, potrebbe rallentare le procedure di stabilizzazione già in corso di questi lavoratori”, fa sapere l’assessore all’istruzione, alla formazione e al lavoro della Regione Puglia Sebastiano Leo.

 

“La nuova normativa, che dovrebbe prevedere una lista unica nazionale degli LSU le cui procedure selettive sarebbero affidate al RIPAM, non da indicazioni rispetto a quelle Regioni – come la Puglia – che da tempo stanno procedendo ad un Piano graduale di stabilizzazione di questi lavoratori e che, proprio con il Ministero del Lavoro, hanno firmato una apposita Convenzione giusto a novembre scorso”, precisa l’Assessore.

 

“Suddetta Convenzione – continua Leo – prevede il trasferimento di risorse per 30 milioni di euro da utilizzare, entro il 2020, per la stabilizzazione degli LSU delle Pubbliche Amministrazioni pugliesi. È una somma importante che va ad aggiungersi ai 6 milioni di euro stanziati direttamente da Regione Puglia”.

 

“Con il Piano di incentivazione alla stabilizzazione degli LSU in Puglia abbiamo raggiunto risultati straordinari: dal 2016 ad oggi abbiamo stabilizzato circa 130 lavoratori e abbiamo favorito l’esodo volontario di altri 50, riducendo la platea degli LSU del 30%, da 1029 lavoratori a 720 circa. Questa nuova norma inserita nella Legge di Bilancio però interviene in maniera inaspettata e non voluta e pertanto  i nostri uffici regionali stanno lavorando a forme di interpretazione rispetto alle procedure di stabilizzazione già in corso”.

 

“Per queste ragioni – conclude l’Assessore – chiederemo al Ministero di dare indicazioni precise, offrendo una nostra interpretazione che, proprio in virtù della Convenzione di pochi mesi fa, escluda la Puglia dalle nuove procedure consentendoci di procedere serenamente verso il Piano di Stabilizzazione degli LSU che fino ad oggi ha dato eccellenti risultati”.

CGIL-CISL-UIL FOGGIA: “Primi timidi segnali positivi per gli LSU ma la questione va risolta in sede ministeriale”

Sindacati confederali pronti alla mobilitazione

“È stato definito un percorso istituzionale per la vertenza LSU rispetto al quale possiamo dirci moderatamente soddisfatti”.
Questo il giudizio di Maurizio Carmeno, Carla Costantino, Gianni Ricci, Segretari Generali di CGIL, CISL, UIL Foggia, al termine dell’incontro in Prefettura sui Lavoratori Socialmente Utili di Manfredonia, al quale hanno preso parte anche i tecnici della Regione Puglia, il Sindaco Angelo Riccardi e l’assessore comunale Innocenza Starace. Per le confederazioni hanno inoltre preso parte all’incontro Mario La Vecchia e Margherita Vitulano (Cgil), Leonardo Piacquaddio, Urbano Falcone, Giovanni Dalessandro, Ilaria Amoruso (Cisl), Enzo Pizzolo (Uil).
“Cogliamo positivamente la stabilizzazione di 13 unità a partire dal 1 febbraio 2019 comunicata dal Sindaco Riccardi”, affermano Carmeno, Costantino e Ricci.
Alla Regione è stata avanzata richiesta ufficiale di “verificare le disponibilità finanziarie per un eventuale incremento degli incentivi regionali per gli esodi. Attualmente la quota disponibile è di 15mila per ogni esodo. Nel caso in cui si dovesse arrivare ad un buon aumento della cifra, una parte considerevole della platea storica di 147 LSU potrebbe essere interessata agli esodi”.
L’altra questione posta sul tavolo è quella delle stabilizzazioni della quota rimanente di LSU. “Pur essendo disponibili le risorse finanziarie, il Comune di Manfredonia non è in grado di procedere alle assunzioni per i vincoli del Patto di Stabilità. Rispetto a questo tema, in piena sintonia con l’Amministrazione Comunale di Manfredonia, riteniamo indispensabile arrivare ad un confronto in sede ministeriale per capire se e come sarà possibile derogare i vincoli del Patto”, affermano i segretari generali di CGIL, CISL e UIL Foggia.
Nelle prossime ore la Prefettura si farà carico di inviare una richiesta urgente di confronto al Ministero del Lavoro.
“Non è la prima volta che chiediamo un confronto al Ministero. Se, ancora una volta, le nostre richieste dovessero essere disattese, siamo pronti a dare vita ad una grande mobilitazione a Roma e ad esperire ogni azione utile e legittima al fine di fare chiarezza su una vicenda che ormai si trascina sulla pelle di tanti lavoratori da oltre un ventennio”, concludono Carmeno, Costantino e Ricci.
Le parti torneranno a incontrarsi in Prefettura il 5 febbraio.

Leo “Prorogati gli LSU fino ad ottobre 2019” ultima modifica: 2019-01-09T11:49:28+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This