ManfredoniaPolitica
"C’è solo una lunga onda di protesta? O c’è anche altro?"

Manfredonia, elezioni : dal tonfo di Bordo a Tasso e il suo trionfo


Di:

Questa non è una sconfitta elettorale. E’ un nuovo popolo in marcia trionfale che elegge nuovi capi. Molto peggio del Referendum dove Renzi (da solo) prese il 40%. Non c’è analisi da fare e l’autocritica è solo un esercizio letterario.

Per il Partito Democratico, in Puglia e Capitanata, le percentuali più basse d’Italia. A Manfredonia, la “roccaforte”, il candidato “Cinque stelle” prende quasi il 50%, Bordo, presidente nello scorso Parlamento della commissione europea, intorno al 15%. Ci sono stati errori, cose che si dovevano gestire diversamente…

Eppure se si fosse letto il rapporto Censis 2017! Sfiduciati, impauriti, rancorosi… così sono ritratti gli italiani. Una bomba sociale pronta ad esplodere, e lo ha fatto in cabina elettorale. Il rancore, sfruttato da leghisti e grillini, è attivo da molti anni, si muove a livello sotterraneo, incardinato in un ceto medio arrabbiato. Un paese che, osservato con le fredde lenti dei dati economici e statistici, cresce in certi settori più della Germania, con le famiglie che conservano 4.000 miliardi di risparmi complessivi (una volta e mezzo il debito pubblico). Il racconto economico, però, non fa breccia, i numeri non penetrano cuori e menti. Quei dati positivi, il Paese (specie al Sud) non riesce a vederli. Nelle cifre snocciolate in continuazione da Renzi e Gentiloni c’era monotonia e distanza e si avvertiva la necessità di altre parole. Il Paese sente il terreno scivoloso sotto i piedi, teme il futuro, è paralizzato dalla paura del declassamento sociale e dall’ascensore sociale bloccato. Sono questi i sentimenti di 7 cittadini su 10. La sfiducia nella classe politica coinvolge 8 su 10, anche la democrazia (per 6 su 10) non funziona bene. “Prendeteli pure con le pinze, questi numeri, queste percezioni, ma siate consapevoli che sono loro, non i dati Istat, che entreranno con voi in cabina elettorale… Saranno sfiducia, paura, rabbia e rancore a orientare le scelte politiche dei prossimi 5 anni. Questo è quel che ci aspetta, perché questo è quel che siamo“(Linkiesta 2 dicembre 2017).

Per stabilire un contatto con questo popolo amareggiato e frustrato ci voleva da parte dei candidati vicinanza, ascolto ed anche gesti semplici, concreti. Come l’autoriduzione degli stipendi; si è deriso l’iniziativa dei Pentastellati ed enfatizzato lo scandalo di quelli che non hanno rimborsato. Quelle accuse sono state un boomerang e l’azione tempestiva di espellerli ha valorizzato ancor più quel piccolo gesto. I voti si conquistano nei territori, là dove si amministra bene è più facile mantenere il consenso; ed è vero il contrario, come a Roma e Torino, dove le difficoltà amministrative hanno aperto qualche crepa sui risultati del movimento “Cinque stelle”. O come a Manfredonia, dove la “fragilità” del candidato e dell’Amministrazione Comunale, sommandosi, hanno rafforzato (e di molto) un risultato già tendenzialmente negativo per il PD. Che strano! Dopo tre legislature, Bordo si presenta per la prima volta ai suoi elettori. Un tonfo. Tasso (nonostante il dileggio e le accuse di Bordo) un trionfo. C’è solo una lunga onda di protesta? O c’è anche altro?

A cura di Paolo Cascavilla fonte www.futuriparalleli.it – Titolo originale “La povertà più grande? La mancanza di futuro. E il rancore entra in cabina elettorale”

Manfredonia, elezioni : dal tonfo di Bordo a Tasso e il suo trionfo ultima modifica: 2018-03-09T18:00:13+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
12

Commenti


  • Caterpillar

    Bordo, preparati a vedere il tracollo di palazzo San Domenico, chi semina vento raccoglie …………..


  • dissesto finanziario

    Si!! c’è che ci siamo rotti il ………di vedere le stesse facce incompetenti da 15 anni. La corte dei conti è stata chiara, a giugno ci sarà il dissesto finanziario con la nomina di un commissario prefettizio e questi incompetenti amministratori non potranno più candidarsi …. Bordo ha fatto pochissimo per la città mentre invece ha partecipato al salasso con i suoi amici del PD del popolo italiano. E’ uscito per una manciata di voti. La prossima amministrazione sarà sicuramente del M5S


  • GIUSTIZIERE

    bordo si nota la differenza tra te e il signor tasso ke tu- tasso —


  • Achille ex elettore 5 stelle

    Ma anche il sabato si può consegnare la domanda del reddito di cittadinanza? È chiuso? Aperto? Aspetto? Che faccio butto la pasta? Leggevo che i 5stelle pare stiano pensando, visto che non riescono con il reddito di cittadinanza, di convergere su una cosa fatta dal PD: il reddito di dignità…… Mortacci vostra, ammazza aó quanto siete comici, me fate tajà!! Vabbè dj resta? Sempre lì? C’è sta x il modulo?


  • Nicola

    Caro professore, lo stesso rancore che ha lei dentro. Purtroppo ,come sempre accade nei suoi articoli , ha dimenticato qualcosa di importante,che lei è stato uno dei protagonisti di quel periodo. Buona giornata professore.


  • Vai a casa

    Bordo tre legislature oltre ad essere poco presente in questa citta’, non ha fatto nulla,non ha contatto con la gente,si ricorda di farsi vedere in giro solo quando ci sono le varie competizioni.Comunque quelli del pd hanno sistemato le loro famiglie a Manfredonia, possono pure andare a casa.Prendere solo 4000 voti per un Onorevole e’ un segnale fortissimo,la citta’ non ti vuole.


  • Albertone

    Il popolo ha voluto Salvini e Giggino, diamogli il governo che vuole.

    Tasse al 15%, 600 mila espulsi, 800 Euro per 9 milioni di disoccupati e Olimpiadi a Torino e vaccini a scelta.

    Metteteli alla prova. Viva il governo
    Dimaialvini.


  • Dino

    Per conoscenza,
    Analizzate la frase del prof. Cascavilla e di tutti quelli che dicono che Renzi ha preso il 40% alle europee:

    Alle Europee del 2014 gli elettori erano 50 662 460,
    di cui hanno votato il 57,22% degli elettori e cioè 28 991 258 elettori,
    Il PD di Renzi ottenne 11 203 231 voti, quindi il famoso “40%”.

    Alle elezioni del 2018 Il PD di Renzi ha preso 6.134.727
    18,72%,quasi 5 milioni di voti in meno rispetto alle europee che corrisponde a un 8% circa in meno, se aggiungiamo questo 8% al 18, 72% otteniamo un misero 27% circa.

    Ora mi spiegate perchè continuate a chiamarla Schiacciante Vittoria di Renzi alle europee del 2014?

    Non è più corretto dire semplicemente che, di quel 57% di elettori che sono andati a votare e cioè 28 991 258, Renzi ottenne 11 203 231 voti su 50 662 460 elettori. Vi sembra un 40%?


  • Zuzzurellone Sipontino

    Appello all’ Onorevole Di Maio ed a tutto il movimento 5 stelle: gli epulsi, Onorevoli e Senatori eletti, lo devono essere anche a livello locale. Altrimenti si perde di credibilità?????


  • Raffaele Vairo

    Caro Cascavilla,
    condivido la tua analisi, soprattutto nella descrizione dei fattori che hanno determinato, più che un sconfitta elettorale, un “terremoto” contro
    l’establishment politico ed economico del nostro Paese.
    Non hai, tuttavia, indicato espressamente anche le cause affidandoti, forse, alla fantasia… del lettore.
    Cause vanno ricercate nella risposta alle domande retoriche conclusive del tuo articolo:
    C’è solo una lunga onda di protesta? O c’è anche altro?
    Cordialità.


  • Generale Zukov

    C’è che il popolo è stufo di subire, angherie, gabelle, servizi scadenti, di vivere nel l’insicurezza, nel non potersi difendere in casa da banditi e assassini, il popolo è stufo di vivere nella povertà, nella insicurezza del lavoro precario, della giustizia ingiusta, il popolo è stufo della casta ricca e arrogante..


  • Domenico Pio

    Buonasera/buongiorno.
    Manfredonia ha dei rappresentati nazionali con “radice territoriale”, e penso ci siano dei motivi abbastanza saldi. Penso che il risultato sia “positivo”, in quanto, dopo anni di governo, senza aver potuto variare più di tanto determinate realtà, probabilmente ci si doveva aspettare un risultato molto inferiore. Con un programma dettagliato,che prevede l’eliminazione del debito, una moneta nazionale, il puntare su auto elettriche ed energia “alternativa”-“naturale”, penso che ci sia stato
    un “aiuto dal cielo”, che a quanto pare, per il realizzarsi di tale missione, deve utilizzare “un dato esperienziale”.Perchè, come ha ricordato chi di dovere e di competenza, tali cariche-poltrone devono avere come finalità il bene comune, il bene della nazione . Che sia fatta la Sua volontà…ricordando le problematiche territoriali, integrandole con le problematiche degl’altri territori che si devono rappresentare, ricordiamo che il detto citato termina con la frase “e il prete si mangiò una zeppola”; il “mangiare è importante, probabilmente”, soprattutto con dignità e senza debiti (ma anche senza abbondanza).
    “Casa e stipendio-pensione essenziale per tutti”;
    ricordo la fede, il buon senso, il partire da casa, la preghiera, il diritto…
    ringrazio per l’attenzione e la certa considerazione.
    Che il Cielo vi accompagni…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This