Edizione n° 5257

BALLON D'ESSAI

IRONIA // Fiorello sui Ferragnez: “Da Fazio scopriremo la verità, sempre che il Codacons non lo impedisca”
23 Febbraio 2024 - ore  10:05

CALEMBOUR

GOSSIP // Ferragnez, è davvero crisi? L’ombra del bluff dietro la separazione
23 Febbraio 2024 - ore  17:24
/ Edizione n° 5257

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Manfredonia. Genitore ragazzo con disabilità: “Vergogna, stallo occupato, costretto a slalom con la carrozzella”

AUTORE:
Antonio Castriotta
PUBBLICATO IL:
9 Febbraio 2023
Manfredonia // Politica //

StatoQuotidiano.it, Manfredonia, 09 febbraio 2023. In alcune città, ma anche a Manfredonia, sugli stalli per i diversamente abili campeggia una scritta che così recita” Vuoi il mio parcheggio, prendi anche la mia disabilità”.

Evidentemente, non tutti riescono a comprenderne il significato ma soprattutto le difficoltà di un diversamente abile nel non poter sostare nello stallo dedicato perchè occupato abusivamente da chi non ne avrebbe diritto. È quanto accade giornalmente per gli stalli viciniori le scuole.

È quanto raccontato da un genitore che accompagna il proprio figlio in carrozzella presso la scuola elementare “Madre Teresa di Calcutta” che ha voluto conservare l’anonimato.

“Mi capita, quasi tutti i giorni, di arrivare nei pressi della scuola e trovare occupato lo stallo da autovetture che non espongono alcun contrassegno, quindi, per evitare polemiche, sono costretto a sostare altrove e spingere la carrozzella solo  all’ingresso della scuola”.

Non è accettabile che in spregio alle norme del codice della strada si violi, una norma stradale di civiltà e spesso impunemente. Speriamo a questo punto che vi sia un ravvedimento celere, ergo, si lasci libero lo stallo o meglio gli stalli per disabili, per consentire a chi ne ha veramente diritto di poter sostare, senza dover fare sforzi imponenti per poter raggiungere la scuola o qualsiasi altra destinazione.

A cura di Antonio Castriotta, Manfredonia, 09 febbraio 2023.

17 commenti su "Manfredonia. Genitore ragazzo con disabilità: “Vergogna, stallo occupato, costretto a slalom con la carrozzella”"

  1. Mi spiace che esistano gli imbecilli purtroppo…ma non è la soluzione giusta NON reclamare il proprio diritto…si fermi e chieda di spostarsi…vedrà che sparirà subito..spero

  2. Semplicimente vergognoso che tutto ciò a Manfredonia sua normalità, nessuno interviene per punire, educare gli incivili

  3. Di sicuro, l’autore della violazione, sì tratta di un disabile MENTALE, e a Manfredonia c’è ne sono a quantità.
    Comunque, si potrebbe rivolgersi al Vigile
    addetto alla viabilità, sempre presente davanti a quella scuola, così il DEMENTE cercherà, dopo la multa di 115 euro e 5 punti sulla patente.

  4. A Manfredonia questo è normale, quasi tutti parcheggiano sul posto disabili come se niente fosse, se glielo fai notare sono in pochi a chiedere scusa, la maggior parte ti aggredisce e si discolpa con motivazioni stupide, poi c’ è da dire che spesso anche chi si è scusato ti ha solo preso in giro perché il giorno dopo la rimette. Pur di non parcheggiare sulle strisce blu preferisco fare una infrazione 10 volte peggiore per il codice della strada, oltre al gesto eschifoso.

  5. Non c’è educazione civica non c’è rispetto per gli altri,non c’è chi vigila e agisce quando serve.E dove non c’è nessuno chi si alza prima comanda.
    Il rispetto delle regole parte dalle famiglie,passa per gli asili,scuole elementari medie e superiori con sempre le famiglie dietro che danno una buona educazione e quando si commette uno sbaglio se il vigile o chi per esso fa la multa contribuisce anche lui ha dare educazione.

  6. A Manfredonia tutti evitano di fare denuncie, segnalazioni e quant’altro perché sanno che alla fine non risolvono nulla e anzi finiscono dalla parte del torto. Perché tanto quegli stronzi hanno sempre delle scuse o ti incolpano di pesantezza per una cosa o l’altra. Siamo una città che per fortuna si sta spopolando sempre di più.

  7. Purtroppo non è un problema solo di Manfredonia, ma della nostra cultura menefreghista, e non mi venite a dire che non ci sono i vigili perché un giorno ho parcheggiato per 30 secondi con il muso che occupava si e no 15 cm di passo carrabile e qualche fantasma mi ha fatto la multa.

  8. A Manfredonia funziona così per gli imbecilli, per non parlare poi dei passi carrabili. Che schifo! Sempre peggio!alcuni usano le quattro frecce e stanno via anche delle ore. Che schifo! Che schifo! Donato

  9. Purtroppo i figli dell’incivile da grandi faranno lo stesso, perché l’esempio che hanno avuto è quello. Buona norma è dare esempi positivi, ma un genitore che si comporta in quel modo che esempio può dare ai propri figli? Svegliatevi cinque minuti prima ed accompagnate i vostri rampolli a scuola a piedi, ne guadagnerete in salute e non avrete problemi di parcheggio. Lasciate spazio a chi è stato meno fortunato e non prendetelo in giro con il vostro comportamento inescusabile.

  10. Cari signori, io genitore di disabile ho preso un verbale dai vigili di Manfredonia xchè ho parcheggiato sulle strisce pedonali che fiancheggiato un parcheggio x disabili occupato da un “abusivo”…

  11. Purtroppo questo succede perché a manfredonia non viene mai punito nessuno…. I vigili urbani che sono vicino alla scuola non possono fare un giretto a controllare ? Chissà quante volte hanno visto ma hanno fatto finta di niente.

  12. Siamo a Merdadonia, non si può fare nulla. Ci sono km di strade con divieto di fermata occupate da auto e con vigili nelle vicinanze e nessuna multa. La città è in cancrena.

  13. Cara sig.ra Paola, sono proprio sensate le sue parole, infatti il vigile può farsi il bel giretto per controllare e intanto lasciare una marea di bambini incustoditi e incontrollati…poi ci lamenteremo perchè i vigili non fanno attraversare i nostri figli, poi ci lamenteremo che i vigili non sono attenti, poi i vigili… i vigili… i vigili… sempre colpa dei vigili è! Se il vigile è impegnato a mantenere l’ordine in quel punto, e non può allontanarsi certo non vede cosa succede più in là, ci si avvicina e si chiede cortesemente aiuto…in questo paese siamo bravissimi a giudicare, a scivere subito il commento negativo, però non siamo capaci di gentilezza e di rispetto nei confronti di persone che fanno il proprio lavoro, che sono in numero vergognoso rispetto ad una città di 60 mila abitanti! E poi purtroppo ci sarebbe da parlare fino a domani dell’inciviltà che c’è! Solidarietà al papà e a suo figlio! Sperando che anche i genitori che si trovano vicino facciano del loro per evitare che lo stallo sia occupato…poi se così non fosse chiamate cortesemente il vigile ed egli farà giustamente la multa! Buona giornata e impariamo a guardarci anche noi giornalmente allo specchio per diventare essere umani migliori!

Lascia un commento

“Quando hai lasciato il sistema e hai preso il premio, i combattimenti sono finiti e i cacciatori si sono sciolti. Sai com’è. Sono mercenari. Non sono fanatici.” Carl Weathers (Greef Karga)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.