Edizione n° 5339

BALLON D'ESSAI

AL VOTO  // Sostenibilità a tutto tondo. L’idea di paese per Filippo Barbano
17 Maggio 2024 - ore  15:14

CALEMBOUR

MATTINATA // Gianfranco Prencipe assolto da ricettazione targhe di nazionalità tedesca. Virale dopo videoclip
15 Maggio 2024 - ore  11:07

Iscriviti al canale Whatsapp

Foggia

Manfredonia

Cronaca

Politica

Sport

Eventi

San Severo

Cerignola

SCHIANTO Carabinieri morti in Campania, imparentata con boss locali la donna alla guida dell’auto

Il suv guidato da Nancy Liliano era stato restituito alla famiglia della 31 enne solo pochi giorni prima del tragico schianto

LEGGI ANCHE //  Nancy Liliano, la donna del Suv che si è schiantato contro i carabinieri già arrestata per spaccio
AUTORE:
Redazione
PUBBLICATO IL:
9 Aprile 2024
Attualità // Cronaca //

MANFREDONIA (FOGGIA) – La donna indagata per la morte dei due carabinieri nell’incidente stradale a Campagna sarebbe imparentata con una famiglia malavitosa della Piana del Sele (Salerno), i Del Giorno, legati con le ‘ndrine calabresi.

Nancy Liliano, questo il nome della 31enne, ora sotto indagine per duplice omicidio stradale e risultata positiva all’alcoltest e al narcotest dopo lo schianto, era rimasta coinvolta in un’inchiesta su un traffico di droga che faceva capo ai Del Giorno.

Tre anni ai domiciliari per traffico di droga

Nel giugno 2019, scrive il Corriere della Sera, anche a Liliano, insieme ad altre 14 persone, per questa vicenda era stata notificata un’ordinanza cautelare dai carabinieri: lei aveva patteggiato e ottenuto una condanna a tre anni, scontati ai domiciliari.

Manfredonia. "Francesco Pastore un bravissimo ragazzo". Esami tossicologici su donna alla guida Range Rover
Manfredonia. “Francesco Pastore un bravissimo ragazzo”. Esami tossicologici su donna alla guida Range Rover – ph salernotoday.it

L’auto della tragedia sotto sequestro fino al 3 aprile

In seguito non aveva più avuto problemi con la giustizia, mentre risulta sotto processo il padre, anche lui per omicidio stradale, per un incidente che risale al 2022.

All’uomo era stata recentemente sequestrata proprio la Range Rover con cui la donna ha travolto la Punto di Francesco Pastore e Francesco Ferraro: un controllo aveva rivelato che il sequestro non era assicurato.

Il veicolo era stato restituito solo il 3 aprile.

E solo pochi giorni dopo, nella notte tra il 6 e il 7 aprile, Nancy Liliano era alla guida di quel suv che ha provocato la morte dei due giovani.

Le salme dei carabinieri sono già tornate nelle loro località d’origine in Puglia, Manfredonia e Montesano Salentino, che oggi si fermano per lutto cittadino.

Fonti verificate: TGCOM24 //

Lascia un commento

Non ci resta tanto tempo. Il sogno non diventa realtà da solo: bisogna corrergli dietro. (Carlito’s Way)

Anonimo

StatoQuotidiano sei tu!

StatoQuotidiano, fondato nell'ottobre 2009, si basa sul principio cardine della libertà d'informazione, sancita dall'art. 21 della Costituzione.

Il giornale si impegna ad ascoltare la comunità e a fornire informazione gratuita, senza sostegno di classi politiche o sociali.

Ai lettori che ci seguono e si sentono parte di questo progetto, chiediamo un contributo simbolico, per garantire quella qualità che ci ha sempre contraddistinto!

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce, articoli, video, foto, richieste, annunci ed altro.

Compila il modulo con i tuoi dati per inviare segnalazioni, denunce o disservizi.

Compila il modulo con i tuoi dati per promuovere la tua attività locale, pubblicizzare un evento o per proposte di collaborazione.

Nessun campo trovato.