Edizione n° 5310
/ Edizione n° 5310

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

LAVORI Manfredonia. Fornitura e posa in opera di pannelli di recinzione al “Miramare”, Comune impegna 70mila euro (FOCUS)

Lavori di fornitura e posa in opera di pannelli di recinzione affidati all’impresa Nunziante Geom. Filippo di Foggia

AUTORE:
Michele Solatia
PUBBLICATO IL:
9 Gennaio 2024
Cronaca // Manfredonia //

Manfredonia. Con determina di fine anno (n. 2046 del 22/12/2023, a firma dell’ing. Giuseppe Di Tullo), il Comune di Manfredonia – attualmente in fase commissariale – ha aggiudicato i lavori di fornitura e posa in opera di pannelli di recinzione presso il Campo sportivo “Miramare”, all’impresa Nunziante Geom. Filippo di Foggia, per un importo di € 70.000,00 al netto del ribasso d’asta, come risultante a seguito di apposita procedura di trattativa diretta (…) esperita sul portale MEPA di Consip, ai sensi di legge.

Con la determina in oggetto,  è stato revocato l’affidamento al Laboratorio GIEPI di Foggia per l’esecuzione delle prove innanzi descritte e per un importo di € 1.800,00 oltre IVA, giusta determina dirigenziale n. 1936 del 12/12/2023, con conseguente annullamento dell’impegno di spesa. Inoltre, è stato approvato il preventivo di spesa, trasmesso dal laboratorio TECNO-LAB srl di Altamura per l’esecuzione delle prove di spinta sui pannelli di recinzione innanzi descritti, con relativo affidamento per l’esecuzione delle prove.

Si tratta di un impegno di spesa dunque a carico del Comune di Manfredonia, indi della comunità, naturalmente “in linea sia per la competenza che per la cassa con il Piano di riequilibrio finanziario pluriennale dell’Ente”.

La vicenda.

Come risaputo, il Comune di Manfredonia in data 29 ottobre 2021 sottoscriveva con la società Manfredonia Calcio 1932 Società Sportiva Dilettantistica a.r.l. la Concessione per la valorizzazione e la gestione dell’impianto sportivo denominato “Miramare”. Il 13 aprile 2023 la società Concessionaria comunicava la scissione societaria e la costituzione della nuova società beneficiaria “SSD Manfredonia Miramare arl”.

I lavori di valorizzazione del campo sportivo prevedeva la riqualificazione del tappeto da giuoco e alcuni lavori di manutenzione dell’intero Impianto sportivo.

Ai sensi dell’art.7 della concessione la società ha <<titolo a richiedere le autorizzazioni e/o concessioni necessarie ad assolvere agli obblighi derivanti dal contratto>>; in particolare, ai sensi dell’art. 14 della concessione, <<ove per le iniziative connesse alla gestione dell’impianto sportivo sia previsto l’accesso al pubblico, il Concessionario ne dovrà dare preventiva comunicazione al Comune e, sotto la propria responsabilità, dovrà acquisire i prescritti pareri e nulla osta delle Commissioni competenti per i locali di pubblico spettacolo>>.

COMUNE MANFREDONIA, LOGO (ST)
COMUNE MANFREDONIA, LOGO (ST)

 

Pertanto, su richiesta del Concessionario, il 20 ottobre 2023 si è riunita la Commissione Provinciale Pubblico Spettacolo e in tale seduta, oltre alla richiesta di documentazione necessaria ai fini dell’agibilità dell’intera struttura, il Vicario della Questura fa rilevare, tra l’altro, <<la sussistenza di criticità in relazione all’impianto, sotto i profili di Ordine Pubblico, in considerazione dell’ubicazione dell’impianto – sul lungomare e nel centro abitato – in particolare la mancanza di aree di filtraggio e prefiltraggio, nonché l’assoluta mancanza di aree di parcheggio per la tifoseria ospiti nelle immediate vicinanze dello stadio. Pertanto, evidenzia la necessità che venga presentato progetto, da valutare in sede di commissione provinciale, che preveda idonee misure per la mitigazione del rischio, consistenti: istallazione, nell’occasione di ogni incontro, di idonei betafence lungo l’intero perimetro dell’impianto sportivo per evitare il contatto diretto tra le opposte tifoserie, creare un’area sterile e una zona da dedicare a parcheggio per i tifosi ospiti;>>.

Ora, come osservato nella determina dirigenziale in oggetto, “tali rilievi riguardano aree esterne l’impianto Sportivo non comprese nell’area in concessione”. Pertanto, “la fornitura e posa in opera l’acquisto di idonei recinzione, tipo betanfece, prescritti dalla Commissione Provinciale dei Pubblici Spettacoli, rientra nella competenza del Comune, proprietario sia dell’impianto Sportivo che di tutte le aree esterne, mentre l’istallazione degli stessi prima di ogni partita e il successivo smontaggio lungo l’intero perimetro esterno dell’impianto sportivo, al fine di evitare il contatto diretto tra le opposte tifoserie e creare un’area sterile e una zona da dedicare a parcheggio per i tifosi ospiti, spetta alla società in quanto rientra fra i compiti della stessa ai fini della sicurezza durante lo svolgimento delle partite di campionato”.

In seguito l’indizione della gara per l’affidamento della fornitura e posa in opera di pannelli di recinzione presso il “Miramare”, ora l’affidamento e l’impegno di spesa.

In ogni modo, va analizzato come (fonte: vigilfuoco.it) (“Testo coordinato del DM 18 marzo 1996. Norme di sicurezza per la costruzione e l’esercizio degli impianti sportivi” – “Art. 8-bis Aree di sicurezza e varchi ) che “Nel rispetto del dimensionamento e della finalità delle vie di uscita, oltre a quanto previsto dall’art. 8, devono essere realizzate, a cura della società utilizzatrice dell’impianto, in accordo con il proprietario dello stesso, aree di sicurezza in cui devono essere ammessi solo i titolari di regolare titolo di accesso all’impianto, così strutturate: a) «area di massima sicurezza», comprende l’impianto sportivo e l’area di servizio annessa, ove sono collocati i varchi di accesso all’impianto. Tale area deve essere delimitata a mezzo di elementi di separazione, in materiale incombustibile e conforme alla norma UNI 10121-2 o equivalenti (…)”.

Pertanto, quanto indicato contrasta con quanto indicato nella determina dirigenziale del Comune di Manfredonia con la quale sono stati affidati gli interventi. La realizzazione dei lavori anche nelle aree esterne dell’impianto sportivo non comprese nell’area in concessione sarebbe “a cura della società utilizzatrice dell’impianto, in accordo con il proprietario dello stesso” e non dunque “nella competenza del Comune”, per quanto lo stesso resti proprietario sia dell’impianto Sportivo che di tutte le aree esterne. In ogni modo, resta la pubblicazione della determina, l’affidamento dei lavori e l’impegno di spesa a carico della collettività.

Testo coordinato del DM 18 marzo 1996 Norme di sicurezza per la costruzione e l’esercizio degli impianti sportivi – ART.8BIS – Aree di sicurezza e varchi

9 commenti su "Manfredonia. Fornitura e posa in opera di pannelli di recinzione al “Miramare”, Comune impegna 70mila euro (FOCUS)"

  1. Quella GABBIA PER SCIMPANZÉ è orribile e deturpa quei pochi metri di lungomare Patrizia che la città… aveva!!!! Via il campo sportivo dal centro città! Che venga collocato in un’area non così urbanizzata. Ciò renderebbe più agevole il parcheggio per i tifosi ospiti e non sarebbe d’ostacolo al traffico domenicale sul lungomare… Comunque , “quest’opera d’arte”… sia il proclama e il monito che LA BARBARIE HA VINTO.

  2. per quanto speso nel corso degli anni non sarebbe stato meglio completare quello stadio abbozzato ed abbandonato in zona Scaloria??????? Forse troppo logico??????
    E, per favore, non si tiri fuori la storia della zona “troppo ventilata da impedire il corretto svolgimento delle partite di calcio”!!!!!!!!

  3. Ma qui siamo impazziti ma vi rendete conto di cosa state facendo? state esagerando
    Ma guardate che scempio. Ma è mai possibile una cosa simile.
    E per cosa? Il paese è distrutto tra immondizia e strade che sprofondano
    Cercate di fare qualcosa di utile per il paese ….
    Vergogna

  4. E uno schifo non solo quello che stanno facendo, ma che la popolazione non si ribella all’amministrazione che usa i nostri soldi per queste porcate. Lo stadio non è né funzionale né sicuro in quel sito quindi l’uso va solo spostato presso lo stadio abbandonato in zona palazzetto dello sport dove ci sono tutte le condizioni appropriate per una corretta funzionalità. Basta sprechi di risorse a c……zo di cane.

  5. Nn sappiamo proprio valorizzare il turismo in questa città tanto meno investire dovutamente per evidenziare le bellezze che abbiamo anziché inibire il valore!!! – Vedi altro scempio pannelli solari in zona Eurospin!!!
    Ci sono cose davvero importanti da fare: strade con buche da voragine!!!, Tutelare aree verdi contaminate da immondizia lasciata per strada….e potremmo continuare…

Lascia un commento

“I coraggiosi agiscono, i pavidi desistono.” Luigi Giuseppe Bruno D'Isa

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.