Edizione n° 5373

BALLON D'ESSAI

TURISMO // Erling Haaland al Gino Lisa, ha scelto il Gargano per le sue vacanze
20 Giugno 2024 - ore  14:42

CALEMBOUR

"GIU' LE MANI" // Manfredonia. “Giù le mani”, tutto sull’inchiesta. Avviso conclusione indagini per 10 (NOMI)
19 Giugno 2024 - ore  21:35

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

Sanremo 2023, Paola Egonu: “L’Italia è un Paese razzista”

AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
9 Febbraio 2023
Cronaca // Musica //

SANREMO, 09/02/2023 – (adnkronos) “Sì, l’italia è un Paese razzista. Ma questo non vuol dire che tutti siano razzisti o ignoranti. È un Paese razzista che però sta migliorando.

 

Non voglio sembrare polemica o fare la vittima ma semplicemente dire come stanno le cose”. Così Paola Egonu, la pallavolista che stasera sarà ospite di Sanremo 2023, tornando sulle polemiche che hanno preceduto il suo arrivo nella città dei fiori. “Emozionatissima”, Egonu ha confermato che stasera parlerà anche di razzismo: “Mi racconterò, quindi sì”.

 

A chi le chiedeva se avesse detto che non avrebbe più messo piede in Italia se Giorgia Meloni avesse vinto le elezioni, ha risposto: “Non ho mai detto una cosa del genere. Non sono parole mie”. Stessa ‘rettifica’ la campionessa di pallavolo ha riservato alle affermazioni attribuitele sull’inopportunità di fare figli di colore “condannati all’infelicità”: “Le mie dichiarazioni non sono state riportate fedelmente. Si trattava di una riflessione più ampia che avevo fatto qualche anno fa dopo gli eventi che hanno dato vita in America al movimento Black Lives Matter (letteralmente ‘Le Vite Nere Contano’)”.

 

Sul suo trasferimento in Turchia, Egonu ha aggiunto: “Non ho mai lasciato l’Italia. Ho deciso di andare a giocare in Turchia per crescere”. E alla domanda se in Turchia si senta trattata meglio che in Italia, ha risposto: “No”. Torneresti nella Nazionale azzurra? “Se c’è la possibilità, sì”. (adkronos)

Lascia un commento

“Il politico diventa uomo di stato quando inizia a pensare alle prossime generazioni invece che alle prossime elezioni.” SIR WINSTON CHURCHILL

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.